Cerca nel blog

mercoledì 18 novembre 2009

Coop Prato: magazzino tutto eco-sostenibile


Coop inaugura a Prato un magazzino tutto 'verde'

E' il nuovo polo logistico di Coop Italia non food, che ospita un impianto fotovoltaico dalla potenza di 2.895 Kw per una produzione di 3 milioni e 200 mila Kw/h di energia elettrica
Prato, 17 nov. - (Adnkronos) - Un magazzino tutto 'verde' dal tetto alle fondamenta. E' il nuovo polo logistico di Coop Italia non food, inaugurato a Prato che ospita un impianto fotovoltaico dalla potenza di 2.895 Kw per una produzione di 3 milioni e 200 mila Kw/h di energia elettrica, e una serie di accorgimenti ecocompatibili: caldaie a condensazione, riscaldamento a pavimento, sonde di luminosita' per il controllo delle lampade fluorescenti. Si tratta di un investimento di circa 100 milioni di euro per un magazzino destinato a rifornire i reparti non food di 1.400 punti vendita in tutta Italia movimentando 670 milioni di euro di merce all'anno.

"Un esempio di razionalizzazione logistica oltre che un polo all'avanguardia dal punto di vista ambientale", spiega Maurizio Martini presidente Consorzio nazionale non alimentari Coop Italia. "Per Coop -aggiunge Martini- e' un investimento significativo che abbiamo voluto fare perseguendo la logica della razionalizzazione del trasporto merci che abbiamo avviato gia' dal 2004 ottimizzando il rifornimento e garantendo sempre viaggi a pieno carico". Seguendo questa logica Martini sottolinea che sono stati ottenuti "egregi risultati: dal 2006, da quando abbiamo cominciato il processo di centralizzazione acquisti e consegne dei fornitori tutti gli indicatori di efficienza logistica sono migliorati. Avevamo fra gli obiettivi la realizzazione i un grande magazzino centrale per ridurre ancora i costi di navettaggio e movimentazione fra i molti depositi che avevamo. Da qui la nascita di un nuovo, grande polo della logistica Coop per i non alimentari".

Con la realizzazione di questo nuovo magazzino "e' stato raggiunto un secondo obiettivo che e' quello di aver realizzato una struttura a bassissimo impatto ambientale e con un forte rispetto per l'ambiente. Tutti elementi che stanno dentro le caratteristiche di Coop ormai da molti anni", dichiara Aldo Soldi, presidente Coop-Ancc (Associazione nazionale cooperative di consumatori). Questo cantiere aggiunge Soldi "non essendo stato in piedi per molto tempo ha dimostrato un livello di efficienza notevole. In questo arco di tempo hanno lavorato alla realizzazione del magazzino 145 ditte e soprattutto con la meta' dei lavoratori appartenenti alle piu' varie etnie del mondo. E' un bell'esempio di integrazione e come Coop siamo orgogliosi di averlo fatto".

Il nuovo edificio occupa un'area di 100mila metri quadrati ed e' costituito da un fabbricato ad uso magazzino di 50mila metri quadrati di superficie, di una palazzina uffici di circa 7.700 metri quadrati suddivisi su quattro piani. Il tetto ospita l'impianto fotovoltaico primo per dimensione in Italia tra gli impianti montati su singolo edificio e tra i primi venti in Europa. Progrettato da Inres, si compone di 15.650 pannelli in silicio policristallino forniti da Mitsubishi Electric, una superficie pari a quella di cinque campi da calcio e una produzione a regime, di 3 milioni e 200mila Kw/h di energia elettrica. Una produzione questa che consente di non immetere in atmosfera 1 milioni e 860 mila Kg di anidride carbonica all'anno.

In termini energetici complessivi, l'impianto non solo sara' in grado di soddisfare al completo fabbisogno di energia del nuovo polo logistico, ma produra' un quantitativo di energia eccedente: il surplus, stimato in 500mila Kw, sara' immesso e ceduto sulle rete di distribuzione nazionale. L'intera progettazione dell'edificio, ad opera di Tecnopolis, e' comunque stata sviluppata integrando tra loro le migliori soluzioni atte alla riduzione dei consumi energetici e dei carichi ambientali, tanto da poter essere considerata un esempio di svoluppo sistenibile.

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI