Cerca nel blog

lunedì 20 gennaio 2014

VedoGreen: le aziende verdi protagoniste delle IPO del 2013. Raccolti oltre 58 milioni di euro


VedoGreen: le aziende verdi protagoniste delle IPO del 2013. Raccolti oltre 58 milioni di euro

 

·         6 le IPO Green nel 2013 pari ad un terzo delle ipo complessive: Enertronica, Sacom, TE Wind, Ki Group, Innovatec e GreenItaly1

·         Efficienza energetica, agribusiness e green finance i nuovi settori sul listino italiano

·         Finanziamento all'innovazione, strategie di crescita e sviluppo all'estero le principali motivazioni dei collocamenti

 

Milano, 20 gennaio 2014

 

Le IPO Green sulla Borsa Italiana nel 2013 sono state 6, pari a un terzo del totale. La raccolta complessiva ha raggiunto i 58 milioni di euro, con GreenItaly1, prima SPAC tematica specializzata sulle imprese della Green Economy, che ha contribuito alla metà della raccolta (35 milioni di euro). Il numero complessivo delle società Green di Piazza Affari raggiunge così quota 21, per una capitalizzazione complessiva superiore a 1,2 miliardi di euro. Inoltre l'indice VedoGreen, che raccoglie e monitora le società Green italiane quotate con una capitalizzazione di mercato inferiore ai 300 milioni di euro, ha segnato nel 2013 una performance positiva pari al 24%.

 

Questi i dati che emergono dall'Osservatorio VedoGreen, la società del Gruppo IR Top specializzata nella finanza per le aziende green quotate e private, sui nuovi collocamenti green del 2013.

 

Anna Lambiase, Amministrate Delegato di VedoGreen, ha così commentato: "Assistiamo a un gran fermento all'interno del settore, segnale recepito anche dagli investitori che stanno dimostrando un interesse sempre più concreto per gli investimenti sostenibili. Un trend importante che sta emergendo riguarda inoltre il core business delle società Green; se in passato infatti le attività delle aziende erano soprattutto legate alle energie rinnovabili, ora si affermano business innovativi come l'Efficienza energetica, l'Agribusiness o la specializzazione nella finanza green come nel caso di GreenItaly1. La rappresentatività della Green economy si consolida anche nei capital markets, fornendo una chiara dimensione della rilevanza di una nuova economia che a livello industriale si sta trasformando verso la sostenibilità, il rispetto delle normative sull'efficienza energetica e la qualità dell'ambiente. Il nostro database VedoGreen sta valutando la quotabilità di aziende italiane green eccellenti per aiutarle a considerare il mercato dei capitali come importante alternativa ai canali finanziari tradizionali per la propria crescita. La dimensione media delle aziende Green quotate, inoltre, dimostra come l'AIM Italia sia un mercato azionario ad hoc per le PMI italiane in cerca di capitale per finanziare ambiziosi progetti di crescita in un settore di grande interesse per investitori e Family Office nazionali e internazionali."

 

Enertronica (Smart Energy), Sacom (Agribusiness), True Energy Wind (Smart Energy – Mini eolico) e KI Group (Agribusiness – Prodotti biologici) hanno intrapreso il percorso di quotazione per favorire una crescita rapida e stabile dell'azienda. La SPAC GreenItaly1, ha raccolto le risorse finanziarie necessarie per acquisire come società target un'azienda italiana con Equity Value superiore ai 100 milioni di euro, appartenente al settore green, con solidi risultati economici, generazione di cassa, elevata propensione all'innovazione, vocazione internazionale e un'attività non legata ad incentivi.

In particolare le società industriali quotate, attraverso i capitali raccolti in IPO e la visibilità acquisita nel processo di quotazione, intendono consolidare e rafforzare il proprio posizionamento competitivo sui mercati nazionali e internazionali, approdare e crescere su nuovi mercati e incrementare il proprio portafoglio clienti e le commesse.

 

Sacom e KI Group puntano sugli investimenti per lo sviluppo e l'innovazione di prodotto e sul potenziamento della rete commerciale, la prima creando team di tecnici che intervengono direttamente sul campo presso la clientela finale sia in Italia che nell'Est Europa, nel Nord Africa, in Asia e in Sud America, la seconda attraverso la stipula di accordi strategici, entrambe senza sottovalutare eventuali possibilità di crescita per linee esterne attraverso partnership e accordi strategici.

 

True Energy Wind ed Enertronica intendono incrementare il proprio portafoglio di commesse per consolidare la propria leadership nei mercati di riferimento: la prima rivolgendosi strategicamente soprattutto al mercato italiano, la seconda con l'obiettivo di crescere anche sui mercati internazionali (Sudafrica, Medio Oriente).

 

Per Innovatec, infine, la quotazione è lo strumento per portare avanti il "Progetto Smart", dedicato all'innovazione energetica, volto a sviluppare tecnologia, prodotti e servizi energetici per la clientela corporate e retail, tramite tecnologie innovative e continua attività di ricerca e sviluppo.

 

VedoGreen monitora quotidianamente il comparto Green di Borsa Italiana attraverso un indice proprietario costruito dalla società. Per essere informato quotidianamente e ricevere la Green market news scrivi a info@vedogreen.it.

 

 

 

VedoGreen, la società del Gruppo IR Top specializzata nella finanza per le aziende green quotate e private, nasce nel 2011 dall'ideazione dell'Osservatorio "Green Economy on capital markets". Il portale www.vedogreen.it si propone di rappresentare il punto di riferimento per la finanza internazionale nel quale gli investitori green hanno la possibilità di scegliere i business model più appetibili e monitorare i trend e le novità del settore. La presenza di una sezione dedicata ai profili delle società quotate e non quotate green costituisce una vetrina privilegiata per accedere al mondo degli investitori istituzionali specializzati nel settore e ottenere le soluzioni di investimento più adatte per far crescere progetti innovativi. VedoGreen è corporate finance advisor per la quotazione in Borsa (IPO) e l'apertura del capitale agli Investitori Istituzionali. È socio promotore di GreenItaly1, la prima SPAC tematica specializzata sulle imprese della Green Economy, con un target di raccolta di 40 milioni di euro.

 

 


Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI