Cerca nel blog

venerdì 30 aprile 2010

Imballaggi in legno a convegno. Milano7 maggio 2010



QUARTO CONVEGNO NAZIONALE

DEGLI IMBALLAGGI di LEGNO


Xylexpo, Fiera Milano - Rho
Sala Sagittarius, Centro Congressi Stella Polare
venerdì 7 maggio 2010, dalle 14 alle 17,30


Per il quarto anno consecutivo Rilegno, in collaborazione con il Consorzio Servizi Legno Sughero, chiama a raccolta gli operatori del settore degli imballaggi in legno (pallet, cassette per la frutta, imballaggi industriali). Tema di quest'anno: "Ambiente e sicurezza per vendere?"


Ambiente, sicurezza, mercato: tre parole chiave al centro del quarto Convegno Nazionale del settore degli imballaggi in legno promosso da Rilegno, il consorzio nazionale che coordina e promuove raccolta, recupero e riciclaggio degli imballaggi in legno (pallet, cassette per la frutta, imballaggi industriali) e dal Consorzio Servizi Legno-Sughero. L'appuntamento è a Xylexpo alla Fiera di Milano Rho, venerdì 7 maggio, dalle 14 alle 17,30 Sala Sagittarius, Centro Congressi Stella Polare.

L'incontro rappresenta un importante momento di riflessione sull'andamento del settore, e già nelle scorse edizioni (a Verona, Milano e Roma) è risultato particolarmente apprezzato dai numerosi partecipanti, produttori di imballaggi in legno e operatori del settore logistica provenienti da tutta Italia.

Gli interventi in programma toccano diversi aspetti del comparso riconducibili alle tre parole chiave scelte, ambiente, mercato, sicurezza: si parlerà del trend del riciclo dei rifiuti di legno, dello studio del ciclo di vita (LCA) del sistema Epal svolto dal Politecnico di Milano, dei risultati di una ricerca sul trattamento termico ISPM 15 condotta da CNR e Università di Torino, del mercato nazionale e internazionale del legno per imballaggi, del marchio di qualità per gli imballaggi ortofrutticoli, della filiera degli imballaggi nelle regioni del Sud, dell'utilizzo di imballaggi industriali nei porti, di certificazione della portata con il modello PalOk.

Non mancherà infine la presentazione della rivista Imballaggi & Riciclo, nuovo organo di informazione per l'intero settore degli imballaggi in legno, e il primo Dossier dell'Imballaggio realizzato da Rilegno e Conlegno.

La partecipazione al convegno è gratuita, ma la prenotazione è obbligatoria (Rilegno, tel. 0547 672946)

Il convegno è organizzato in collaborazione con: Assoimballaggi, Federlegno-Arredo, Confartigianato Legno Arredo, CNA Unione Produzione Legno Arredo, UNITAL Unione Industrie Italiane Arredi Legno.



4° CONVEGNO NAZIONALE DELL'IMBALLAGGIO DI LEGNO
PROGRAMMA




14,00 Registrazione dei partecipanti

14,15 Introduzione e saluti (Presidente Rilegno, Presidente Conlegno, Associazioni Nazionali di Categoria)


AMBIENTE


14.30 Il trend del riciclo: tendenze e prospettive

a cura di Rilegno


14,50 LCA del sistema EPAL: anteprima dei risultati

A cura di Giovanni Dotelli, Politecnico di Milano


15,10 Trattamento termico ISPM 15: risultati in anteprima della ricerca Ivalsa/CNR e Università di Torino

a cura del prof. Roberto Zanutini e dott. Corrado Cremonini (Università di Torino)



MERCATO


15,30 Il mercato nazionale e internazionale del legno per imballaggi: oggi e domani

a cura di Paolo Ninatti, presidente Assolegno e Roberto Tengg, Agrifor International


15,50 Imballaggi ortofrutticoli: un marchio di qualità per il settore

A cura di Luca De Nardo


16,10 La filiera dell'imballaggio nelle regioni del Sud

A cura di Paolo Gardino


SICUREZZA


16,30 Porti e imballaggi industriali

a cura di ius Sitris


16,50 La portata certificata: opinioni a confronto. I nuovi modelli di PalOk

a cura del CRIL


17,10 La nuova rivista Imballaggi & Riciclo e il Primo Dossier dell'Imballaggio

presentazione


17,20. Dibattito e conclusioni.


Modera il convegno Sebastiano Cerullo, rssponsabile Assoimballaggi




--
Postato da Redazione del CorrieredelWeb.it su MilanoNotizie

giovedì 29 aprile 2010

ECOMONDOtuttolanno Alma Mater Studiorum Università di Bologna-Polo di Rimini: "Nuove opportunità per una Green Industry attraverso l'Ecodesign




PRESENTA

ALMA MATER STUDIORUM

UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

Polo Scientifico Didattico di Rimini

CdL

TECNOLOGIE CHIMICHE PER L'AMBIENTE E PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI

CHIMICA E TECNOLOGIE PER L'AMBIENTE E PER I MATERIALI

Curriculum AMBIENTE, ENERGIA, RIFIUTI

CONFERENZA DI AMBIENTE 2010


Mercoledì 5 Maggio

Ore 14.30 – 17.00

Aula 2-Navigare Necesse

Via dei Mille 39 – Rimini

Saluti di benvenuto

- Presidente Polo Scientifico-Didattico di Rimini

Prof. Giorgio Cantelli Forti

- Assessore Provinciale Ambiente

Dott.ssa Stefania Sabba

Introduzione

Prof. Luciano Morselli

Presidente del CdL


Conferenza

Dr.ssa Ilda Mannino

Venice International University

Nuove opportunità per una Green Industry

attraverso l'Ecodesign e la riduzione dei Rifiuti


Con il Patrocinio di:

Comune di Rimini; Provincia di Rimini; CONAI, Milano; COMIECO, Milano; Hera Rimini, Tetra Pak Italiana S.p.A., Rubiera (RE); LAV srl, Rimini; CMS, Marano sul Panaro, Gruppo CSA, Rimini, Gruppo Frati, Pomponesco (MN), Gruppo Fiori, Calcara di Crespellano (BO)

In collaborazione con gli Sponsor ufficiali del Corso di Laurea:

UniRimini SpA RiminiFiera SpA HERA SpA


posted by www.corrieredelweb.it

lunedì 26 aprile 2010

ACCORDO FOTOWATIO BP SOLAR PER NUOVI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

FRV punta sull'Italia e investe 125 milioni di euro

ACCORDO TRA FRV E BP SOLAR:

AL VIA LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER 37 MW

Milano, 26 Aprile 2010 – Fotowatio Renewable Ventures (FRV), multinazionale spagnola leader in campo fotovoltaico, e BP Solar, uno dei principali operatori mondiali del settore, hanno siglato un accordo per la costruzione in Italia di impianti di energia solare per un totale di 37.1 MW. Un piano di investimenti da 125 milioni di euro per il Gruppo spagnolo.

Attraverso l'accordo, FRV – che rimarrà unico proprietario e gestore degli impianti – affida a BP Solar la costruzione dei siti, la cui costruzione è prevista entro la fine del 2010. La costruzione degli impianti porterà alla creazione di circa 200 posti di lavoro in fase di costruzione e di 15 permanenti a sito operativo.

Gli impianti, una volta in esercizio, soddisferanno il fabbisogno energetico corrispondente al consumo di circa 28.000 famiglie ed eviteranno l'immissione in atmosfera di oltre 60.000 tonnellate di Co2.

Oggi, FRV gestisce 205,9 MW tra Spagna, Italia e USA, di cui 123,94 in Spagna (109,96 MW attivi e 13,98 MW in costruzione), 37,93 MW negli USA (36,77 MW attivi e 1,16 MW in costruzione) e 44,04 MW in costruzione in Italia.

"Con questo progetto, che si aggiunge ai 5 MW già completati in Puglia e all'impianto da 10 MW avviato in Lazio, FRV fa un passo ulteriore verso il consolidamento in Italia, Paese chiave nella nostra strategia di sviluppo in Europa" afferma Andrea Fontana, AD di FRV per l'Italia. "BP Solar è un punto di riferimento internazionale nel settore fotovoltaico, e l'accordo siglato oggi pone tutti i presupposti per una sinergia vincente basata sull'unione del nostro know how in fase di strutturazione finanziaria e nella gestione degli impianti, alle capacità industriali di BP Solar."


"L'accordo siglato oggi con FRV", aggiunge Gianni Chianetta, AD di BP Solar Italia, "è un importante passo verso il raggiungimento degli obiettivi che BP Solar si è prefissata per il consolidamento sul mercato italiano, che consideriamo strategico a livello mondiale. Questi 37 MW si aggiungono agli 8 MW di grandi impianti che abbiamo nel 2009, e agli 11 MW in costruzione e che si prevede verranno completati nel primo semestre 2010. Avviare partnership solide con Gruppi affidabili e con una visione di lungo periodo, come quella con FRV, è alla base della strategia che ci ha fatto raggiungere già nel 2009 il record di 1GW installato nel mondo, tra impianti residenziali, commerciali e di grandi dimensioni".

Il fotovoltaico in Italia

Considerando il record di 1 GW di potenza installata con il secondo conto energia, corrispondenti a 70.000 impianti, da aggiungere ai 165 MW del primo conto energia, l'Italia si piazza in seconda posizione in Europa, dopo la Germania (fonte:GSE). Il business del fotovoltaico in Italia è oggi composto da circa 1000 imprese, tra produttori, distributori e installatori di sistemi e componenti. Il giro d'affari generato per il 2009 è stimato in 2,5 miliardi di euro, mentre dal punto di vista occupazionale il fotovoltaico impiega direttamente o indirettamente circa 20mila persone (fonte: Assosolare, Associazione Nazionale Industria Fotovoltaica).

Informazioni su FRV

FRV è un operatore indipendente specializzato nello sviluppo e nella gestione di impianti fotovoltaici. Con il quartier generale a Madrid (Spagna) e una sede USA a San Francisco, FRV vanta tra gli azionisti di rfierimento GE Energy Financial Services (Gruppo General Electric), Landon Group e Qualitas Venture Capital.
FRV è uno dei principali operatori del fotovoltaico al mondo, con un totale di 205,9 MW già attivi o in fase di sviluppo tra Europa e USA.


Informazioni su BP Solar

BP Solar, parte di BP Alternative Energy, la divisione del gruppo BP dedicata alle energie alternative, è un'impresa globale con circa 1.600 dipendenti nel mondo. BP Solar produce e commercializza prodotti per il settore dell'energia solare e sviluppa soluzioni "chiavi in mano" in ambito residenziale, commerciale, industriale e delle utilities. Con più di 37 anni di esperienza e impianti in diversi Paesi, BP Solar è uno dei maggiori player del mercato del fotovoltaico a livello mondiale e investe ogni anno più di 10 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo nel settore fotovoltaico.


Per ulteriori informazioni:


Close to Media (ufficio stampa FRV)
Francesca Valagussa
tel. +390270006237 mob. +393358484706

francesca.valagussa@closetomedia.it

Laura Deni (ufficio stampa BP Italia)

Via Cechov 30/2 – 20151 Milano

Tel. +390233445235

Deni.laura@bp.com


Studio Navone (ufficio stampa BP Solar Italia)

Lucia Navone

Tel. +390270107328 mob. +393483151022

lucianavone@studio-navone.it


domenica 25 aprile 2010

KeyEnergy segnala: "La corsa della Green Economy. Come la rivoluzione verde sta cambiando il mondo" di Antonio Cianciullo e Gianni Silvestrini

Come la rivoluzione verde sta cambiando il mondo

di Antonio Cianciullo, Gianni Silvestrini
pagine: 208 - euro 14,00



Entro dieci anni il settore rinnovabili in Germania supererà il settore automobilistico. In Cina, leader mondiale del solare, mezzo miliardo di persone utilizza l'energia pulita prodotta da piccoli impianti. Negli Stati Uniti quasi la metà della potenza elettrica installata negli ultimi due anni viene dal vento. In Europa nel 2009 le rinnovabili hanno avuto crescite insperate.
È una svolta radicale: non più profitto contro benessere ma profitto dal benessere. Un nuovo modello di democrazia energetica in cui potere e vantaggi economici sono decentrati.


Per leggere il sommario
Per visionare uno stralcio del volume
Per acquistare online
Per scaricare il modulo d'ordine

giovedì 22 aprile 2010

ENEA Workshop DETRAZIONI FISCALI Efficienza energetica - Programma 4-05-2010

INVITO STAMPA E PROGRAMMA

Workshop

DETRAZIONI FISCALI PER L'EFFICIENZA ENERGETICA:

ANALISI, RISULTATI E PROSPETTIVE

4 maggio 2010

ENEA - Via Giulio Romano, 41 - Roma

Le detrazioni fiscali del 55% per coloro che intraprendono interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti, introdotte dalla Legge Finanziaria 2007 e confermate fino alla fine di quest'anno, costituiscono il più generoso programma di incentivazione messo in campo, non solo in Italia ma anche in Europa, per limitare il consumo di energia e le emissioni di gas climalteranti nel settore edile, a cui si deve circa un terzo del consumo di energia per gli usi finali.

La possibilità, da parte di chiunque, sia persona fisica che giuridica, di fruire degli incentivi per realizzare lavori di efficientamento energetico del proprio immobile e la consistenza dei limiti massimi di detrazione previsti per i diversi interventi, sono alcuni dei fattori che hanno determinato il successo di questo programma, testimoniato da circa 600.000 utenti in tre anni di vigenza delle detrazioni.

Dal 2007, per conto del Ministero dello Sviluppo Economico, l'ENEA gestisce questi incentivi, fornendo assistenza tecnica a tutte le possibili categorie di utenti (cittadini, tecnici, imprese), relativamente ai requisiti tecnici e alle procedure che si rendono necessarie per l'accesso agli stessi, oltre ai compiti di ricezione della documentazione e al monitoraggio dei dati ambientali ed economici in essa contenuti.

Questo incontro è l'occasione per stilare un bilancio dei risultati ottenuti e per un confronto tra le parti interessate sulle prospettive del programma e le implicazioni della scadenza del programma stesso, fissata al 31 dicembre 2010.

Programma

09:00 Registrazione e welcome coffee
09:30 Apertura dei lavori
  • Stefano Saglia - Sottosegretario di Stato Ministero dello Sviluppo Economico
  • Rosaria Fausta Romano –Direttore Generale per l'energia nucleare, le energie rinnovabili e l'efficienza energetica – Ministero dello Sviluppo Economico
  • Aldo Polito - Direttore Centrale Servizi ai Contribuenti Agenzia per le Entrate
  • Rino Romani – Responsabile Unità Tecnica per l'Efficienza Energetica – ENEA
10:30 I punti di forza del sistema di incentivazione
  • Amalia Martelli – ENEA
11:00 I risultati del 2008 e le tendenze del 2009: l'opportunità di una proroga
  • Giampaolo Valentini – ENEA
11:30 Il nuovo sito per l'invio della documentazione per il 2010
  • Roberto Guadagni – ENEA
11:45









12.45

TAVOLA ROTONDA

Modera: Luciano Barra – Ministero dello Sviluppo Economico

  • Paolo Landi - Segretario Generale ADICONSUM
  • Francesco Duilio Rossi - Presidente Ordine degli Ingegneri Provincia di Roma
  • Piero Torretta – Vice Presidente ANCE per la Tecnologia e l'Innovazione (*)
  • Valeria Erba - Presidente ANIT
  • Angelo Artale - Direttore Generale FINCO
  • Sergio D'Alessandris - Presidente ASSOLTERM
  • Paola Ferroli - Presidente ASSOTERMICA

Conclusioni

  • Giovanni Lelli - Commissario ENEA
    Al termine dei lavori gli esperti dell'ENEA risponderanno alle domande del pubblico sugli aspetti tecnici e procedurali del programma di incentivi

LCA cartucce. Lexmark dimostra beneficio di comportamenti di stampa responsabili

22 aprile 2010

Lo studio sul ciclo di vita delle cartucce realizzato da Lexmark dimostra il beneficio di comportamenti di stampa responsabili

Lexington, Ky.,– La ricerca Life Cycle Assessment (LCA) di recente commissionata da Lexmark International, Inc. (NYSE: LXK) per meglio comprendere l'impatto ambientale delle proprie cartucce toner, ha dimostrato quale significativo vantaggio si possa avere, in termini ambientali, riciclando una cartuccia di toner usata. Lo studio Lexmark sul ciclo di vita[1] delle cartucce dimostra che restituire le stesse a Lexmark per il riciclo, tramite il programma gratuito di raccolta, anziché gettarle nel flusso di rifiuti solidi urbani, riduce l'impronta di carbonio fino al 60%[2].

L'analisi del ciclo di vita (LCA) costituisce una valutazione complessiva dell'impatto ambientale di un prodotto in ciascuna fase del proprio ciclo di vita: a partire dall'estrazione delle materie prime alla produzione di materiali di base, la distribuzione, l'utilizzo e lo smaltimento.

"È necessario che coloro che utilizzano una stampante siano consapevoli di quanto il loro comportamento possa influire sull'ambiente e la sua tutela" ha dichiarato Marty Canning, Vice Presidente Lexmark e Presidente della divisione Printing Solutions and Services. "Lexmark si è data come priorità la formazione dei propri clienti per diffondere la cultura dell'eco sostenibilità nei processi di stampa e minimizzare l'impatto sull'ambiente".

Come possono contribuire i clienti

Lexmark incoraggia i suoi clienti a seguire questi suggerimenti per ridurre le emissioni di carbonio, partendo dalla stampa quotidiana:

  • Stampare solo ciò che è necessario, e realizzare stampe fronte-retro, quando possibile

  • Stampare diverse pagine su un foglio solo, utilizzando la funzione di stampa multi-up

· Favorire processi documentali digitali e utilizzare altre funzioni, come la scansione verso email per la condivisione dei documenti

· Utilizzare toner e cartucce ad alta resa invece di cartucce standard. Per l'intero ciclo di vita del dispositivo sarà sufficiente un minor numero di cartucce, riducendo i rifiuti e risparmiando materie prime

L'impegno di Lexmark per una gestione responsabile dello smaltimento

· Lexmark Cartridge Collection Program evita che, ogni anno, milioni di toner e cartucce a getto d'inchiostro Lexmark finiscono nelle discariche, poiché rende semplice per i clienti la restituzione delle cartucce esauste per il riciclo. Il programma è gratuito e disponibile in più di 50 paesi

· Lexmark promuove il programma affinché nessuna cartuccia restituita finisca in discarica, il 100% delle cartucce pervenute con con questo programma vengono riutilizzate o riciclate

Per ulteriori informazioni, visitare la pagina "Lexmark Facebook, il feed Twitter "LexmarkNews", o il canale YouTube "LexmarkNews"

Lexmark International Group Inc. (NYSE: LXK) fornisce ad aziende e consumatori di oltre 150 Paesi una vasta gamma di prodotti, soluzioni e servizi per la stampa e l'imaging che aiutano ad essere più produttivi. Lexmark nel 2009 ha registrato un fatturato di 3.9 miliardi di dollari. Per conoscere le proposte Lexmark è possibile visitare il sito www.lexmark.it.

Lexmark e il logo Lexmark sono marchi di Lexmark International Inc., registrati negli Stati Uniti e/o in altri Paesi. Tutti gli altri marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari.

[1] Lo studio è stato condotto da WSP Environment and Energy in accordo con le linee guida ISO 14011 e ISO 14040, inclusa la revisione di una terza parte, Clear Carbon Consulting

[2] Questa misurazione delle emissioni di carbonio esclud il consumo di carta durante la fase di utilizzo nel ciclo di vita delle cartucce




mercoledì 21 aprile 2010

Ecoforum RAEE: dati raccolta e novita' tecnologiche. Milano, 20 maggio 2010

RAEE: DATI DI RACCOLTA,
SOLUZIONI DI SMALTIMENTO PER NUOVE TECNOLOGIE
E CRITICITÀ DEL DECRETO 1 CONTRO 1

UNA GIORNATA DI APPROFONDIMENTO TECNICO


Sulla base delle ultime disposizioni che regolamentano la gestione dei RAEE (Rifiuti elettrici ed elettronici) da parte dei distributori – il tanto atteso decreto 1 contro 1 – installatori, manutentori, centri di assistenza, dealer e grande distribuzione organizzata sono diventati a tutti gli effetti attori della "reverse logistic" e del riciclo delle apparecchiature elettroniche a fine vita.
Di fatto, però, le regole del gioco sono ancora sconosciute ai più e le incognite da risolvere ancora troppe. Per questo motivo e paura di commettere un errore, la maggior parte dei distributori preferisce aggirare il problema piuttosto che affrontarlo.
Creare un momento di informazione e formazione dedicato diventa quindi indispensabile perché l'ingranaggio del recupero e del riciclo dei RAEE funzioni. Questo, anche per incrementare i quantitativi di rifiuti raccolti e gestiti che, ad oggi, restano ancora bassi rispetto alla media europea.

Per creare un momento di incontro e di confronto sui cambiamenti normativi e sulle modalità operative del Sistema RAEE, ma anche per fare un punto della situazione sul mercato del trattamento RAEE in termini di soluzioni e tecnologie, il Consorzio Ecoqual'It ha dato vita a una nuovo momento di aggiornamento.

EcoForum RAEE
III edizione
20 maggio 2010
Crowne Plaza Hotel
San Donato Milanese (MI)


Un evento-workshop che, forte del successo ottenuto nel 2009, affianca a una sessione convegnistica dedicata ai tecnici,ai centri di assistenza, agli operatori del fine vita, alla pubblica amministrazione e a tutti coloro interessati a conoscere lo stato dell'arte del sistema RAEE in Italia, un'area community dove sarà possibile confrontarsi con gli altri addetti del settore.

Gli argomenti:
1. Osservatorio RAEE: quantitativi raccolti e problematiche riscontrate per tipologia di rifiuto e per area geografica
2. Il Decreto 1 contro 1: quali obblighi per la grande distribuzione, i piccoli distributori e i centri di assistenza (L'ABC del buon distributore)
3. Il punto di vista della distribuzione: gli aspetti ancora da risolvere
4. Il recupero di materie prime seconde chiude la catena del valore
5. Le novità tecnologiche per lo smaltimento dei rifiuti (LCD, pannelli fotovoltaici ecc.)

Il target:
Un evento che vuole chiamare a raccolta una schiera particolare di tecnici qualificati:
- smaltitori e progettisti di impianto di smaltimento e riciclaggio dei rifiuti elettronici;
- tecnici di fine linea che si prendono cura di provvedere alla riparazione delle unità che non hanno passato il test finale;
- tecnici di assistenza e manutenzione che devono provvedere alla riparazione dei prodotti rientrati dal campo (Sono oltre 5.000 i centri di assistenza che si preoccupano di fornire la capacità tecnica di assistenza e riparazione alle grandi e piccole case che riforniscono gli italiani di apparecchiature elettroniche);

NOTA: L'EcoForum RAEE si svolgerà in concomitanza con il Forum WORK & REWORK dedicato a normative, materiali e strumentazione per le attività di rilavorazione, riparazione e ricondizionamento di schede elettroniche e apparecchiature hi-tech.

Per informazioni: Tel. 02 210111230 info@ecoq.it - www.ecofocus.it

Canadian Solar tra i protagonisti di Solarexpo

Le migliori soluzioni dell’azienda canadese presenti alla mostra convegno sulle energie rinnovabili in programma a Verona dal 5 al 7 maggio.

 

Ospiti d’eccezione i giocatori della squadra di basket bolognese Canadian Solar Virtus che animeranno l’atmosfera del polo fieristico

 

 

Milano, 19 aprile 2010Canadian Solar (Nasdaq: CSIQ), uno dei principali produttori a livello mondiale di soluzioni a energia solare, sarà presente all’undicesima edizione di Solarexpo, la mostra convegno internazionale dedicata alle energie rinnovabili in programma a Verona dal 5 al 7 maggio 2010.

Solarexpo è una rassegna dedicata alla sostenibilità energetica, alla generazione distribuita e alla green economy con una particolare attenzione per le tecnologie più innovative del mondo dell'energia solare. La fiera rappresenta una tappa determinante per lo sviluppo del mercato delle nuove tecnologie che sono destinate a giocare un ruolo fondamentale nell’ambito di un processo globale di riduzione delle emissioni di gas serra.

Presso lo stand di Canadian Solar – allestito nel padiglione 7 della fiera, all’interno dello spazio espositivo E8.1 – sarà possibile conoscere tutte le soluzioni fotovoltaiche dell’azienda che vanta la più ampia gamma di prodotti per il solare. Tra i moduli fotovoltaici in esposizione, anche la serie CS5 e CS6, che hanno conquistato i vertici della classifica dei valori PV USA (o PTC) grazie alle sue eccellenti prestazioni, e i nuovissimi CS6X.

“Siamo entusiasti di partecipare all’undicesima edizione di Solarexpo, un avvenimento molto importante e seguito dagli addetti ai lavori che ci permette di presentare a un pubblico ampio e competente le nostre nuove e attuali soluzioni fotovoltaiche” dichiara Marco Di Pietro, Country Manager per l’Italia di Canadian Solar. “Sappiamo che saranno attesi circa 70.000 visitatori professionali e qualificati, un dato che conferma che il mercato del fotovoltaico in Italia è in continua crescita.”

Inoltre, per tutti gli appassionati di sport è prevista una gradita sorpresa. Presso lo stand dell’azienda canadese saranno presenti infatti, alcuni giocatori della squadra bolognese di basket Canadian Solar Virtus, uno dei team più importanti e titolati d’Italia e d’Europa. I fuoriclasse saranno a disposizione dei visitatori di Solarexpo dalle 11.00 alle 13.00 di mercoledì 5 maggio per firmare autografi e distribuire omaggi.

Gli innovativi moduli CS6X sono ideali per un’ampia gamma di progetti e installazioni come tetti di edifici residenziali e commerciali/industriali con collegamento alla rete, applicazioni in aree rurali e centrali solari. Inoltre, questi modelli vantano una garanzia di 25 anni sulla potenza del modulo e una garanzia di 6 anni sul prodotto stesso (materiale e lavorazione).

CS6X è un modulo standard caratterizzato da 72 celle solari, disponibili sia in versione policristallina sia in versione monocristallina, ha una tolleranza sulla potenza di + 5W ed è realizzato con una struttura in alluminio anodizzato e vetro temperato.


 

Canadian Solar Inc. (NASDAQ: CSIQ)

Canadian Solar Inc. è una delle principali società a livello mondiale a operare nel mercato dell’energia solare. In qualità di leader, verticalmente integrato, nella fornitura di lingotti, wafer, celle, moduli e altre applicazioni solari, Canadian Solar progetta, realizza e distribuisce prodotti e sistemi fotovoltaici, per uso on-grid ed off-grid, a clienti in tutto il mondo. Presente in Nord America, Europa ed Asia, Canadian Solar propone soluzioni di alta qualità, economicamente convenienti e nel rispetto dell’ambiente a sostegno dello sviluppo globale sostenibile. Per maggiori informazioni visitare l’indirizzo http://www.canadiansolar.com .

Informazioni per la stampa

Canadian Solar                                                                                       Hi-Comm

Daniel Heck                                                                                         Luisella Lucchini – Jessica Morante

Daniel.Heck@canadiansolar.com                                                           CANADIANSOLAR@hi-comm.it

Telefono +49 (0) 89 - 51 996 89 - 27                                                   Telefono 02 7002537

 

 

 

martedì 20 aprile 2010

Ecomobility2010: 20 aprile, grande successo

Martedì 20 Aprile 2010

Ecomobility2010: un grande successo

Si è concluso con un bilancio estremamente positivo la tre giorni di Montecatini Terme dedicata alla mobilità sostenibile. Alla manifestazione hanno partecipato i massimi rappresentanti delle Autorità locali. L'evento, organizzato da Automobile Club Pistoia in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Montecatini Terme, caratterizzato da un convegno nazionale sull' ambiente alle Terme Excelsior e da un mostra i veicoli a basso impatto ambientale con un circuito di prova alle Terme Il Tettuccio, è stato seguito con attenzione: 150 gli iscritti alle 3 sessioni del Convegno "Scegli Rinnovabile" di Venerdì 16 e Sabato 17 Aprile all'interno delle quali sono state trattate varie tematiche legate alla mobilità sostenibile: tecnologie future, prototipi e rispetto dell'ambiente sono stati i comuni denominatori dei vari interventi del Convegno. 31 oratori provenienti dai più prestigiosi istituti nazionali del settore (dall' ENEA, ai Politecnici di Milano e Torino, dall'Università di Firenze, agli Istituti IPSIA Ferrari di Maranello e Leonardo da Vinci di Carpi, dall'Istituto Pacinotti di Pistoia, da aziende che operano nel settore, ai ricercatori, scienziati e tecnici di fama) hanno presentato scenari e progetti nel campo delle rinnovabili e della mobilità sostenibile. La qualità degli interventi è stata molto elevata. Le relazioni degli oratori saranno inserite a breve sul sito dedicato alla manifestazione: www.ecomobility2010.org .

Oltre duemila i visitatori della mostra al Tettuccio dove i 21 espositori presenti sono riusciti ad interessare e ad incuriosire il pubblico intervenuto. Un pubblico attivo che ha voluto testare in prima persona quanto di meglio offre il mercato nel settore. Sono stati infatti 520 i test drive dei mezzi a disposizione (5 auto elettriche, 3 segway, 2 quadricicli a energia solare,10 biciclette a pedalata assistita, e 5 biciclette in legno) presso l'ovale appositamente allestito nel piazzale di fronte alla mostra.

"Il successo dell'iniziativa appena conclusa ci spinge ad organizzare un' evento ancora più coinvolgente ed importante per il prossimo anno. La cultura del rispetto dell'ambiente necessita di uno sforzo continuo nel tempo e ACI, il cui Statuto all'art.1 recita <<…rappresenta e tutela gli interessi generali dell'automobilismo italiano, del quale promuove e favorisce lo sviluppo…>>, deve porre la dovuta attenzione alle forme possibili di mobilità del futuro." Con queste parole l'Ing. Marco Bresci ideatore e vera anima dell'evento ha voluto commentare i risultati di Ecomobility2010 ringraziando quanti hanno partecipato alla realizzazione della manifestazione ( MoltoChic Marketing&C. , Convention Bureau di Montecatini e Planners International)

Ufficio Stampa Ecomobility2010

a cura di

MoltoChic Marketing&C

+39 0573 24330

press@ecomobility2010.org

domenica 18 aprile 2010

Mostra ReHabitat recupero riuso riciclo


Mostra-evento
ReHabitat
recupero riuso riciclo


che si terrà dal 23 al 30 Aprile 2010


alla Casa dei Popoli-A.I.A.S.P.


Venerdì 23 Aprile 2010 la Casa dei Popoli - A.I.A.S.P. in collaborazione con il C.A.R.M.A. - Centro d'Arti e Ricerche Multimediali Applicate - presenta l'evento ReHabitat, una installazione/evento ambientale realizzata da un gruppo di designer e artisti contemporanei i quali hanno in comune la pratica del recupero, del riuso e del riciclo…

Un incontro di tecniche, linguaggi e forme espressive che, nella loro essenziale diversità di concezione e d'intenzione, trovano spazio comune in questo ambiente domestico e relazionale in cui dialogano tra di esse e con il pubblico.


,,.prosegue su Oggi Arte

venerdì 16 aprile 2010

Enea-Federambiente: Rapporto tecniche trattamento rifiuti urbani in Italia. Roma, 12 maggio 2010


"Rapporto sulle tecniche di trattamento dei

rifiuti urbani in Italia"

realizzato congiuntamente da ENEA e da Federambiente in collaborazione con il

Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Roma, 12 maggio 2010
presso ENEA
(via Giulio Romano,41)

inizio dei lavori ore 10,00

Ai fini dell'attuazione in Italia di un sistema integrato di gestione dei rifiuti urbani in linea con i principi di uno

sviluppo sostenibile risulta fondamentale che quantitativi sempre maggiori di rifiuti siano sottratti al circuito

dello smaltimento a favore del riutilizzo, del riciclaggio e del recupero, in modo da confinare ad un ruolo

marginale la discarica controllata.

Ciò presuppone la disponibilità sul territorio nazionale di un adeguato parco impiantistico che consenta di

valorizzare sia le frazioni oggetto di raccolta differenziata, sia i rifiuti urbani indifferenziati che residuano a valle.

Il Rapporto illustra i risultati di un'indagine svolta congiuntamente da ENEA e Federambiente, con la

collaborazione del Ministero dell'ambiente, della tutela del territorio e del mare, sulla filiera del riciclaggio e del

recupero. L'indagine ha consentito di fare il punto sulla situazione attuale del recupero di risorse da rifiuti

urbani, nonché di evidenziane le potenzialità e i limiti.

PROGRAMMA

9:30 Registrazione dei partecipanti

10:00 Introduce

Giovanni Lelli Commissario ENEA

10:20 Presentazione del Rapporto

Gianluca Cencia Direttore Federambiente

Pasquale De Stefanis Unità "Sviluppo Tecnologie Trattamento Rifiuti" - ENEA

11:00 Tavola rotonda

Coordina

Ermanno Barni Responsabile Unità "Sviluppo Tecnologie Trattamento Rifiuti" - ENEA

Partecipano

Angelo Alessandri * Presidente VIII Commissione Ambiente - Camera dei Deputati

Corrado Clini * Direttore Generale per la Ricerca Ambientale e lo Sviluppo – MATTM

Andrea Bianchi Direttore Generale per lo Sviluppo produttivo e Competitività - MISE

Piero Sirini Ordinario di Ingegneria Sanitaria-Ambientale - Università degli Studi di Firenze

Piero Colucci * Presidente FISE Assoambiente

Antonio Bonomo Presidente del Comitato Tecnico-Scientifico Federambiente

Stefano Ciafani Responsabile Scientifico Legambiente

12:30 Dibattito

13:00 Conclude

Daniele Fortini Presidente Federambiente

* in attesa di conferma

Per motivi organizzativi, si prega di comunicare la richiesta di partecipazione, entro il 7 maggio p.v.,
collegandosi al seguente link:

http://www.federambiente.it/iscrizione_enea.asp

Ufficio Comunicazione

-----------------------------------------------------------------

via cavour n. 179/a – 00184 roma
tel. 06.47865.350/333 - fax 06.47865.310
comunicazione@federambiente.it - s.cirillo@federambiente.it
www.federambiente.it
-----------------------------------------------------------------

posted by www.corrieredelweb.it


Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI