Cerca nel blog

martedì 30 giugno 2009

Gestire i rifiuti e capire i Raee: un modulo di aggiornamento e approfondimento

FORMAZIONE PERMANENTE SUI RIFIUTI

_____________________________________

Abbiamo il piacere di presentare un seminario della Formazione permanente sulla gestione dei rifiuti, previsto in Milano per il giorno mercoledì 22 luglio 2009.

"Gestire i rifiuti e capire i Raee: un modulo di aggiornamento e approfondimento"


Milano, mercoledì 22 luglio 2009
Relatori: Paola Ficco (Giurista ambientale) Maria Letizia Nepi (Vice Segretario Fise Unire – Unione imprese recupero)

Il tema della Gestione dei Rifiuti così come rivisto dal Codice ambientale e dalle recenti modifiche è materia di estremo interesse per tutti i produttori e i gestori di rifiuti.

Tutti questi soggetti sono possibili soggetti passivi di sanzioni amministrative e penali in relazione alla condotta posta in essere od omessa.

Legislazione complessa, in continua evoluzione e principi giuridici spesso sconosciuti smarriscono e confondono.

Nel Seminario sarà riservato spazio all'aggiornamento normativo e all'approfondimento di una serie di temi che, anche se non più nuovissimi, necessitano di puntualizzazioni e specifiche ulteriori. Il tutto anche con riferimento ai Raee, sempre in balia di una legislazione incompleta e più che mai farraginosa. Questo però non significa che non valgano criteri e regole generali che, se non osservate, possono integrare gli estremi di condotte perseguite – a vario titolo – dall'ordinamento giuridico.


Segreteria organizzativa
Rossana Franzoni
telefono 02 45487380
segreteria.formazione@reteambiente.it

Edizioni Ambiente srl
via N. Battaglia 10
20127 Milano
telefono 02 45487277
fax 02 45487333
www.edizioniambiente.it

Cartucce per stampanti e toner: acquisti agevolati per privati e aziende!

Buone notizie per le imprese che devono rinnovare macchinari e materiali relativi alla stampa come stampanti e fotocopiatrici ma anche toner laser, cartucce per stampanti compatibili, cartucce rigenerate e kit di ricarica. Con un recente decreto legge sono state introdotte una serie di misure finalizzate a limitare gli effetti dell’attuale congiuntura economica sfavorevole, che costituiscono la cosiddetta manovra d’estate.

Il decreto fiscale di inizio luglio prevede la detassazione al 50% degli utili reinvestiti dalle aziende in "macchinari e apparecchiature"; l’incentivo per le imprese ha preso il nome di Tremonti-Ter.
La tabella “Ateco 2007”, ovvero la lista dei macchinari che è possibile acquistare con detassazione, comprende anche macchine e attrezzature per ufficio: in questo elenco sono presenti anche materiali di stampa, come cartucce per stampanti compatibili, cartucce rigenerate, toner laser, mentre per adesso rimangono esclusi pc e periferiche. La manovra intende da una parte aiutare le imprese nei loro acquisti e dall'altra indirizzarle verso un settore, quello della meccanica, molto importante per il manifatturiero italiano. Il decreto è stato definitivamente approvato al Senato e ora si attende solamente la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

L'acquisto agevolato, in vigore dal 1 luglio 2009 fino al 30 giugno 2010, riguarda le macchine ammortizzabili contenute nella divisione 28 della tabella Ateco 2007 (lista che include la riparazione e la manutenzione di tutti i dispositivi di stampa e quindi anche gli accessori, come cartucce per stampanti, toner laser). Non ha importanza la veste giuridica del contribuente, di conseguenza il beneficiario dell’incentivo può essere una ditta individuale (artigiano), una società di persone, una società di capitali.

Non esitare! Affidati ai 300 negozi Eco Store per massimizzare il risparmio della tua azienda. Infatti, oltre alla detassazione prevista dal nuovo decreto legge, gli specialisti di Eco Store ti possono consigliare soluzioni economiche e di qualità: toner laser rigenerati, toner compatibili e toner originali, cartucce per stampanti compatibili, cartucce rigenerate e ricaricate, carta fotografica per stampanti e una vasta gamma di consumabili adatti a ogni esigenza di stampa.

Nei negozi di cartucce e carta per stampanti Eco Store, ogni acquisto significa risparmiare senza rinunciare alla qualità di stampa! Per saperne di più, clicca qui.

lunedì 29 giugno 2009

Nasce Henergìo: il primo gazebo modulare termofotovoltaico di Hydroplants.


Una delle aree nelle quali il confronto tra design ed ecosostenibilità è ancora nella sua fase iniziale è quella delle energie alternative: un mondo ancora fortemente concentrato sulle sue sperimentazioni e sulle risorse derivanti.
Da qui l’idea di Hydroplants, azienda leader in Italia in idrocultura e architettura del verde, di creare elementi outdoor dalla profonda ecosostenibilità e dal forte appeal, per una perfetta integrazione nel paesaggio.
Hydroplants insieme allo staff di designer e architetti di Doppiospazio, studio di comunicazione e architettura di Modena, ha progettato e realizzato Henergìo.
Henergìo è il gazebo termofotovoltaico dal design innovativo che, inserito in qualsiasi spazio verde pubblico o privato, utilizza una fonte inesauribile quale è il sole per produrre energia.
Un mix coinvolgente di etica ed estetica che si fonde in modo ideale in qualsiasi ambiente: dalle aree urbane a quelle più rurali, arricchendosi di infinite espressioni sensoriali e materiali.
Henergìo è in più, un gazebo perfettamente modulare per adattarsi alle varie disponibilità di spazio e alle differenti necessità di consumi.
È in grado di ospitare blocchi-funzione quali cucina da esterni, zona relax, vasca idromassaggio o docce, spazi serra, area bricolage, ecc. e di essere personalizzato attraverso optional e finiture.
Inoltre è facilmente adattabile per diventare un'autorimessa.
Un gazebo trasformista e poliedrico che si integra negli spazi verdi in modo nuovo, originale e soprattutto responsabile.
Henergio è una nuova visione del vivere ecologico, un’espressione dell’outdoor-living sostenibile ed emozionale.

Hydroplants landscape design
Strada Ponte Alto Nord, 209 - 41100 Modena
t.: 059 334601 – f. 059 821874 - info@hydroplants.it
www.hydroplants.it


domenica 28 giugno 2009

RAEE. Roma, 7 luglio '09: 1° rapporto sul riciclo dei rifiuti elettrici ed elettronici

Si terrà il prossimo martedì 7 luglio alle 10.00 a Roma presso la sala Capranichetta a piazza Montecitorio il convegno di presentazione del Primo Rapporto Annuale sul sistema di ritiro e trattamento dei RAEE, Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche.


Fra i partecipanti Filippo Bernocchi, delegato dell'ANCI alle Politiche ambientali.

Sono stati invitati, inoltre, il Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Stefania Prestigiacomo, e il senatore Antonio D'Alì, Presidente della Commissione Territorio Ambiente e Beni Ambientali di Palazzo Madama.

A moderare l'incontro Antonio Cianciullo, inviato de La Repubblica.

sabato 27 giugno 2009

La seconda vita delle cose. Il riutilizzo, nuova frontiera per la gestione dei rifiuti

Edizioni Ambiente

Dal riuso e dal riutilizzo è possibile progettare una nuova economia.

Cari lettori,
siamo lieti di presentarvi il volume

La seconda vita delle cose. Il riutilizzo, nuova frontiera per la gestione dei rifiuti

a cura del Centro di Ricerca Economica e Sociale dell'Occhio del Riciclone, pagine: 208 - euro 20,00

La seconda vita delle cose propone una tesi forte, quella secondo cui a partire dal riuso e dal riutilizzo sia possibile progettare una nuova economia, all'interno della quale il consumo dei beni possa essere prolungato fino alla loro effettiva obsolescenza. Così facendo, secondo gli autori, le marginalità sociali potrebbero venire assorbite senza ricorrere alla repressione o a pratiche assistenzialistiche.
La ragione è semplice: i processi di acquisizione, selezione, eventuale riparazione e redistribuzione delle merci usate richiedono un alto numero di operatori dotati di know how specifici, che mancano ai soggetti istituzionali (ingegneri e tecnici ambientali) ma che sono diffusi presso rovistatori, rigattieri, abusivi e svuotacantine. Il modello proposto dall'Occhio del Riciclone si caratterizza quindi per una serie di vantaggi: riduzione della quantità di rifiuti, valorizzazione di tradizioni e saperi troppo spesso ignorati, emersione e legittimazione di quote importanti di quell'economia informale che sempre più spesso caratterizza il panorama delle città che abitiamo.

L'Occhio del Riciclone è attivo nei settori dello studio e della progettazione di soluzioni al problema dei rifiuti e in quelli del design e della comunicazione.Comprende una cooperativa e un gruppo di ONLUS regionali costituito sotto il coordinamento di Occhio del Riciclone Italia ONLUS. Dal 2008 è inoltre attivo Ojo del Reciclon Mexico, con sede a Città del Messico.

Per acquistare:
- cliccate qui
- oppure scrivete a: matteo.reale@reteambiente.it

Inoltre, acquistando La seconda vita delle cose si può usufruire della promozione speciale: Il riciclo ecoefficiente. Performance e scenari economici, ambientali ed energetici a euro 14,00 anziché euro 20,00
Per ciascun materiale, i più recenti risultati delle analisi ambientali e di ciclo di vita e un aggiornamento delle tecnologie di trattamento dei rifiuti urbani in termini di prestazioni ambientali ed energetiche.



Edizioni Ambiente srl
via N. Battaglia 10
20127 Milano
tel. 0245487277
fax 0245487333

www.edizioniambiente.it
www.reteambiente.it
www.verdenero.it


giovedì 25 giugno 2009

Conai: RICICLO DEI RIFIUTI, MOTORE DI SVILUPPO ECONOMICO

Avviso ai giornalisti.

Convegno Conai a Roma (Piazza Montecitorio) 8 luglio 2009

Il RICICLO DEI RIFIUTI MOTORE DI SVILUPPO ECONOMICO

Gestire in modo corretto i rifiuti fa bene. Non solo all'ambiente ma anche in termini di costi e benefici economici. A Montecitorio, l'8 luglio, si fa il punto sulle politiche dei rifiuti di imballaggio in Italia, aprendo il dibattito ad un confronto internazionale sulla nuova direttiva Ue. In anteprima sarà presentato lo studio "I benefici della raccolta-riciclo in Italia".

Sulle politiche ambientali e di sviluppo di ogni Paese, legislatori, imprese e istituzioni sono chiamati a ricercare un complesso equilibrio tra sostenibilità ambientale e fattibilità economica. Questo tema – con un focus particolare sui vantaggi dell'uso del riciclo in termini di benefici economici e ambientali e sul loro ruolo come forte motore di sviluppo economico – sarà al centro del convegno "Le politiche dei rifiuti in Italia: sostenibilità ambientale, sostenibilità economica" che si svolgerà a Roma l'8 luglio nella Sala delle Conferenze, piazza Montecitorio, 123/A, dalle 9 alle 13.

Scopo del convegno è mettere a fuoco le opportunità e le criticità delle politiche dei rifiuti del nostro Paese, anche in vista della nuova Direttiva Ue e del contributo che la "green economy" può dare all'Italia nell'attuale fase di difficile congiuntura economica. Questo nel quadro di un confronto internazionale che vedrà presenti anche alti rappresentanti delle istituzioni europee, come Helmut Maurer, della Direzione ambiente della Commissione europea e Joachim Quoden, direttore Pro-Europe.

Nell'occasione verrà presentato uno studio, realizzato da Althesys, con i risultati prodotti dall'attività del sistema Conai per il riciclo e il recupero dei rifiuti di imballaggio, sia in termini di costi che di benefici, sia economici che ambientali e sociali, diretti e indiretti. È il caso dei costi di smaltimento evitati, delle emissioni da riciclo evitate e dei risparmi ottenuti dai materiali di riciclo.

Ai lavori prenderanno parte Piero Perron, presidente Conai, Alessandro Marangoni, amministratore delegato Althesys, che presentarà lo studio "I benefici della raccolta-riciclo in Italia"; Helmut Maurer, della Direzione ambiente della Commissione europea, Joachim Quoden, direttore Pro-Europe .

Nella seconda parte della mattina, una tavola rotonda con Guido Morini, Confindustria, Daniele Fortini, presidente Federambiente, Corrado Scapino, presidente Fise-Unire, Filippo Bernocchi, delegato Ambiente Anci, e Vittorio Cogliati Dezza, presidente Legambiente, coordinata da Jacopo Giliberto, del Sole 24 Ore.

I lavori saranno conclusi dal ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo.

Programma
09.00 Registrazione e welcome coffee
09.30 Saluto e introduzione: Piero Perron, Presidente Conai
09.45 Presentazione dello studio
"I benefici della raccolta-riciclo in Italia", Alessandro Marangoni, CEO Althesys
10.15 La nuova direttiva rifiuti: quali prospettive per il riciclo?, Helmut Maurer, European Commission, DG Environment
10.45 Gestione dei rifiuti e riciclo: una prospettiva internazionale, Joachim Quoden, Direttore Pro-Europe
11.15 Rifiuti e riciclo in Italia: industria, istituzioni e operatori ambientali a confronto
Modera: Jacopo Giliberto, Il Sole 24 Ore
Ne discutono:
Guido Morini, Dirigente Confindustria
Daniele Fortini, Presidente Federambiente
Corrado Scapino, Presidente Fise-Unire
Filippo Bernocchi, Delegato Ambiente ANCI
Vittorio Cogliati Dezza, Presidente Legambiente
13.00 Conclusioni: Stefania Prestigiacomo, Ministro dell'Ambiente*


* è stato invitato


Buffet


Per ulteriori informazioni:

Ufficio stampa per Althesys

press@althesys.com; 02.33610690

Extralamp raccolta straordinaria per gli installatori




Cosa offriamo agli installatori?
Chi può usufruire del servizio Extralamp?
Quanto dura il servizio?



Cosa offriamo agli installatori?

Ecolamp offre agli installatori su tutto il territorio nazionale un servizio gratuito di ritiro, presso il proprio magazzino, e di trattamento delle sorgenti luminose esauste.

Per usufruire del servizio, clicca su REGISTRATI ed effettua l’iscrizione al servizio EXTRALAMP. È semplice e veloce: dopo aver inserito il tuo indirizzo, riceverai subito una mail per completare la procedura.
Raggiunti i 100 kg di sorgenti luminose esauste, puoi effettuare una richiesta di ritiro attraverso l’area riservata ACCEDI. Il consorzio Ecolamp inoltrerà la richiesta all’operatore locale, che entro 20 giorni lavorativi effettuerà il ritiro dei bancali di sorgenti luminose esauste, da te opportunamente confezionati. I rifiuti ritirati saranno di norma stoccati presso un deposito autorizzato e successivamente destinati all’impianto di trattamento.



Ricordiamo che:

- Per poter effettuare la richiesta di ritiro devi iscriverti al portale del servizio “EXTRALAMP”. L’iscrizione sarà valutata dal consorzio Ecolamp e solo se conforme potrai avere accesso al servizio.

- La quantità minima per ogni richiesta di ritiro di sorgenti luminose a scarica esauste è 100 kg. In caso venga effettuata una richiesta per un quantitativo inferiore, Ecolamp si riserva il diritto di non effettuare il ritiro delle sorgenti luminose richiesto e di addebitare i costi sostenuti.

- È possibile avere attiva solo una richiesta di ritiro al mese.

- È tua responsabilità provvedere ad un adeguato confezionamento delle sorgenti luminose (per maggiori informazioni scarica le istruzioni per il confezionamento in PDF)

Rilegno: contro la crisi, il riciclo

Newsletter 01.2009

06.2009

Istituzionale

Mercato e curiosità

Consorzio Nazionale Rilegno - Via Aurelio Saffi 83 - 47042 Cesenatico (FC) - tel. 0547 67 29 46 - fax 0547 67 52 44
© RILEGNO 2009 - tutti i diritti riservati - P.I. 02549390405 e-mail: info@rilegno.org

Lampade esauste: Ecolamp raddoppia raccolta 2009

Comunicato stampa 25 giugno 2008


Ecolamp raddoppia nei primi sei mesi del 2009 i risultati di raccolta del 2008

Il Consorzio conferma la propria posizione di leader

nel recupero e lo smaltimento delle sorgenti luminose esauste

Il successo della raccoltaE' con grande soddisfazione che Ecolamp dichiara di aver duplicato nei primi sei mesi del 2009 il risultato dell'intero anno 2008 raggiungendo i 320.000 kg di lampadine raccolte in tutta Italia: un traguardo molto significativo se si considera che nell'intero anno 2008 il Consorzio aveva raggiunto un totale di 160.000 kg di sorgenti luminose raccolte.
L'impegno di Ecolamp nell'educazione e sensibilizzazioneL'impegno di Ecolamp nella sensibilizzazione dei cittadini a comportamenti virtuosi, di rispetto per l'ambiente e di attenzione verso la raccolta differenziata di questi rifiuti, ha sortito ottimi risultati. Non solo: Ecolamp è attivo nella sensibilizzazione anche dei professionisti dell'illuminotecnica, per i quali ha ideato Extralamp. Il servizio Extralamp, attivo dal 1° febbraio 2009, permette agli installatori di impianti di illuminazione di richiedere il ritiro gratuito delle sorgenti luminose esauste presso i loro magazzini in tutta Italia, per un quantitativo minimo di 100 chilogrammi a richiesta fino al 31 dicembre 2009.

E' attraverso questi due canali di azione che Ecolamp ha potuto ottenere questo successo.


Il consorzio Ecolamp e la mission
Ecolamp, il principale consorzio senza scopo di lucro per la raccolta e lo smaltimento di apparecchiature di illuminazione, costituito nel 2004 dalle principali aziende nazionali ed internazionali del settore illuminotecnico, gestisce in tutto il Paese un servizio di ritiro, trasporto e trattamento delle apparecchiature di illuminazione a fine vita.
I numeri di EcolampIl Consorzio ad oggi fornisce i propri servizi ad oltre 2500 centri di raccolta comunali in tutta Italia e ha provveduto a fornire oltre 6000 contenitori di proprietà del Consorzio da posizionare nelle isole ecologiche per un investimento totale di 1,5 milioni di euro: Ecolamp ha infatti ideato e realizzato dei cassonetti metallici appositi per il conferimento delle sorgenti luminose esaurite che, in quanto rifiuti fragili e pericolosi, devono essere trasportate in totale sicurezza. I contenitori verdi Ecolamp, rigorosamente conformi agli standard europei, sono stati studiati in due versioni, una per la raccolta dei tubi fluorescenti lineari e una per tutte le altre tipologie di lampade; ognuno dei contenitori è dotato di un codice a barre che ne permette l'identificazione e la tracciabilità lungo tutto il percorso: dal centro di raccolta all'impianto di trattamento.
Fabrizio D'Amico, DG di Ecolamp: la strategia di Ecolamp"Il raggiungimento di questo traguardo rappresenta per noi un successo che ci stimola ad impegnarci con sempre maggior decisione e ad investire energie nell'ambito dell'education e del servizio agli operatori professionali del mondo illuminotecnico" afferma Fabrizio D'Amico, Direttore Generale di Ecolamp. "L'esperienza di questi anni ci ha insegnato che sono questi i canali su cui porre la nostra attenzione: da un lato l'educazione al cittadino, che ha difficoltà nel riconoscere nelle lampadine esauste un rifiuto che necessita di un particolare trattamento rispetto al vetro, per via dei materiali nocivi in esse contenute; dall'altro i servizi rivolti ai professionisti che, dovendo gestire grandi quantità di rifiuti di questo tipo e non potendo appoggiarsi alle isole ecologiche comunali, devono essere incentivati alla corretta gestione dei medesimi".

http://www.ecolamp.it/

Ufficio Stampa Ecolamp: Conca Delachi – Sara Gentile sgentile@concadelachi.com Tel. 02/48193458

Marketing & Comunicazione Ecolamp: Martina Cammareri cammareri@ecolamp.it Tel. 02/37052936

mercoledì 24 giugno 2009

Ecocar, la prima rivista tutta dedicata alle auto ecologiche


NASCE ECOCAR, LA PRIMA RIVISTA IN EUROPA DEDICATA ALLE AUTO E AL LIFESTYLE ECOLOGICI

Roma 24 giugno 2009 - Dal 25 giugno in tutte le edicole nazionali debutta EcoCar, la prima rivista in Europa interamente dedicata alle auto a basso impatto ambientale e al lifestyle ecologico.

La rivista edita dalla Eurosport Editoriale è diretta dalla giornalista Marina Terpolilli, già collaboratrice di importanti testate nazionali. Un'informazione puntuale, un linguaggio semplice, un progetto grafico innovativo e accattivante (Simone Zaccaria - Direttore Creativo, Gianni Morelli - Art Director), guideranno il lettore alla scoperta dell'ecologia in movimento, orientandolo verso la scelta migliore. Parole come bifuel, ibrido, fuel cell, bioetanolo, biodiesel, che presto diventeranno parole del linguaggio comune, per i lettori di EcoCar saranno familiari da subito, per consentire loro, valutazioni razionali e consapevoli, agevolate da un listino dedicato alle auto ecologiche, classificate scientificamente per classe di efficienza energetica.

EcoCar offre ai lettori un panorama per quanto possibile più vasto sull'automobile che guideranno tutti i giorni. Vetture a basso impatto ambientale Gpl, metano, ibride, elettriche, clean diesel, idrogeno, flexi fuel e prototipi, saranno le protagoniste del nuovo magazine che vuole mettere a nudo tutte le auto protagoniste del mercato, attraverso approfonditi test strumentali eseguiti in pista e su strada, per evidenziare il DNA di ciascuna e la migliore destinazione d'uso. Approfondimenti tecnici su motorizzazioni, tecnologie e biocarburanti, consigli di guida ecologica orientati all'ottimizzazione e al risparmio dei consumi di carburante, test drive e comparative, curiosità e suggerimenti per gli automobilisti di oggi e di domani, sono solo alcuni dei temi trattati e costantemente aggiornati anche sul portale http://www.ecocaronline.it/ EcoCar, inoltre si concentra sul tema dell'ecosostenibilità, offrendo anche una panoramica sulle energie rinnovabili, il risparmio energetico e l'utilizzo di tecnologie a basso impatto ambientale, perché l'ecologia è uno stile di vita a 360 gradi. Come suggerisce il "payoff" della testata: "Make it your lifestyle".

Ecocar è su YouTube con un canale dedicato http://www.youtube.com/user/ecocaronline

www.ecocaronline.it

Per informazioni:

Eurosport Editoriale Via della Bufalotta, 378 - 00139 Roma
Tel. +39 06 45231500 - Fax +39 06 45231598

info@eurosporteditoriale.com

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI