Cerca nel blog

giovedì 14 gennaio 2010

Eletto il personaggio più influente dell'Ambiente in Italia nel 2009. E' Giulio Tremonti!

Gentili colleghi,

Di seguito e in allegato il comunicato stampa relativo al Personaggio dell'Ambiente 2009 che, a gran sorpresa, è risultato essere Giulio Tremonti. Milena Gabanelli seconda e i conduttori di Caterpillar terzi.

E' Giulio Tremonti il Personaggio Ambiente 2009 in Italia

greenMe.it, il magazine di lifestyle ecologico stila la classifica dei personaggi più influenti dell'Ambiente in Italia nell'anno appena trascorso. Al secondo posto Milena Gabanelli di Report e i conduttori di Caterpillar

Il Personaggio Ambiente 2009 in Italia? E' Giulio Tremonti, il Ministro dell'Economia. A seguire, Milena Gabanelli di Report e i due conduttori di Caterpillar Massimo Cirri e Filippo Solibello. A decretare i vincitori e a stilare la classifica delle persone che nel 2009 hanno maggiormente influenzato l'ambiente in Italia, il portale greenMe.it.

Il magazine di lifestyle ecologico premiato ad Ecomondo come progetto più innovativo di Marketing Ambientale ed etico all'interno dei MAE Awards 2009 e diventato in breve tempo uno dei maggiori siti di riferimento in Italia per l'ecologia e il vivere sostenibile, ha chiesto ai suoi 7537 abbonati e agli oltre 5000 lettori giornalieri di votare tra una lista di 21 candidati scelti tra i protagonisti di spicco della politica, dei media, dell'economia e delle associazioni, chi, a loro parere, fosse il rappresentante meritorio dell'appellativo di "Personaggio Ambiente in Italia del 2009".

Al sondaggio, rimasto on line per 5 giorni e inviato per e-mail nella newsletter settimanale, hanno partecipato un totale di 2.279 utenti, il 14.7% dei quali (335 voti) ha emesso il suo verdetto in favore di Giulio Tremonti, considerato colui che, avendo in mano la gestione delle casse dello Stato, può decidere delle sorti di un settore piuttosto che di un altro, in virtù degli incentivi o di altri finanziamenti. Anche dell'Ambiente.

Da un'analisi della classifica (disponibile integralmente in allegato e sul sito www.greenme.it), emerge la grande influenza dei media sul settore, molto più della politica o dell'ambientalismo stesso: Report, Caterpillar e Striscia la Notizia risultano i reali portavoce dell'ecologia oggi in Italia , ognuno con il proprio stile, con la propria credibilità e personalità, ma accomunati dai favori e dalle percezioni. Così Milena Gabanelli, di cui è apprezzata la serietà e l'intraprendenza, conquista il secondo posto con il 13,9% dei consensi (318 voti) e gli esuberanti Massimo Cirri e Filippo Solibello, promotori dell'inziativa italiana più seguita (ed in fase di nuova edizione) "M'illumino di meno", conquistano il terzo gradino del podio con 12,6% e 287 voti. Apprezzato anche Antonio Ricci (in 8° posizione con 122 voti), mentre è da notare l'assenza nella top ten di Beppe Grillo (appena 13° con 75 voti, il 3,3% del totale), che forse solo un anno fa sarebbe stato tra i primi 5. Manca un po' dall'attivismo abientale, anche se alcune sue campagne sono ancora in fioritura. Eccellente risultato per Mario Tozzi (ex conduttore di Gaia e 11° nella classifica con 80 voti), personaggio considerato credibile, anche se non particolarmente in vista.

Stupisce trovare, quindi, i Presidenti italiani di Greenpeace (Giuseppe Onofriu è 5° con l'8,6% dei consensi), di Legambiente (Vittorio Cogliati Dezza è 7° con 6,1%), del WWF (al 9° posto con 103 voti, il 4,5%) e delle altre associazioni che rappresentano il tramite tra la persone e l'Ambiente, scavalcati nella percezione da attori di altri settori; ma evidentemente le campagne, le inchieste e le denunce dei programmi sopra citati sono considerati più efficaci o credibili. Oppure è soltanto un problema di maggiore o minore visibilità, anche se va considerato che siamo di fronte ad un parterre di votanti interessati, competenti e partecipanti al mondo green.

E la politica? Oltre al primo posto di Tremonti, da notare il sesto posto di Silvio Berlusconi (6,9%), probabilmente votato da affezionati sostenitori, ma soprattutto il quarto posto di Obama (9,4% con 214 voti) ed il decimo del competente ministro Prestigiacomo (84 voti, ovvero il 3,7%). Obama, è percepito come il principale tra gli attori internazionali il cui operato si è riflesso nelle politiche ambientali italiane, anche se la Conferenza di Copenhagen rimane principalmente una sua sconfitta. Il ministro Stefania Prestigiacomo invece paga forse la bagarre politica, ed una generale insufficiente considerazione.

Pressoché ignorate l'economia e le istituzioni europee: così nelle ultime quattro posizioni troviamo rispetivamente Stavron Dimas, Commissario europeo Ambiente, Manuel Barroso presidente della Commissione Europea) che, esattamente come Fulvio Conti (AD e Direttore Generale Enel) e Roberto Poli (Presidente Enel), hanno ricevuto solo una manciata di voti.


Visto le reazioni e il dibattito che si è acceso dopo la pubblicazione sul sito, sia nei commenti all'articolo che nella pagina fan di Facebook di greenMe.it, credo che la notizia possa essere interessante anche per i vostri lettori.

Rimango a disposizione per ulteriori informazioni o richieste di materiale.

Questo il link all'articolo e alla classifica che trovate anche in allegato: http://www.greenme.it/approfondire/speciali/1517-eletto-il-personaggio-ambiente-2009-secondo-i-lettori-di-greenmeit

--
Simona Falasca
Ufficio Stampa

greenMe.it
www.greenme.it
www.wellme.it





--
Simona Falasca
Ufficio Stampa

greenMe.it
www.greenme.it
www.wellme.it

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI