Cerca nel blog

venerdì 22 novembre 2013

WWF: LEONARDO DI CAPRIO DONA PER LA TIGRE. MA PER SALVARLA SERVE L'AIUTO DI TUTTI

WWF: LEONARDO DI CAPRIO DONA 3 MILIONI DI DOLLARI PER LA TIGRE.

MA PER SALVARLA SERVE L'AIUTO DI TUTTI

ADOTTA UNA TIGRE O REGALA L'ADOZIONE A NATALE: SU www.wwf.it/Natale<http://www.wwf.it/Natale>


In occasione del terzo anniversario dello storico Summit globale sulla Tigre la Fondazione Leonardo Di Caprio ha donato al WWF la somma di 3 milioni di dollari per aiutare le attività di conservazione in Nepal perché si possa raggiungere lo sforzo del governo di raddoppiare il numero di tigri in natura entro il 2022, prossimo anno cinese della Tigre. Ma per salvare questa straordinaria specie, di cui oggi restano appena 3.200 esemplari, serve l'aiuto di tutti: va garantito un lavoro continuo e quotidiano, lungo un periodo di anni e a diversi livelli d'azione, e serviranno decine di milioni perché il fondo internazionale per la tigre che si sta costituendo possa funzionare davvero. Ognuno può fare la propria parte insieme al WWF adottando simbolicamente la specie, o regalando l'adozione per Natale su www.wwf.it/natale<http://www.wwf.it/natale>, un modo semplice per dare un aiuto concreto a una delle specie più carismatiche al mondo, che rischiamo di perdere per sempre.

La donazione di Di Caprio, e di tutti i sostenitori che si impegneranno con lui, contribuirà a sostenere il lavoro del WWF con il governo del Nepal e le comunità locali del Terai Arc per rafforzare le pattuglie anti-bracconaggio, per fermare i trafficanti di ossa e altre parti di tigre, proteggere le aree chiave per quest'animale, ripristinare corridoi critici per la loro dispersione e il collegamento tra le diverse popolazioni, e monitorare continuamente le popolazioni di tigre. La donazione precedente dalla Fondazione Leonardo Di Caprio sta già mostrando degli importanti risultati, come il numero in crescita delle tigri nel Parco Nazionale del Bardia Terai, con un numero di esemplari cresciuto da circa 18 a 50.

La donazione rappresenta il risultato dei primi fondi erogati dall'11° Ora Asta di Beneficenza realizzata a maggio da Christie's, creata da Di Caprio e che ha raccolto in una sola notte, la cifra record di 38,8 milioni dollari per la conservazione. Di Caprio è da tempo un appassionato sostenitore delle cause ambientali e ed è al fianco del WWF dal 2010 per lanciare Save Tigers Now, la campagna globale per ottenere sostegno politico, finanziario e pubblico per salvare le tigri allo stato selvatico.

"Il tempo sta per scadere per le 3.200 tigri che restano al mondo, in gran parte risultato della distruzione dell'habitat e del crescente bracconaggio illegale" ha detto Leonardo Di Caprio. "Il WWF, il governo del Nepal e le comunità locali sono in prima linea in questa battaglia e io credo che questa donazione aiuterà a superare l'obiettivo di raddoppiare il numero di queste nobili creature in natura".

"Leonardo Di Caprio supera ogni aspettativa sfruttando la sua voce e la sua influenza per ripristinare le tigri e il loro habitat in uno dei luoghi più belli del pianeta", ha detto Isabella Pratesi, direttore politiche di conservazione internazionale del WWF Italia. "Il suo impegno si incentra tutto sul fornire risultati concreti per la conservazione del suolo e il  rafforzamento delle comunità locali. Gli siamo profondamente grati per la sua generosità e invitiamo tutti, secondo le proprie possibilità, a seguire il suo esempio. Perché per salvare la tigre ci vorrà un'azione di anni, di centinaia di persone, portata avanti con tenacia ogni giorno. Un'azione che sarà possibile solo con l'aiuto concreto di tantissimi sostenitori".

Il Nepal è sulla strada giusta per diventare uno dei primi paesi gamma tigre per raggiungere l'obiettivo del Vertice mondiale Tiger2010 di raddoppiare le tigri selvatiche entro il prossimo Anno della Tigre nel 2022. L'area del Terai Arc in Nepal, dove verrà indirizzata la donazione, si estende per 9.000 chilometri quadrati e comprende aree protette che sono zone critiche per la sopravvivenza di tigre, rinoceronte ed elefante. La regione, densamente popolata, è abitata da  quasi sette milioni di persone che dipendono dalle risorse naturali per il proprio sostentamento.

Tigri, elefanti e rinoceronti nel Terai stanno perdendo il loro habitat, vittime del commercio illegale di specie selvatiche. La concessione permetterà alle guardie del parco di utilizzare strumenti sofisticati di monitoraggio in collaborazione con la polizia e di raccogliere informazioni per combattere il bracconaggio. Saranno anche ampliate le infrastrutture con base nel parco, come i posti di guardia i e corridoi tra parchi verranno rafforzati per dare alle specie principali la libertà di vagare e di far crescere nuove popolazioni di tigre in tutto il Terai.

"Proteggere un predatore come la tigre aiuta a mantenere intatte le foreste e le praterie, e assicura che altre specie come rinoceronti ed elefanti possano prosperare" ha detto Justin Winters, il direttore esecutivo della Fondazione Leonardo Di Caprio. " La parte più impressionante di questo progetto - e la chiave del suo successo fino ad ora - è la vera collaborazione tra il WWF, il governo del Nepal e le comunità locali. Trovare soluzioni che proteggono le tigri e che portano beneficio alla popolazione locale è l'unico modo per garantire successo a lungo termine".

Il WWF ei suoi partner potranno anche usare la donazione per aiutare le comunità locali  che beneficiano della conservazione di questa importante specie attraverso la creazione di attività come il turismo, l'artigianato e produzione di ortaggi biologici. La donazione sosterrà anche i fondi di assicurazione per aiutare le famiglie a far fronte alla perdita di bestiame per i predatori .


FAI UN REGALO A CHI SE LO MERITA: ADOTTA UNA TIGRE!
L'adozione simbolica di una specie rappresenta un contributo essenziale alla salvaguardia delle specie in via d'estinzione. I contributi raccolti, infatti, sostengono progetti di conservazione WWF sul campo in tutto il mondo e il lavoro delle centinaia di ricercatori ed esperti che ogni giorno operano sul territorio per proteggere le specie in pericolo. Nel caso della tigre, bastano per esempio 40 euro per assicurare la dotazione di ricetrasmittenti per le truppe antibracconaggio in Nepal, una delle regioni chiave impegnate nella difesa e tutela delle ultime tigri rimaste.

Il WWF propone diverse formule di adozioni. Con l'adozione semplice (30 euro) si riceve a casa il certificato personalizzato con il nome del "genitore adottivo", la scheda sulla specie adottata e una lettera di Fulco Pratesi, presidente onorario WWF Italia. L'adozione digitale (30 euro, disponibile anche nella versione "I WWF you" per anniversari o ricorrenze) regala un wallpaper, lo screensaver e la firma digitale con bellissime immagini della specie adottata, e può essere inviata il giorno stesso o nella data che si preferisce. Per chi preferisci adottare in modo digitale c'è anche l'esclusiva mobile App "WWF Adoption" per iPhone e Android con tante news e approfondimenti sulle specie adottate. Con l'adozione con peluche (50 euro), invece, oltre alla scheda e al certificato d'adozione si riceve un peluche della specie richiesta, perfetto per l'albero di Natale. Il peluche è certificato secondo rigorosi standard ambientali, con la certificazione OKO ed è ideale sia per adulti che per bambini. Il kit dell'adozione con peluche comprende, infine, una shopper ecologica di carta cemento che nasce dal riciclo e riuso di materiale industriale, certificata fsc, da utilizzare tutti i giorni, per essere "ambasciatori WWF". Si adotta su www.wwf.it/natale<http://www.wwf.it/natale>

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI