Cerca nel blog

giovedì 4 giugno 2009

Lexmark Eco-Simulator per prodotti ink-jet

Lexmark presenta il nuovo

Eco-Simulator per i prodotti ink-jet

portando la sua esperienza sulla sostenibilità ambientale nelle case di tutti i suoi clienti

Lexmark, azienda che con la strategia "Print Less, save More", ha fatto della sostenibilità ambientale uno dei suoi valori portanti, annuncia oggi il lancio di una nuova versione dedicata al mercato consumer del tool Eco-Simulator, un ulteriore passo per aiutare gli utenti a diminuire l'impatto che i loro comportamenti di stampa possono avere sull'ambiente. L'Eco-Simulator di Lexmark, uno strumento originariamente sviluppato per mostrare alle aziende e ai loro dipendenti come contenere l'impatto ambientale del loro lavoro, è ora disponibile sul sito Lexmark (www.lexmark.it) per il pubblico consumer.

In un momento in cui il tema del consumo di energia dei dispositivi tecnologici continua ad essere in primo piano, lo studio di Lexmark fatto sull'analisi del ciclo di vita delle stampanti[1] ha portato alla luce che la maggior parte dell'inquinamento dato dall'attività di stampa in realtà proviene non dal consumo energetico del dispositivo (10%) ma dall'uso della carta. Lo stesso studio ha messo in evidenza che in un dispositivo multifunzione a getto d'inchiostro la fase di utilizzo incide per la stragrande maggioranza (tra il 55% e il 68%) sull'impatto globale.

Dopo aver sviluppato un Eco-Simulator pensato per le aziende, Lexmark ha voluto estendere questo utile strumento a tutti gli utenti, in modo tale che i singoli individui siano in grado di capire come le proprie abitudini di stampa e l'uso della carta possano contribuire negativamente sui cambiamenti climatici, sull'esaurimento delle risorse e sull'inquinamento in generale. Con questa maggiore consapevolezza, gli utenti potranno cominciare a contenere il proprio impatto ambientale - stampando meno e risparmiando di più.

L'Eco-Simulator calcola l'impatto ambientale in base ai comportamenti di stampa del singolo utente, traducendo i dati relativi alle modalità di stampa utilizzate quotidianamente in riscaldamento globale e potenziale inquinamento da ozono, mettendo alla luce la quantità di risorse non rinnovabili che sono coinvolte nel processo. I consumatori, conoscendo l'esatto impatto ambientale prodotto dai propri comportamenti, diventeranno più consapevoli delle loro scelte e potranno così ridurre gli sprechi.

Per aiutare gli utenti a stampare di meno e a risparmiare di più, l'Eco-Simulator pone loro semplici domande sulle proprie abitudini di stampa:

1. Stampi usando il fronte/retro?
2. Utilizzi la modalità di stampa multi-up?
3. Pensi di utilizzare la tua stampante per tre anni o di estenderne l'utilizzo a cinque?
4. Usi la connessione Wi-Fi?
5. Prediligi cartucce standard o ad alta resa?

L'Eco-Simulator calcola quindi l'impatto ambientale delle abitudini di stampa degli utenti sulla base di una completa analisi del ciclo di vita (LCA) del loro dispositivo Lexmark, tenendo conto di tutte le fasi della sua esistenza - dalla produzione allo smaltimento. Ciascun utente potrà vedere direttamente sullo schermo del proprio pc in che modo i propri comportamenti danneggino l'ambiente. L'Eco-Simulator infatti tradurrà in maniera semplice e facilmente comprensibile i dati inseriti in parametri relativi all'inquinamento prodotto in un anno solare riguardanti 3 importanti indicatori: esaurimento di risorse non rinnovabili, riscaldamento globale e inquinamento da ozono.

Massimiliano Tedeschi, Amministratore Delegato di Lexmark Italia, afferma: "L'Eco- Simulator dedicato al mercato consumer è il nuovo passo della ricerca di Lexmark, volta a ridurre al minimo l'impatto che i processi di stampa possono avere sull'ambiente. La sostenibilità ambientale è strettamente legata ai comportamenti individuali, e così questo strumento è stato sviluppato per far comprendere esattamente ad ogni singolo utente come il suo modo di stampare influisca sull'ambiente che ci circonda ".

"Lexmark" - ha aggiunto Tedeschi - "è fortemente impegnata nell'ambito delle tematiche 'green', infatti ha avviato una serie di iniziative che supportano la sostenibilità ambientale rivolte non solo ai propri dipendenti ma anche ai clienti e che comprendono sia precise funzionalità ecologiche integrate nei propri prodotti che programmi ambientali e di riciclo".

Tutti coloro che utilizzano processi di stampa possono ridurre il loro impatto ambientale seguendo alcuni semplici passi:

1. Condividere le stampanti in ambito domestico attraverso la tecnologia di stampa Wireless
2. Utilizzare la modalità fronte/retro per evitare gli sprechi di carta
3. Preferire stampanti con una garanzia estesa per prolungare il ciclo di vita
4. Prediligere una stampante progettata secondo degli standard ecologici

5. Migliorare l'efficienza della stampante spegnendola dopo l'uso
6. Usare il software Lexmark Toolbar per stampare le pagine web con facilità e senza sprechi
7. Stampare in modalità bozza per ridurre la quantità di inchiostro utilizzato
8. Usare cartucce Lexmark XL ad alta resa
9. Restituire la stampante al termine del ciclo di vita ad un punto di raccolta dedicato
10. Aderire ai programmi Lexmark di raccolta gratuita delle cartucce esauste.

Lexmark International Group Inc. (NYSE: LXK) fornisce ad aziende e consumatori di oltre 150 Paesi una vasta gamma di prodotti, soluzioni e servizi per la stampa e l'imaging che aiutano ad essere più produttivi. Lexmark nel 2008 ha registrato un fatturato di 4.5 miliardi di dollari. Per conoscere le proposte Lexmark è possibile visitare il sito www.lexmark.it.

Lexmark e il logo Lexmark sono marchi di Lexmark International Inc., registrati negli Stati Uniti e/o in altri Paesi. Tutti gli altri marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari.

Angela Babbolin
Image Building
Via Torino 61
20123 Milano
Tel. +39 02/89011300
e-mail: a.babbolin@imagebuilding.it
www.imagebuilding.it


[1] Lexmark's Life Cycle Analysis è stata calcolata prendendo in considerazione il dispositivo multifunzione Inkjet X7675

.

Lo studio del ciclo di vita è stato eseguito secondo gli standard ISO 14040 e 14044 dal servizio Bio Intelligence, verificato e certificato da TNO.

- Utenti Europei

- Durata dell'utilizzo di una stampante: 3anni

- Numero di pagine stampate nell'intero ciclo di vita (3 anni): 8200

- Modalità di stampa: one-side, 1-up printing (1 pagina stampata per ogni foglio di carta)

- 80g/m² carta

- Nuove cartucce Lexmark ad alta resa (a colori e in bianco e nero)

- Senza connessione Wi-Fi.

LCA è un'analisi che è stata certificata da una terza parte indipendente, e utilizza 11 indicatori: esaurimento delle fonti non rinnovabili; energia primaria non rinnovabile; riscaldamento globale potenziale, riduzione dello strato di ozono; ossidazione fotochimica; acidificazione dell'aria; tossicità delle acque, tossicità umana; eutrofizzazione delle acque; ecotossicità della sedimentazione in acqua dolce; ecotossicità e del suolo.

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI