Cerca nel blog

venerdì 29 luglio 2011

TopTherm di Rittal: gamma più ampia e maggiore flessibilità d’impiego

La gamma TopTherm di Rittal si arricchisce delle nuove unità Energy-saving della generazione “Blue e“, dotate del nuovo sistema microcontrollore “Comfort” per raffreddare con sempre maggiore efficienza. ln termini di dimensioni e di design le unità Cool Efficiency rimangono quelle della nota serie TopTherm e vanno ad integrare la già ampia proposta di questa piattaforma di climatizzazione.

Prima soluzione nel suo genere ad essere realizzata con una struttura totalmente modulare, TopTherm di Rittal assicura una notevole facilità di montaggio, manutenzione o sostituzione delle singole parli.

La modularità del sistema e la conseguente possibilità di sostituire i diversi componenti in modo indipendente gli uni dagli altri garantisce una pratica realizzazione degli interventi di manutenzione che si possono rendere necessari durante l'intero arco di vita dell'applicazione.

I singoli moduli sono facilmente integrabili nelle batterie di armadi pre-esistenti e completamente standardizzati, così da poter essere combinati tra loro in modo flessibile per comporre la soluzione più adeguata a qualsiasi specifica necessità di utilizzo. L'estetica associata a quella delle soluzioni di contenimento Rittal permette di integrare il TopTherm all’interno di ogni macchina o impianto in modo agevole e senza compromettere la realizzazione finale.

Fattoria Santa Vittoria Wine ShopFattoria Santa Vittoria a Casentino Love Affair 2011

Fattoria Santa Vittoria Shop
Fattoria Santa Vittoria Wine ShopFattoria Santa Vittoria a Casentino Love Affair 2011
1
La Fattoria Santa Vittoria,
sarà presente con i suoi prodotti in degustazione e vendita all'evento Casentino Love Affair 2011. Per l'occasione sarà proposto in degustazione il Leopoldo 2008 il nostro vino rosso più giovane fatto in purezza con il Pugnitello il vitigno più antico.
Il Pugnitello è stato scoperto nel sud della Toscana nel non lontano 1981 ed è solo dal 2004 che ne è autorizzata la vinificazione.
Vitigno antico quasi completamente scomparso, oggi grazie al lavoro di alcune aziende tra cui la nostra, non solo non è più a rischio di estinzione ma sta notevolmente crescendo d'importanza per le sue notevoli caratteristiche.
Invitiamo a venirci a conoscere durante questa giornata nello splendido scenario di Poppi per poter degustare i nostri prodotti.
Vi aspetto
Mauro Pieri
Cell. 3206587978
Fattoria Santa Vittoria
www.fattoriasantavittoria.net
Casentino Love Affair

Casentino Love Affair 2011 è il nuovo festival estivo del Casentino, nato per promuovere attraverso eventi a cavallo tra musica, sport, fotografia, letteratura, seminari e dibattiti la crescita culturale e nuovi modelli di sviluppo del territorio Casentinese tenendo come tema dominante quello dello sviluppo sostenibile, lavorando alla promozione e alla crescita di reti culturali, coinvolgendo realtà del Casentino a 360° siano esse informali, associative o d’impresa.

Casentino Love Affair 2011 nasce dall’incontro tra l’associazione culturale MCD, organizzatrice in Casentino di Massimo Comune Denominatore e del concerto Scartati a favore dei dipendenti della SCA e Woodworm, gruppo di operatori culturali con lunga esperienza nel campo dell’organizzazione e gestione eventi quali Arezzo Wave/Italia Wave, Copyleft Festival, Karemaski Multi Art Lab, ecc.

Durante il periodo Giugno - Luglio si terranno in vari comuni della vallata una serie di eventi, tra cui un contest per band emergenti (Casentino Musica Contest 2011) che vedranno il loro culmine nelle serate del 29 e 30 Luglio rispettivamente nei comuni di Stia e Poppi.

Nella serata del 29 Luglio all'interno della Notte Bianca di Stia si svolgerà la finale di Casentino Musica Contest 2011 con i gruppi usciti dalle selezioni live, una serata elettronica presso la discoteca il Palagio di Stia in collaborazione con l'associazione Push It con ospiti dj internazionali oltre a dibattiti e altri incontri nel corso della giornata tra cui un un convegno sull'ecosostenibilità organizzato in collaborazione con l'Ente Nazionale di Bioarchitettura, Il Parco Nazionale delle foreste Casentinesi e la
partecipazione di molti Enti fra cui l'Università degli Studi di Firenze.

Il 30 Luglio nel centro di storico di Poppi si svolgerà una mostra-mercato in cui saranno presenti padiglioni espositivi di Enti, Aziende e Associazioni che svolgono la loro attività di ricerca o di mercato in campo ambientale e stand enogastronomici a km zero/biologici e stands di artigianato locale. Di contorno a questa proposta si terrà un contest di basket (in collaborazione con la locale società sportiva), sarà allestita un'area legata agli sport “urban”, ed una zona di animazioni a tema per i bambini.

Per l’evento principale della giornata ci si sposterà al vecchio campo sportivo di Poppi dove si terrà il concerto di una delle band di punta del panorama indipendente italiano, i milanesi Afterhours, in Casentino per una delle poche date italiane del Summer Tour 2011 (attraverso il quale supportano lo Human Rights Tour di Amnesty International) in una serata di festa che decreterà la fine dei due mesi di eventi di Casentino Love Affair 2011.

Il festival approccerà in maniera “orizzontale” il territorio, confrontandosi per quanto più possibile con le realtà culturali e gli operatori già presenti, anche nell’interesse di sviluppare progettualità parallele e satellitari di lungo periodo agendo magari da incubatore per nuove realtà associative; sotto il profilo turistico ed ambientale si lavorerà in collaborazione con l'Ente Parco Foreste Casentinesi per la valorizzare dell'eccezionale patrimonio naturalistico che la vallata possiede, anche proponendo buone pratiche di consumo fin dalla realizzazione stessa del festival; da un punto di vista enogastronomico verranno promossi prodotti di filiera corta utilizzando gli stessi nelle zone ristorazione presenti nella manifestazione; lavorando nella direzione di rafforzare e sensibilizzare verso nuovi modelli di sviluppo economico e buone pratiche la manifestazione in un'ottica di più lungo periodo vorrebbe anche attrarre nuovi imprenditori con un approccio moderno e rispettoso dell'ambiente a sviluppare impresa nella vallata.

Casentino Love Affair ha deciso di promuovere per l'edizione 2011 la Campagna lanciata dal Parco nazionale delle Foreste Casentinesi “Compra una foresta!” nell’anno internazionale della Foreste sancito dalle Nazioni Unite per sensibilizzare tutto il Pianeta verso la salvaguardia del patrimonio forestale mondiale.

Nelle prossime settimane verrà annunciato il calendario completo degli eventi che comporranno questa prima edizione di Casentino Love Affair 2011 e un piano di trasporto sostenibile che prevederà navette, autubus e corse speciali per limitare al massimo l'impatto del traffico automobilistico nella vallata e permettere un trasporto il più possibile sicuro agli spettatori del festival.

L'evento è organizzato con il contributo della Comunità Montana del Casentino, Comune di Poppi, Comune di Stia, Proloco di Poppi, Proloco di Stia e con il patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Arezzo, Ente Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, con la collaborazione delle associazioni Casentino Musica, Dog, Push it, del Golf Club Casentino e con il sostegno di molte realtà associative e imprese del territorio.




--
Fattoria Santa Vittoria
Agriturismo e Vini
Foiano della Chiana (AR)
Fax: 057566807
web: www.fattoriasantavittoria.net
GPS: 43°17'7" N - 11°47'22" E

Your Subscription:
[SUBSCRIPTIONS]

1


giovedì 28 luglio 2011

Ecolamp operazione a premi "Portaci un collega e ricevi un tablet" destinata a tutti gli installatori già iscritti al programma Extralamp


Ecolamp lancia l'operazione a premi "Portaci un collega e ricevi un tablet" destinata a tutti gli installatori già iscritti al programma Extralamp


Milano, 28 luglio 2011 – Ecolamp, il Consorzio nazionale per il recupero e il trattamento di apparecchiature di illuminazione, presenta l'operazione "Portaci un collega e ricevi un tablet" destinata a tutti i soggetti aderenti al programma Extralamp in qualità di installatori di illuminotecnica.

Extralamp è il servizio completamente gratuito attraverso il quale il Consorzio Ecolamp assicura a tutti gli installatori di illuminotecnica il ritiro delle sorgenti luminose esauste (lampade a basso consumo e tubi lineari) a domicilio per un quantitativo minimo di 100 chilogrammi.

L'operazione partirà il 1° agosto 2011 e si concluderà il 31 dicembre 2011. Requisito essenziale per poter ricevere un tablet Android di nuovissima generazione è quello di presentare al Consorzio un altro installatore avente le caratteristiche per aderire a Extralamp e per effettuare un ritiro di almeno 100 chilogrammi di lampade esauste.

La promozione di Ecolamp è l'ultima di numerose iniziative destinate al mondo degli elettricisti per agevolarli nella corretta gestione delle sorgenti luminose esauste nel rispetto della normativa RAEE vigente.

Ecolamp è da sempre attento ai professionisti dell'illuminotecnica, che, con la loro attività, rappresentano i maggiori produttori del rifiuto "lampade fluorescenti esauste".

I dati di raccolta del Consorzio, infatti, rilevano che proprio quasi il 60 per cento delle sorgenti luminose a fine vita proviene dai canali dedicati al mondo professionale: Extralamp, Collection Point ed Ecopoint.

Solo quest'anno, grazie alla fondamentale collaborazione degli installatori, a fine luglio sono state raccolte 469 tonnellate su un totale complessivo di 801 tonnellate di lampade esauste.

Regolamento completo di "Portaci un collega e ricevi un tablet": www.ecolamp.it/extralamp/incentive

Tra i propri soci fondatori Ecolamp annovera le maggiori aziende, nazionali e internazionali, del settore illuminotecnico, che operano nel mercato italiano: Philips, Osram, General Electric, La Filometallica, Leuci e Sylvania, cui si sono aggiunte altre delle più rappresentative imprese del settore. Al Consorzio aderiscono più di 140 produttori di apparecchiature d'illuminazione.

Dalla fine del 2008 ad oggi Ecolamp ha già raccolto e avviato al riciclo oltre 3.000 tonnellate di lampadine a basso consumo e tubi fluorescenti esausti.

Area Stampa (disponibili foto e filmati in alta risoluzione): www.ecolamp.it/comunicazione

Ufficio Stampa Ecolamp: Conca Delachi – Desirée Ferrari Tel. 02/48193458 dferrari@concadelachi.com

Marketing & Comunicazione Ecolamp:

Martina Cammareri, Tel. 02/37052936-7 cammareri@ecolamp.it

Andrea Pietrarota, Cell. 348/5988469 pietrarota@ecolamp.it


mercoledì 27 luglio 2011

Il Binario: viaggio nel territorio e nel buon vivere

RITORNA IL BINARIO …. IN VIAGGIO NEL TERRITORIO E NEL BUON VIVERE

Dal 6 al 9 ottobre a Vulcano Buono – NOLA

L'obiettivo dell'Associazione Ambiente in Club di offrire un palcoscenico al territorio e interagire con lo stesso attraverso un percorso formativo, comunicativo, partecipativo è risultato il mix vincente che non si deteriora nel tempo.

Il Binario 2010 ha affermato il consolidamento dell'evento, il consenso e l'approvazione dei partecipanti ai temi trattatati e alla loro elaborazione propositiva.

Aver coinvolto, alla mattina le scuole in percorsi educativi, le scuole d'arte e gli artisti con ARTECOLOGICA, il pomeriggio e alla sera le scuole di danza della provincia e i cittadini oltre ai concorsi indetti ha fatto del Binario 2010 "L'EVENTO" carico di contenuti e veicolo di messaggi.

La semplice esposizione e partecipazione del territorio e delle sue espressioni ha sviluppato il naturale apprendimento sull'importanza di sentire , agire affinché i messaggi trasmessi diventino patrimonio personale di ogni cittadino.

Il Binario 2010 ha affermato come l'ambiente, il territorio, l'arte e la danza possano trasmette un unico impegno e come esprima attraverso una partecipazione convinta il divenire patrimonio personale di ogni partecipante .

Il Binario 2010 ha affermato una attenzione alle proposte tematiche inaspettate, negli anni, ma ha anche chiesto di esserci nel 2011 per riaffermare le attività, introdurre nuove proposte e sviluppare il progetto educativo per le nuove generazioni e non solo.

La crescita della manifestazione negli anni si è formata attraverso i concorsi attuati e ha sviluppato in termini di presenza a Vulcano Buono un percorso che ha impegnato nella sua evoluzione culturale temporale una di " variegate nicchie" di interessati.

Nel rispondere alle richieste e nel creare l'edizione 2011 l'Associazione Ambiente in Club vuole rimarcare le tematiche intervenute negli anni introducendo come elemento diversificante "un nuovo sguardo" sulle tematiche da riaffermare e nell'inserimento e nell'offerta ai partecipanti di nuovi orizzonti delle novità intervenute, gli sviluppi realizzati, le necessità ancora presenti.

Il tavolo di lavoro operativo nella stesura del progetto Binario 2011 ha raccolto come punto di partenza il contributo dell'On Paolo Russo, Presidente Onorario di Ambiente in Club per l'edizione 2011 del Binario, "vuole e deve essere ancor più una proposta e una crescita culturale del territorio . Costruire questo percorso è realizzare un'impalcatura scenografica e di contenuti che nelle varie articolazioni proposte arrivino alla società civile aprendo una finestra di interesse che stimoli sensibilità, tensioni, vivacità e passioni nell'acquisire la storia di questi luoghi, la cultura, i suoi prodotti, le sue forme artistiche."

Il Binario 2011 è e dovrà essere per Daniele Baronio, Presidente di Ambiente in Club, anche "la parte attiva di un connubio territorio -nazione che si vuole esprimere e rappresentare non solo guardando ad un punto focale dell' evento, che è il territorio dove si realizza, ma creando uno spazio di respiro nazionale sottolineato da questa edizione nell'anno delle celebrazioni del 150° dell' Unità d'Italia".

Si vuole in tal senso riaprire, come nelle edizioni precedenti, un connubio tra ciò che c'è a livello nazionale (attività, leggi, esperienze, laboratori) e i Comuni del territorio al fine di esprimere e far conoscere agli studenti campani le eccellenze territoriali, culturali, ambientali per diventarne i primi consumatori e i primi patrocinatori del buon comportamento ambientale e delle eccellenze del territorio nei variegati percorsi di crescita che ogni studente avrà.

IL BINARIO, vuole rivolgersi al territorio esaltando le particolarità e le novità al fine di generare, sensibilità e sinergie che vedano gli studenti campani esprimere le volontà e le conoscenze sui temi ambientali, sociali e del territorio.

Si viaggerà con questi auspici progettuali su una rotaia che vedrà la presenza di nuovi contenuti offerti attraverso la presenza di istituzioni, consorzi, associazioni nazionali, continua e capillare nonché direttamente partecipata da Ministeri, Consorzi, Enti e realtà pubbliche e private per fornire un contributo diretto e per conoscere le creatività che sorgeranno dall'edizione del Binario 2010.

Le parole chiave dell'edizione 2011 sono:

IL BINARIO – in viaggio nel buon vivere

Affinché le giovani generazioni siano protagonisti e testimonial di nuovi stili di vita, atteggiamenti per vivere bene con se stessi e gli altri

WWW.ILBINARIO.IT

mercoledì 20 luglio 2011

Quanto consumi? Applicazione Epiu' CER

Quanto consumi? Scoprilo con Epiù CER

Epiù ha realizzato Epiù CER, l'applicazione che permette a qualsiasi utente di scoprire quanto consuma con i propri dispositivi elettronici in uso e quanto potrà risparmiare sostituendo le apparecchiature.

L'applicazione nasce multi piattaforma: per tablet Apple, Android e per il web da qualsiasi computer, e calcola i dati di consumo in euro e in kWh delle apparecchiature elettroniche presenti negli uffici facendo il confronto tra dispositivi nuovi e obsoleti.

L'applicazione rientra nelle attività di Epiù volte alla sostenibilità e all'efficienza energetica. Lo sviluppo sostenibile è infatti uno degli obiettivi principali di Epiù. Per questo è in prima linea nella promozione di un impiego consapevole ed efficiente di elettricità e gas naturale.

Epiù sostiene i suoi clienti proponendo soluzioni che favoriscono un uso più appropriato e corretto dell'energia, promuovendo così un risparmio energetico che aiuta l'ambiente.

L'applicazione, realizzata con la collaborazione di Working Web, è disponibile nello store ufficiale Android e sarà presto disponibile su iTunes per i device Apple., cliccando qui.


AlternativaSostenibile & Auser: solidarita' a km 0

Con Alternativa Sostenibile e Auser

la solidarietà non va in vacanza!

"Estate 2011: obiettivo solidarietà a Km zero"

20 luglio 2011Parte oggi e continuerà fino al 20 settembre l'iniziativa "Estate 2011: obiettivo solidarietà a Km zero" promossa dal portale d'informazione green a 360° Alternativa Sostenibile che si occupa di tutela e salvaguardia ambientale, efficienza e risparmio energetico, raccolte differenziate, energie alternative e rinnovabili, consumo e turismo responsabile e del benessere dell'uomo all'interno del proprio ecosistema, e dall'associazione di volontariato e promozione sociale a favore dell'invecchiamento attivo degli anziani Auser.

I lettori e tutti coloro che abbracciano gli obiettivi dell'Auser che si impegneranno almeno un giorno a settimana a compiere un gesto (visita, spesa, passeggiata, trasporto, e tutto ciò che può essere utile) a favore di un vicino, amico o familiare anziano e solo, potranno inviare contenuti (foto, video, resoconti dell'esperienza, commenti) che rendano testimonianza dell'esperienza e che trasmettano l'emozione nel compiere e nel ricevere una buona azione, all'indirizzo di posta elettronica maragiudittaurriani@alternativasostenibile.it. Il materiale pervenuto sarà selezionato e pubblicato a scadenza settimanale sul sito alternativasostenibile.it e sulla pagina Facebook.

Questo progetto nasce alla luce dei dati emersi dal 4° Rapporto Nazionale Filo d'Argento, il Servizio di Telefonia Sociale attivo in tutta Italia che risponde al numero verde nazionale gratuito 800-995988, che offre una chiara visione di bisogni e disagi degli anziani in Italia, sempre più legati ai problemi economici e di solitudine. Sono oltre 433mila infatti, per la maggior parte donne con più di 75 anni e a forte rischio di emarginazione, coloro che hanno chiamato nel 2010 spinti da un grande bisogno di compagnia e alla ricerca della possibilità di muoversi nel territorio.

L'aumento delle telefonate e della richiesta di assistenza, purtroppo, collima con le risorse in continua diminuzione per il settore sociale e per le associazioni di volontariato in particolare. Inoltre, i mesi estivi sono quelli nei quali il problema della solitudine si acuisce per gli anziani, spesso abbandonati da familiari e amici per l'esodo vacanze. Ed è proprio in questo contesto che si colloca l'iniziativa "Estate 2011: obiettivo solidarietà a Km zero" che chiama tutti ad una prima azione di volontariato dal 20 luglio al 20 settembre, che rispetti i valori di alternativasostenibile.it e di Auser: sostenibilità e rispetto per l'ambiente e per tutti gli esseri viventi, considerando l'uomo soggetto attivo dell'ecosistema in cui vive, e volontariato e promozione dell'invecchiamento attivo.

Per maggiori info:

Responsabile di progetto: Mara G. Urriani maragiudittaurriani@alternativasostenibile.it

Direzione Testata ed Ufficio stampa Alternativa Sostenibile – Andrea Pietrarota

direttore@alternativasostenibile.it

Ufficio stampa Auser – Giusy Colmo ufficiostampa@auser.it

giovedì 14 luglio 2011

CiAL: Comuni Ricicloni di alluminio

COMUNI RICICLONI 2011

PREMIATI I COMUNI VIRTUOSI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DELL'ALLUMINIO

Roma, 14 luglio 2011

CiAl, Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi in Alluminio, ha assegnato per l'edizione 2011 di "Comuni Ricicloni", evento annuale organizzato da Legambiente Onlus, i riconoscimenti per i migliori risultati ottenuti nella raccolta differenziata dell'alluminio a tre diversi Comuni italiani, esempi virtuosi di un'amministrazione attenta e partecipe alle tematiche ambientali e di sviluppo sostenibile promosse dal Consorzio stesso.

In generale il 2010 è stato per il Consorzio un anno da record, durante il quale il riciclo degli imballaggi in alluminio ha raggiunto quota 72,4% rispetto all'immesso sul mercato. Un ottimo risultato raggiunto grazie alla sempre più forte collaborazione con le amministrazioni locali.

Di seguito i tre Comuni vincitori, divisi per area geografica.

Nord Italia : Comune di Novellara (Reggio Emilia)

(abitanti 13.700 - kg raccolti nel 2010 10.270 - kg/abitanti 0,750)

Info sulla raccolta: le fasi di raccolta e selezione vengono gestite dalla Società "La Vetri Srl" di Villa Poma, l'imballaggio di alluminio selezionato viene poi conferito al Consorzio CiAl. Nel Comune di Novellara, grazie al supporto del Consorzio e della società La Vetri Srl, si è sviluppato un sistema di raccolta congiunta con campane stradali vetro – metalli, con un maggiore controllo nel corso del 2010 sulla qualità del materiale separato in casa dai cittadini.

Centro Italia: Comune di Cisterna di Latina (Latina)

(abitanti 35.000 - kg raccolti 20.000 - kg/abitante 0,570)

Info sulla raccolta: le fasi di raccolta vengono effettuate principalmente con un sistema di bidoncini condominiali, nei quali l'alluminio si conferisce insieme al vetro e la plastica. Inoltre, è presente anche, in alcune zone della città, un sistema stradale con campane per la raccolta vetro-metalli. Le operazioni vengono gestite dalla Società "Cisterna Ambiente SpA" che conferisce poi alla piattaforma Del Prete di Sermoneta, in provincia di Latina.

Sud Italia e Isole: Comune di Oristano

(abitanti 32.280 - kg raccolti 25.000 - kg/abitanti 0,780)

Info sulla raccolta: nel Comune di Oristano la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio in alluminio è gestita dalla società dall'ATI De Vizia Transfert SpA – Derichebourg Sangermano. L'alluminio si raccoglie congiuntamente agli imballaggi in vetro tramite un sistema di bidoncini domiciliari per le utenze domestiche e bidoni carrellati per le utenze non domestiche. Una volta differenziato, il materiale viene portato presso un centro di selezione dove l'alluminio viene separato dagli altri materiali attraverso un sistema a correnti indotte chiamato ECS. Il flusso di raccolta vetro-metalli viene avviato a selezione presso l'impianto Asa di Isili, in provincia di Cagliari.

Il Consorzio garantisce che tutti gli imballaggi in alluminio recuperati nei seguenti Comuni, sono avviati al corretto riciclo attraverso il sistema delle 15 Fonderie presenti sul territorio italiano.

I numeri 2010 di CiAl in sintesi

211 imprese consorziate con 35mila dipendenti e oltre 12 miliardi di Euro di fatturato.

5800 Comuni italiani che partecipano alla raccolta differenziata degli imballaggi in alluminio, con oltre 47milioni di cittadini coinvolti.

Oltre 370 operatori, 170 piattaforme e 15 fonderie su tutto il territorio nazionale garantiscono la raccolta, il trattamento, il riciclo e il recupero dell'alluminio.

Recupero complessivo (materia+energia) pari al 78% dell'immesso al mercato con una crescita del 43% rispetto al 2009.

46. 500 tonnellate di imballaggi in alluminio, pari al 72,4% del mercato, sono state riciclate per produrre nuova materia prima, con un incremento sul 2009 del 49%.

Grazie alla raccolta differenziata e al riciclo di 46.500 tonnellate di imballaggi in alluminio sono state evitate emissioni serra pari a 371mila tonnellate di CO2 e risparmiata energia per oltre 160mila tonnellate equivalenti petrolio.

Riciclo infinito, efficienza energetica, minimizzazione pesi e spessori, confermano il packaging in alluminio tra i più eco-friendly, coerente e in linea con i principi della prevenzione.

Zero discarica, 100% recupero è la mission ambientale di CiAl per un sistema dei rifiuti orientato a massimizzare raccolta, riciclo e recupero dell'alluminio in tutte le fasi di gestione incluso il trattamento delle scorie post-combustione.

I trend produttivi di alluminio riciclato confermano l'Italia al primo posto in Europa con oltre 806mila tonnellate di rottami trattati, pari al 50% dell'utilizzo complessivo di alluminio grezzo.

Il fumo in luoghi chiusi: statistiche significative

Oggi i fumatori nel mondo sono oltre 650 milioni, dei quali 11 milioni solo in Italia. Nella maggior parte dei casi la prima sigaretta viene fumata intorno ai 15 anni: 8 giovani su 10 dichiarano di aver iniziato a fumare ancora minorenni. Secondo L’Osm il fumo è la prima causa di morte, facilmente evitabile.
In molti pensano che fumare una sigaretta sia un vizio o un’abitudine ma in realtà non è così, il fumo crea una vera e propria tossicodipendenza. Il tabagismo è una malattia e come tale deve essere trattata. Le sigarette infatti contengono almeno 4.000 sostanze nocive tra cui sostanze irritanti, catrame e monossido di carbonio che creano catarro e irritazione alle vie respiratorie riducendo la capacità dell’emoglobina di trasportare ossigeno. La nicotina, che arriva al cervello in pochi minuti, invece, è presente nel tabacco in percentuale dal 2 all’8% e non è molto tossica ma è la sostanza che crea dipendenza.
I danni causati dal fumo dipendono dal numero di sigarette fumate, dall’età in cui si inizia a fumare e al modo in cui si fuma. Negli uomini (che sono circa il 23,9% dei fumatori italiani) i problemi più ricorrenti sono l’aumento della pressione arteriosa, il rischio di ictus, tumori all’esofago, colon e vescica; per le donne (circa il 19.7%) invece i problemi sono la diminuzione di fecondità, l’aumento del rischio di aborti e tumori dell’utero.
Il fumo è quindi come un aerosol di sostanze nocive, per sé e per gli altri, soprattutto quando ci si trova in un ambiente chiuso. Fumare in macchina poi è peggio che concedersi una sigaretta in casa o respirare le emissioni delle auto poiché la concentrazione delle particelle di fumo presenti nell’abitacolo (le cui dimensioni sono ridotte) è superiore di quella presente in altri luoghi chiusi. Per eliminare questo problema la British Medical Association (BMA), l’associazione dei camici bianchi inglesi, lancia l’allarme ed approva un documento per proporre il divieto di fumo in macchina.

RAEE: Comuni Ricicloni di tecnorifiuti

"Comuni Ricicloni": premiati dal CdC RAEE i Comuni più virtuosi nella raccolta dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

Campioni assoluti nella gestione dei RAEE sono stati
Sorrento (SA), Acquapendente (VT) e Castelverde.



Roma. Nel corso dell'iniziativa "Comuni Ricicloni", organizzata da Legambiente, il Centro di Coordinamento RAEE ha premiato gli 8 comuni che nel corso del 2010 si sono distinti per la Raccolta dei RAEE. La premiazione si è tenuta questa mattina a Roma e i riconoscimenti per i campioni della raccolta dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche sono stati consegnati dal Presidente del CdC RAEE Danilo Bonato.

I premi sono stati aggiudicati sulla base dell'analisi dei dati di raccolta presso i singoli Centri di Raccolta e individuando due differenti categorie in gara: per area geografica e per Raggruppamento ossia per le diverse tipologie in cui i RAEE sono raccolti e successivamente riciclati.

"Siamo molto orgogliosi - ha dichiarato Danilo Bonato, Presidente del Centro di Coordinamento RAEE - di aver partecipato, all'interno dell'iniziativa di Legambiente "Comuni Ricicloni", con una sezione del concorso dedicata completamente ai RAEE. Il 2010 è stato, infatti, per noi un anno di grandi soddisfazioni in cui il nuovo sistema di gestione ha dato dimostrazione di poter raggiungere ottimi risultati. Abbiamo raccolto, solo quest'anno, 245 milioni di kg di RAEE e in soli tre anni di attività siamo riusciti, con l'impegno di tutti, cittadini, le istituzioni, gli addetti ai lavori, a portare la raccolta pro-capite oltre i 4 kg per abitante, la soglia imposta dall'Unione Europea ai paesi membri".

I Comuni premiati perché giudicati, dati alla mano, campioni di raccolta RAEE assoluta sono 3: per il nord Italia il primato spetta al Comune di Castelverde in Provincia di Cremona con un indice di raccolta calcolato di 16 kg di RAEE per abitante. Per l'area del centro Italia il primo classificato è il Comune di Acquapendente con un indice di raccolta calcolato di 16,7 kg per abitante. Per l'area geografica sud Italia e isole è stato premiato, come Comune più virtuoso, Sorrento con un indice di raccolta calcolato di ben 24 kg per abitante e una raccolta totale di quasi 400 tonnellate.

Nella classifica per raggruppamento, invece, il Comune di Paceco, in Sicilia (TP) è il più virtuoso nella raccolta dei frigoriferi e i condizionatori (Raggruppamento R1) con un indice calcolato pari a 10,1 kg per abitante. Per il Raggruppamento R2 (grandi elettrodomestici), è stato premiato il Comune di Santa Teresa Gallura (OT) con un indice calcolato di 9,7 kg/ab. Per quanto riguarda la raccolta dei televisori e dei monitor (Raggruppamento R3) il dato più alto di raccolta è stato registrato dal Comune di San Cesario sul Panaro (MO) con un indice calcolato di 6,5 kg per abitante. Il Comune più virtuoso nella raccolta di piccoli elettrodomestici e le apparecchiature IT appartenenti al Raggruppamento R4 è il Comune Cisano Bergamasco (BG) con un indice calcolato di 4,8 kg/ab. Per il raggruppamento R5 è stato premiato Gandino, ancora in Provincia di Bergamo, che ha raccolto il maggior numero in tutta Italia di lampade al neon e a basso consumo (R5) con un indice calcolato 0,3 kg per abitante.

Particolare anche la scelta dei riconoscimenti che sono costituiti da sculture in materiale riciclato. I vincitori della categoria "campioni di raccolta" hanno ricevuto la scultura "Alisei" mentre i Comuni più virtuosi nella classifica Raggruppamenti sono stati premiati con la scultura "Città". I premi sono due opere d'arte di ecodesign realizzate dallo Studio Artealtra utilizzando materiali di recupero dei RAEE per creare un dialogo tra l'estetica della discarica e la sostenibilità ambientale. L'arte, l'architettura e il design sono stati messi, quindi, al servizio del benessere ambientale.

Roma, 14 luglio 2011

mercoledì 13 luglio 2011

Fotovoltaico. 9REN SUI TETTI PUGLIESI

9REN SALE SUI TETTI PUGLIESI: COMPLETATO A TRANI IL PRIMO IMPIANTO FOTOVOLTAICO SU EDIFICIO INDUSTRIALE

E' pugliese la prima referenza del Gruppo 9REN su grandi superfici in copertura, linea di attività su cui l'azienda punta per lo sviluppo dei prossimi impianti.

L'impianto, installato su tetto a doppia falda e realizzato in soli 34 giorni, si compone di 1500 moduli fotovoltaici di tipo policristallino montati sulle coperture di un deposito cash & carry. I moduli occupano una superficie totale di 3200mq suddivisa su due aree rispettivamente da 2400 e 800mq; sono ancorati a strutture di tipo infisso installate sulle due falde delle coperture. I lavori sono stati eseguiti in modo da rendere i punti di fissaggio delle strutture completamente impermeabili e inattaccabili alle intemperie. La produzione annuale stimata per l'impianto è di oltre 500.000 kWh di energia pulita, equivalente al fabbisogno di circa 190 famiglie, evitando annualmente oltre 280 tonnellate di CO2 all'atmosfera.

La modularità della soluzione ingegneristica che 9REN propone con questo impianto permette all'azienda di applicare lo stesso modello a tutte le tipologie di tetto industriale, monofalda, doppia falda, curvi o a terrazzo. L'installazione, sia durante la fase di costruzione che di funzionamento, non influisce sulle attività che si svolgono all'interno dell'edificio, pertanto non ne compromette in alcuna maniera il regolare svolgimento. "Anzi" afferma Stefano Granella, CEO del Gruppo 9REN " un impianto fotovoltaico su un edificio industriale realizzato secondo i nostri standard valorizza l'edificio e l'immagine dell'azienda ospitante che si rende partecipe della crescita di quota di energia rinnovabile nel nostro paese. 9REN infatti propone, in caso di interesse, azioni di co-marketing mirate a valorizzare l'immagine verde dell'azienda proprietaria del tetto. Inoltre" aggiunge Granella " L'impianto è stato realizzato secondo la modalità di cessione del diritto di superficie da parte del proprietario dell'immobile a 9REN, una formula che permette alle aziende che ospitano gli impianti fotovoltaici di avere dei ricavi stabili per 25 anni che derivano dalla concessione in superficie permettendo nel contempo un significativo sviluppo del fotovoltaico auspicato, in questo senso, anche dalle nuove direttive espresse dal Quarto Conto Energia."

Nel settore degli investimenti su coperture di terzi 9REN ha attualmente un portafoglio progetti fotovoltaici in sviluppo avanzato di 15MW e cantieri aperti per circa 4MW in diverse regioni italiane.


9REN

9REN è un Gruppo internazionale di aziende noto come uno dei maggiori operatori del mercato fotovoltaico chiavi in mano e come uno tra i principali investitori nel settore avendo realizzato in Italia e Spagna oltre 162MW di impianti fotovoltaici di cui 92MW per clienti terzi e 70MW di proprietà del Gruppo.

9REN offre impianti chiavi in mano su misura per tutte le esigenze del mercato residenziale, industriale e pubblico, con agevolazioni finanziarie per i propri clienti o proponendosi come investitore utilizzando le superfici messe a disposizione da terzi per installare propri impianti. Attualmente 9REN sta terminando la costruzione di 28MW di impianti fotovoltaici che includono, oltre agli impianti a terra, diverse tipologie applicative tra cui tetti residenziali e pubblici, coperture su edifici industriali, parcheggi, stalle, pensiline. Con l'intento di rafforzare la propria presenza sul territorio, 9REN ha avviato la creazione di una rete di installatori ai quali offre opportunità di crescita sia di mercato che professionale.

Nel corso degli ultimi tre anni le competenze e l'eccellenza 9REN sono state confermate dai 240 milioni di finanziamenti ottenuti da diversi istituti di credito e bancari e dalle decine di clienti di cui gestisce con successo quasi 570 impianti.

Recentemente approdata in Israele dove sta realizzando impianti in copertura per un totale di 500kW e nel Regno Unito dove ha un portafoglio di 100 impianti in sviluppo di piccola e media taglia, 9REN guarda con attenzione al mercato internazionale nel quale è interessata a stabilire validi rapporti di collaborazione sia come EPC contractor che come investitore.

www.9ren.it

venerdì 8 luglio 2011

Ecolamp agli importatori di lampade fluorescenti: "una lampada non iscritta è fuorilegge"


UNA LAMPADA NON ISCRITTA

E’ UNA LAMPADA FUORILEGGE

Al via la nuova campagna di sensibilizzazione di Ecolamp volta

a combattere il fenomeno dei Free Rider

Milano, 8 luglio 2011 - Ecolamp, il consorzio per il recupero e il trattamento di apparecchiature di illuminazione, a partire dal mese di luglio si farà promotore di una campagna di sensibilizzazione rivolta alle regioni italiane transfrontaliere, finalizzato a combattere il fenomeno dei Free Rider, termine con cui si definiscono le aziende produttrici e distributrici, che immettono autonomamente nel mercato nazionale apparecchi di illuminazione o sorgenti luminose senza rispettare gli oneri correlati alla normativa RAEE.

l "Free Rider" sono i produttori e importatori di apparecchi di illuminazione non registrati all’interno del sistema collettivo previsto dalla normativa europea e italiana. Essi commercializzano marchi registrati e non, inclusi i marchi d’importazione, senza versare l’eco contributo RAEE, previsto dalla normativa. La presenza dei Free Riders crea una precisa turbativa al mercato, recando un danno economico a tutti quei soggetti che operano in conformità della legge, tra cui gli aderenti al consorzio Ecolamp.

Attraverso questa campagna di sensibilizzazione il consorzio nazionale Ecolamp si rivolge ai produttori e importatori di lampade fluorescenti (CFL e tubi) attivi nel mercato italiano, informandoli dell’obbligatorietà di iscriversi al Registro Nazionale Produttori AEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche).

Aderendo al Consorzio si rispetta non solo la Legge (e si evitano le sanzioni) ma si contribuisce, con responsabilità sociale d’impresa, alla tutela della salute collettiva e alla salvaguardia ambientale.

Tra i propri soci fondatori Ecolamp annovera le maggiori aziende, nazionali e internazionali, del settore illuminotecnico, che operano nel mercato italiano: Philips, Osram, General Electric, La Filometallica, Leuci e Sylvania, cui si sono aggiunte altre delle più rappresentative imprese del settore. Al Consorzio aderiscono più di 140 produttori di apparecchiature d’illuminazione.

Dalla fine del 2008 ad oggi Ecolamp ha già raccolto e avviato al riciclo oltre 3.000 tonnellate di lampadine a basso consumo e tubi fluorescenti.

Area Stampa (disponibili foto e filmati in alta risoluzione): www.ecolamp.it/comunicazione

Ufficio Stampa Ecolamp: Conca Delachi – Desirée Ferrari Tel. 02/48193458 dferrari@concadelachi.com

Marketing & Comunicazione Ecolamp:

Martina Cammareri, Tel. 02/37052936-7 cammareri@ecolamp.it

Andrea Pietrarota, Cell. 348/5988469 pietrarota@ecolamp.it

Ecolamp e Touring Club Italiano: insieme per la raccolta delle lampade a risparmio energetico

Al via una nuova collaborazione per Ecolamp, che dal mese di luglio ha scelto il Touring Club Italiano come partner per realizzare un'altra importante campagna di sensibilizzazione sulla corretta gestione delle lampade a basso consumo energetico a fine vita.


L'iniziativa di informazione si rivolge non solo ai soci del TCI, ma anche a tutti i clienti delle librerie del Touring, i quali, ad ogni acquisto riceveranno un sacchetto che riporta le informazioni per fare la raccolta differenziata delle lampadine fluorescenti esauste.
Lo stesso sacchetto può essere utilizzato proprio per conservare le lampade non più funzionanti, da restituire presso qualsiasi negozio quando si comprano quelle nuove (come previsto dal Decreto ministeriale n.65 del 18 giugno 2010), o per portarle presso il centro di raccolta comunale più vicino alla propria abitazione.

Da oggi è ancora più facile localizzare i centri di raccolta comunali grazie all'applicazione per smartphone e tablet "L'isola che c'è", che prevede la loro geolocalizzazione delle isole ecologiche su tutto il territorio nazionale.
È possibile scaricare gratuitamente l'applicazione dal nostro sito cliccando qui, o dagli store Apple e Android.

Con questa nuova iniziativa di sensibilizzazione, l'obiettivo è di informare un pubblico sempre più vasto sui seguenti tre punti:

1. le lampade fluorescenti consumano sino all'80% in meno di energia delle tradizionali lampadine a incandescenza (prossime alla "pensione", fissata per la fine del 2012), durano più a lungo, bruciano molta meno CO2 (gas ozonolesivo) e sono riciclabili sino al 95%;


2. è, però, necessario ricordarsi che tali lampade, quando si esauriscono diventano rifiuti classificati per legge come pericolosi, poiché contengono piccole quantità di mercurio e polveri fluorescenti, r dunque non vanno mai gettate nella pattumiera o nei contenitori del vetro.


3. fare la raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste è una comportamento responsabile, a vantaggio dell'ambiente e della salute collettiva: per questo è importante che diventi un'abitudine per tutti noi.

ECOMONDO, RUSH FINALE VERSO UNA GRANDE EDIZIONE

ECOMONDO, RUSH FINALE VERSO UNA GRANDE EDIZIONE

Alla fase conclusiva della campagna commerciale si affianca la promozione sui visitatori e sui buyers esteri.

Accordo con Anci per la presenza dei comuni. Definiti i temi del calendario seminari

Rimini,8 luglio 2011 – ECOMONDO 2011 si prospetta come una straordinaria vetrina dell'innovazione per la Green Economy. A quattro mesi dalla 15a Fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile (Rimini, 9-12 Novembre 2011), si annuncia l'aumento del 20% delle aree espositive e il sostanziale completamento dei principali blocchi espositivi.

Sono poi all'avvio una corposa campagna di promozione verso i potenziali visitatori italiani ed esteri e una serrata attività per favorire la presenza di buyers stranieri. Ne sono previsti 250 provenienti dai Paesi selezionati per la loro particolare condizione di interesse rispetto all'offerta italiana: Austria, Svizzera, Germania, Spagna, Olanda e Paesi Bassi, Romania, Bulgaria, Russia, Ucraina, Serbia e Balcani, Brasile, Turchia e Argentina.

ACCORDO ECOMONDO - ANCI

Importante accordo fra ECOMONDO ed ANCI, tramite Ancitel Energia Ambiente.

ECOMONDO 2011 affronterà i temi del Patto dei Sindaci, un programma per la sostenibilità ambientale condiviso da 2.600 Comuni europei e che vede l'Italia già a quota 1.138 (maggio 2011), nella direzione di affermare il modello di 'smart city'. Per questo verrà finalizzata da Rimini Fiera e Ancitel Energia Ambiente un'informazione puntuale ad amministratori locali e tecnici comunali sui contenuti e sulle opportunità di partecipazione alla manifestazione predisposti per le Amministrazioni. La comunicazione rivolta ai Comuni sarà mirata e diretta e utilizzerà inoltre i canali di stampa e i portali www.ea.ancitel.it e www.anci.it .

I GRANDI TEMI DI ECOMONDO 2011

ECOMONDO 2011 si aprirà con la 2a edizione del Forum Internazionale Ambiente ed Energia, promosso da Conai, Legacoop, Legambiente, Regione Emilia-Romagna e Rimini Fiera e organizzato da The European House – Ambrosetti con la partecipazione di relatori di spessore mondiale.

A seguire, focus specifici, che troveranno nel Premio Sviluppo Sostenibile 2011, a cura dell'omonima Fondazione presieduta da Edo Ronchi e di ECOMONDO, uno dei momenti più importanti per valorizzare il motore verde dell'economia italiana. Fra questi focus risalta il tema delle bioraffinerie, così da ipotizzare una strategia possibile per il rilancio della chimica italiana. Inoltre, attenzione alla valorizzazione integrata di sottoprodotti agroalimentari e rifiuti organici con la produzione composti chimici, materiali e biocombustibili.

Protagonisti i RAEE (rifiuti elettrici ed elettronici), con un forum che ne fotograferà lo stato di avanzamento nella gestione. Riflettori, nella mostra e nei convegni, sulle nuove tecniche di trattamento e di gestione dei fanghi di depurazione in relazione agli orientamenti della disciplina sulle acque e sui rifiuti.

"I convegni di Ecomondo – spiega il professor Luciano Morselli, coordinatore del comitato scientifico – tratteggiano una Green Economy sempre più finalizzata agli strumenti tecnico-operativi che possano incidere sugli obiettivi in tema di sostenibilità ambientale. L'Industrial Ecology contiene i principi più idonei a questo sviluppo: valuta il ciclo di vita di un prodotto, processo o servizio; valuta i flussi di massa delle materie prime per sostituirle con prodotti da recupero, all'insegna dell'efficienza, della riduzione degli sprechi e dell'uso di energie rinnovabili. Dei circa 150 eventi previsti, almeno il 30% ha una valenza tecnico scientifica; si aggiungono i Call for Paper ai quali intervengono più di 100 enti di ricerca universitari, pubblici e privati, con circa 700 autori".

Ricordiamo che in contemporanea ad ECOMONDO si svolgeranno KEY ENERGY, 5a fiera internazionale per l'energia e la mobilità sostenibili e COOPERAMBIENTE, 4a manifestazione dedicata all'offerta cooperativa di energia e servizi per l'ambiente, a cura di LegaCoop.


Programma dei convegni e dei seminari
(bozza in progress, i cui aggiornamenti si possono seguire all'indirizzo):

www.ecomondo.com/appuntamenti_eventi/programma_ufficiale.asp



COLPO D'OCCHIO SU ECOMONDO 2011

Qualifica: Fiera internazionale; periodicità: annuale; edizione: 15a; ingresso: operatori e grande pubblico; biglietti: intero 15 Euro; abbonamento intero per 2 giornate 25 Euro; ingresso gratuito bambini 0-6 anni; ingresso ridotto 5 Euro; ingresso universitari (con presentazione libretto) 2 Euro; orari: 9-18, ultimo giorno 9- 17 ; info: ecomondo@riminifiera.it; website: www.ecomondo.com


giovedì 7 luglio 2011

Ecolamp: riciclo lampade fluorescenti



video


Servizio del Tg1 serale di martedì 5 luglio 2011 con intervista a Fabrizio D'Amico, Direttore Generale di Ecolamp, il Consorzio che - senza fini di lucro - in Italia assicura la raccolta e il riciclo delle lampade a basso consumo e dei tubi fluorescenti esausti.

Per fare la raccolta differenziata delle lampade fluorescenti a fine vita i cittadini hanno due possibilità:

1) restituire le lampade non più funzionanti al negoziante, quando se ne acquistano di nuove;
2) portare le vecchie lampade nell'isola ecologica più vicina (clicca qui per trovarla).


A differenza delle vecchie lampadine a incandescnza (prossime alla pensione) le lampade a risparmio energetico sono riciclabili al 95%.
E riciclandole evitiamo la dispersione di sostanze tossiche, come il mercurio e polveri fluorescenti.

Per questo la raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste è importante per l'ambiente e per la salute di tutti noi.

Approfondimenti sul sito www.ecolamp.it


Seminario "Analisi sui rifiuti", Milano 19 settembre 2011

Abbiamo il piacere di presentare il seminario della Formazione permanente sulla gestione dei rifiuti, previsto in Milano lunedì 19 settembre 2011.


Le analisi sui rifiuti.
Responsabilità del produttore, del gestore e del laboratorio di analisi: aspetti tecnici e giuridici (anche con riferimento alla ecotossicità)

Relatori:
Loredana Musmeci (Capo Dipartimento Ambiente e Prevenzione primaria Istituto Superiore di Sanità – ISS)
Claudio Rispoli (Chimico – Esperto Adr)
All'incontro parteciperà Pasquale Fimiani, Giudice presso la Corte di Cassazione, per illustrare i suoi studi sugli argomenti oggetto di discussione, partecipando al dibattito con i presenti per lo scambio delle rispettive esperienze teorico-pratiche.

Coordinamento scientifico: Paola Ficco


Presentazione del Seminario

In molti ambiti della gestione dei rifiuti si riscontrano frequentemente prassi, comportamenti, letture della norma, che si contraddistinguono per disomogeneità e fantasia piuttosto che per qualità e rigore.

Il tema delle analisi dei rifiuti è particolarmente delicato: complice la complessità della norma, la grande variabilità delle casistiche, le diverse esigenze e competenze dei soggetti coinvolti: il chimico da una parte, i committenti dall'altra (produttori di rifiuti, intermediari, trasportatori, smaltitori, recuperatori ecc.). Il tutto, senza dimenticare gli Enti competenti e di controllo.

Il corso intende evidenziare e risolvere alcune criticità che, pur essendo caratteristiche di questo complesso e complicato sistema, sono spesso sottovalutate. E precisamente:

  • gli aspetti inerenti le responsabilità a carico sia degli esecutori delle analisi sia dei committenti che poi le utilizzano nella gestione dei rifiuti;
  • le competenze interdisciplinari che devono essere disponibili presso il laboratorio d'analisi: oltre alla chimica analitica, necessitano ovviamente una conoscenza approfondita delle norme inerenti i rifiuti (con tutte le complessità del caso: smaltimento/recupero, discariche, eluati, specifiche impiantistiche, bonifiche ecc.), così come di quelle in tema di classificazione delle sostanze e dei preparati pericolosi e talvolta, dell'ADR;
  • le problematiche inerenti il campionamento, per il quale esistono ben note norme tecniche, che non sono però sempre applicabili per tutti i rifiuti;
  • il delicato equilibrio che si deve raggiungere tra conformità normativa, aspetti tecnico-scientifici e costi; le evidenti ricadute determinate dagli esiti analitici.

Per consultare il programma e per iscriversi al seminario del 19 settembre 2011>>

l programma del seminario e il modulo di adesione in formato pdf è disponibile qui:

- Programma > Milano, lunedì19 settembre 2011


Segreteria organizzativa
Rossana Franzoni
telefono 02 45487380
segreteria.formazione@reteambiente.it

Edizioni Ambiente srl
via N. Battaglia 10
20127 Milano
telefono 02 45487277
fax 02 45487333
www.edizioniambiente.it
www.reteambiente.it


mercoledì 6 luglio 2011

WWF e DISNEY: FRIENDS FOR CHANGE - aperte le iscrizioni online!


Friends for Change - Insieme per la Terra:

APERTE LE ISCRIZIONI PER GLI APPUNTAMENTI GREEN DI DISNEY

IN COLLABORAZIONE CON IL WWF

Il progetto vedrà impegnati i giovani nella salvaguardia del pianeta grazie alle iniziative che avranno luogo il prossimo settembre e ottobre

Milano, 6 luglio 2011 – Sono aperte le iscrizioni per partecipare agli eventi settembrini promossi da Disney in collaborazione con il WWF, nell'ambito del progetto internazionale Disney's Friends for Change - Insieme per la Terra. Gli appuntamenti vedranno impegnati i ragazzi nel supporto alle attività del Centro WWF di recupero tartarughe marine di Molfetta, in Puglia, e la pulizia della spiaggia dell'Oasi WWF di Burano, in Toscana.

Disney, in collaborazione con WWF, invita i ragazzi a prendere parte al progetto visitando i siti www.disney.it/friendsforchange e www.wwf.it dove oltre ad iscriversi, troveranno tutte le informazioni per partecipare alle due giornate, che avranno luogo nel mese di settembre e ottobre. I partecipanti, di età compresa tra gli 8 e gli 11 anni, potranno scegliere se dare il loro supporto allo staff del centro di recupero di Molfetta, aiutando a promuovere l'importanza delle tartarughe marine e i piccoli gesti che pescatori e bagnanti possono compiere per proteggerle. Oppure se prendere parte alla pulizia della spiaggia dell'Oasi di Burano, che conserva 12 km di costa, dune e preziosi ambienti mediterranei popolati da tantissime specie di piante e animali.

Con Disney's Friends for Change - Insieme per la Terra i ragazzi si impegnano ad aiutare l'ambiente con piccoli gesti quotidiani, raccontando la loro "promessa" sul sito www.disney.it/friendsforchange. Ogni "promessa" viene quantificata da un contatore virtuale che ne segnala l'impatto sul Pianeta. Molte star italiane di Disney Channel, come Romolo Guerrieri e Sara Santostasi hanno preso parte al progetto e hanno contribuito a salvaguardare l'ambiente con un impegno quotidiano, come usare meno acqua o utilizzare mezzi di trasporto pubblici.

Disney's Friends for Change: Insieme per la Terra è stato lanciato negli Stati Uniti nel maggio 2009 con grande successo. Dal suo debutto, sono state fatte oltre 2 milioni di "promesse", che hanno contribuito al risparmio di 480 milioni di litri d'acqua ogni mese, evitato 70.000 tonnellate di emissioni di carbonio all'anno e riciclato 2,4 milioni di immondizia ogni anno. Il progetto statunitense ha già prodotto la donazione di 1 milione di dollari da parte della Disney a 25 progetti ambientali in 15 diversi Paesi, a beneficio di foreste, fauna selvatica, recuperi acquiferi e altro.

The Walt Disney Company

The Walt Disney Company è un gruppo diversificato leader nel mercato dell'intrattenimento per famiglie e attivo in cinque segmenti: Media Networks, Parchi e Resorts, Studios, Prodotti di Consumo e Interactive.

The Walt Disney Company Italia, fondata nel 1938, è stata la prima filiale internazionale di Disney al mondo. Con sede a Milano, Disney si distingue per la grande creatività nella produzione di contenuti artistici, editoriali e televisivi. In Italia, The Walt Disney Company è leader in dieci aree di business: televisione, prodotti di consumo, home entertainment, cinema, editoria, musica, parchi tematici, interactive, internet e negozi monomarca. Inoltre Disney è il maggiore produttore di contenuti editoriali al mondo e sviluppa in Italia il 70% dei fumetti realizzati a livello mondiale.

Il 2010 è stato caratterizzato da numerosi eventi significativi per Disney Italia: a luglio Disney inaugura presso l'Orio Center di Bergamo il primo Disney Store interattivo d'Italia, dove la magia Disney si veste di innovazione per far vivere al pubblico un'esperienza di intrattenimento senza precedenti. In agosto, "Toy Story 3 – La Grande Fuga" taglia il traguardo del miliardo di dollari a livello mondiale, realizzando il secondo record miliardario per Disney, dopo "Alice in Wonderland", nell'arco di pochi mesi. A settembre, Disney Italia lancia D-You il primo femminile dedicato al mondo delle tweens (fascia 8-14 anni), nato a Milano ed esportato in tutto il mondo. Il Natale segna infine il successo di "Rapunzel – L'Intreccio della Torre" che, con 12 milioni di Euro al box office italiano, si afferma come l'evento natalizio per il pubblico delle famiglie.

Il 2011 comincia all'insegna del lancio cinematografico di "Tron: Legacy", film avveniristico di grande suggestione che ha ispirato il mondo della moda e del design. Tron: Legacy è stato tra i protagonisti della Settimana del Design di Milano con una mostra che ricreava le atmosfere del film, rielaborate e interpretate da grandi nomi del design internazionale. La ricca stagione cinematografica prosegue con l'atteso ritorno dell'orsetto più amato dai bambini nelle sale dal 20 aprile con "Winnie The Pooh - Nuove Avventure nel Bosco dei 100 Acri". Il 18 maggio è stata la volta di Johnny Depp, alias Jack Sparrow il più celebre pirata della storia del cinema, nel film in 3D "I Pirati dei Caraibi – Oltre i Confini del Mare". Una nuova avventura, nuovi personaggi, un cast stellare e location esotiche, in una storia classica e ricca di comicità raccontata dal genio produttivo di Jerry Bruckheimer. Il 22 giugno l'attesa uscita di Cars 2 il film Disney Pixar in 3D ricco di azione e umorismo che accanto ai popolarissimi personaggi a quattro ruote vede l'Italia e l'italianità tra i nuovi, divertenti protagonisti.

Il WWF in Italia e nel mondo

Il World Wide Fund for Nature è stato fondato in Svizzera nel 1961 ed è oggi la più importante organizzazione per la conservazione della natura. Il marchio del panda è uno dei più conosciuti al mondo: un simbolo di impegno, concretezza e positività per la tutela degli ecosistemi naturali e per il futuro dell'uomo.

Più di 5 milioni di persone in tutto il mondo hanno scelto di sostenere direttamente le attività del WWF. Attivo in 96 Paesi, il WWF realizza ogni anno 2.000 progetti di tutela della biodiversità e di concreta attivazione di modelli di sostenibilità dello sviluppo umano.

In Italia il WWF esiste dal 1966 e oggi può contare sul sostegno concreto di 300 mila Soci, 400 mila sostenitori e 100 mila ragazzi delle scuole impegnati in programmi di educazione ambientale (i Panda Club).

"La missione del WWF è costruire un mondo in cui l'Uomo possa vivere in armonia con la Natura"


AUTORITA' ENERGIA. WWF: "IL GOTHA DELL'ENERGIA SI ACCORGE DEL RUOLO DI RINNOVABILI ED EFFICIENZA"

AUTORITA' ENERGIA

WWF: "FINALMENTE IL GOTHA DELL'ENERGIA SI ACCORGE DELL'INTRECCIO CLIMA-ENERGIA

E DEL RUOLO DI RINNOVABILI ED EFFICIENZA ENERGETICA"

Ora i fatti devono essere coerenti con le parole

Sulla relazione annuale del presidente dell'Autorità dell'Energia, tenuta stamane a Roma presso la Camera dei Deputati, Mariagrazia Midulla, responsabile Clima ed Energia del WWF Italia, ha dichiarato:

"E' merito di chi lo dice di anni, come il WWF, e certamente merito della schiacciante maggioranza degli Italiani che ha sonoramente bocciato il nucleare il 12 e 13 giugno: però è un fatto che sia ieri nel dibattito seguito alla relazione del Gestore del Mercato Elettrico (GME), che oggi nella relazione annuale del Presidente dell'Autorità per l'Energia, il ruolo delle fonti rinnovabili e dell'efficienza energetica come volano della green economy e dello sviluppo sostenibile, non è più marginale e di contorno, ma sta diventando centrale. Questo è un fatto positivo. Meno positiva la circostanza che, mentre Guido Bortoni affermava questo, al Quirinale fosse giunta una norma aberrante che obbliga a non fare alcuna comparazione tra le diverse fonti energetiche (per favorire la riconversione a carbone di Porto Tolle). Segno che le vecchie lobby inquinanti sono tutt'altro che sconfitte."

"La capacità di una classe politica degna di questo nome, e di regolatori al passo coi tempi, è quella di scegliere in base a una visione di futuro, avendo il coraggio di abbandonare il vecchio (in quanto dannoso) per favorire il nuovo (se pulito e con minor impatto ambientale, nonché fonte di maggiore sicurezza energetica) – continua Mariagrazia Midulla del WWF - Certo il dibattito deve fare ancora molta strada: mentre sia Spagna che Grecia si candidano a diventare corridoio di passaggio delle supergrid per portare il solare dall'Africa all'Europa, in Italia la questione non viene nemmeno citata e si pensa ancora a diventare hub del gas, moltiplicando i rigassificatori senza aver mai quantificato le effettive necessità."

"Come ha sottolineato anche il presidente della Camera, Gianfranco Fini, l'Italia non può più fare a meno di una strategia energetica – conclude Midulla del WWF - Nel contempo, occorre valutare bene le norme e gli incentivi che, promossi apparentemente per favorire il nuovo, possono essere in realtà impacchettati per soddisfare i soliti noti. Per questo il WWF intende valutare bene la questione degli incentivi alle infrastrutture e, soprattutto, quella dell'aumento degli incentivi per il cosiddetto capacity payment, una voce che rischia di premiare la sovra-capacità attuale di fonti fossili e le posizioni di rendita".


Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI