Cerca nel blog

giovedì 29 maggio 2014

Finalmente anche in Sicilia i benefici contributivi vengono riconosciuti fino al 02.10.03 e con il coefficiente 1,5 utile per l’anticipata risoluzione del rapporto lavorativo, grazie all’impegno dell’ONA ONLUS e all’acume giuridico dell’Avv. Ezio Bonanni.

OSSERVATORIO NAZIONALE  SULL'AMIANTO

Via Crescenzio, n. 2, 00193 - Roma

tel. 331/9806771

E-mail: osservatorioamianto@gmail.com

 

Il Tribunale di Gela in data 28.05.2014 ha emesso due sentenze con le quali ha riconosciuto i benefici contributivi per esposizione ad amianto in favore del Sig. Salvatore Granvillano, lavoratore esposto ad amianto e coordinatore dell'ONA ONLUS i benefici contributivi per esposizione ad amianto con il coefficiente 1,5 utile per maturare anticipatamente il diritto a pensione, fino al 02.10.03, e subito dopo ha confermato questa decisione per un altro lavoratore esposto ad amianto A.A., anch'egli riconosciuto fino al 02.10.03.

Entrambi erano difesi dall'Avv. Ezio Bonanni.

Vengono così letteralmente disintegrate tutte le resistenze dell'INPS, sostenute dall'INAIL, secondo le quali l'amianto era stato rimosso presso il Petrolchimico di Gela la notte del capodanno tra il 31.12.1992 e il 1° gennaio 1993, e quindi con riconoscimento anche degli ulteriori periodi, anche perché sono stati allegati in atti tutti i piani di lavoro che comprovano come l'amianto sia stato bonificato solo nei tempi più recenti e non nel 1992.

"E' veramente incredibile sentir sostenere dall'INAIL che nel Petrolchimico di Gela l'amianto sia venuto meno tra il 31.12.92 e il primo gennaio 1993, perché ciò è smentito dalla realtà dei fatti, solo che fino ad ora la posizione dell'INAIL aveva trovato avvallo, ed è stata quindi un'impresa titanica poter dimostrare che quanto sostenuto dall'INAIL era infondato in fatto e in diritto - dichiara l'Avv. Ezio Bonanni - ed è quindi fondamentale che l'associazione prosegua la sua mobilitazione, affinché questi diritti, anche grazie al supporto dell'ufficio legale dell'associazione in Sicilia, di cui fa parte anche l'Avv. Lucio Greco, fermo restando che verranno richiesti anche i danni da esposizione e l'indennizzo del danno biologico all'INAIL".

L'Osservatorio Nazionale Amianto auspica che tutti i Tribunale della Sicilia siano coerenti nel riconoscimento dei benefici contributivi fino al 02.10.03, in luogo del 31.12.1992, in quanto come precisato dalla Corte di Cassazione l'entrata in vigore della l. 257/1992 non costituisce il termine ultimo per il riconoscimento dei benefici contributivi validi per il prepensionamento.

Viene espressa soddisfazione per il positivo andamento giudiziario prima di tutto dal Sig. Granvillano Salvatore, coordinatore dell'ONA, il quale dichiara "le vittime dell'amianto di Gela debbono ringraziare l'Avv. Ezio Bonanni il quale si è impegnato a fondo per darci giustizia, rispetto ad una situazione molto difficile in un territorio molto difficile, in cui la Sicilia è fortemente discriminata dal Governo Nazionale.

Ma come ONA di Gela continueremo a mobilitarci per far venire alla luce le inadempienze dello Stato Nazionale che porteremo in Tribunale e che abbiamo già denunciato in Europa, con discriminazione rispetto ai lavoratori di tutto il territorio nazionale".

Esprime la sua soddisfazione e si congratula con l'Avv. Ezio Bonanni anche il Sig. Calogero Vicario, coordinatore regionale, e l'On.le Pippo Gianni, parlamentare all'assemblea regionale e membro del comitato tecnico scientifico nazionale dell'ONA il quale dichiara "Grazie all'Avv. Ezio Bonanni e all'ONA finalmente anche in Sicilia i lavoratori possono ottenere il riconoscimento dei benefici amianto per il prepensionamento fino al 02.10.2003.

E' necessario che anche i lavoratori siciliani abbiano gli stessi benefici che sono riconosciuti in tutto il resto d'Italia perché ciò sta scritto nella legge che invece in Sicilia viene applicata con un termine inferiore e cioè fino al 1992, e quindi con più di 5 anni di prepensionamento in meno, in quanto pari al 50% del periodo di esposizione all'amianto. Continuerò la mia battaglia all'interno delle Istituzioni per sostenere le legittime richieste dei lavoratori e delle vittime dell'amianto, riuniti nell'Osservatorio Nazionale Amianto".

L'On.le Pippo Gianni è stato il promotore della recente legge regionale amianto in Sicilia, che ha sanato una situazione che si protraeva da più di 22 anni.

L'On.le Giulia Gibertoni, Europarlamentare, appena eletta tra le fine del Movimento 5 Stelle, e componente dell'ONA ONLUS e sua portavoce in Europa, si felicita con i lavoratori per il successo giudiziario e preannuncia il suo impegno in Europa affinché anche per la Sicilia e dichiara "Come Europarlamentare voglio innanzitutto ringraziare tutti i cittadini esposti e vittime dell'amianto che mi hanno dato fiducia, chiamandomi a rappresentarli in Europa, e l'Avv. Ezio Bonanni e il direttivo nazionale dell'ONA per avermi, già prima della competizione elettorale, chiamata ad essere il loro portavoce in Europa e il mio impegno non mancherà".

Gela/Siracusa/Palermo,  29.05.2014

                                                                                   Ufficio stampa ONA ONLUS Sicilia


Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI