Cerca nel blog

venerdì 12 settembre 2014

CAE: al via la Rete di Monitoraggio Antincendio della Regione Calabria




(Bologna, 12 settembre 2014) Dopo i test e le prove sul campo, il sistema sperimentale per la prevenzione ed il monitoraggio degli incendi boschivi nella Regione Calabria, può dirsi finalmente operativo.

Il sistema, ideato da CAE, azienda leader nella progettazione e realizzazione di reti per il monitoraggio di fenomeni naturali, è un progetto pilota, fortemente voluto dall'Amministrazione regionale – Protezione Civile - e concentra le più moderne tecnologie per prevenire e fronteggiare gli incendi boschivi.

Il "via" ufficiale all'operatività della rete segue l'avvio della campagna nazionale antincendio boschivo, che per la Calabria va da dal 15 giugno al 15 ottobre (per le altre regioni italiane il termine è anticipato al 15 settembre; il sistema servirà da supporto ai soggetti, istituzionalmente preposti, che operano per il contrasto agli incendi boschivi.

COME FUNZIONA LA RETE DI MONITORAGGIO ANTINCENDIO?
La Rete di Monitoraggio Antincendio realizzata da CAE per la Regione Calabria si compone di 12 stazioni, ciascuna dotata di telecamere ad alta definizione, telecamere per il rilevamento del calore (termocamere) e sensori per la misurazione di parametri atmosferici, come velocità e direzione dei vento, tasso di umidità, temperature.

All'innescarsi di un incendio, grazie alla sintesi delle informazioni rilevate da tutti questi sensori, che dialogano costantemente e in tempo reale con la Centrale di Controllo della Protezione Civile, il sistema CAE è in grado di proporre un Modello di Previsione e Propagazione che elabora i diversi scenari di evoluzione dell'incendio nel tempo e fornisce indicazioni sulla direzione e la velocità presunte, supportando efficacemente le squadre antincendio nella gestione dell'emergenza.

Il sistema CAE contribuisce anche alla prevenzione: i dati delle sue 12 stazioni meteorologiche, diffuse su tutto il territorio regionale, forniscono un valido supporto nella stesura del Bollettino delle Zone a Rischio, diffuso quotidianamente e relativo alle successive 24 ore.

GLI OCCHI ELETTRONICI: IL FIORE ALL'OCCHIELLO DELLA RETE ANTINCENDIO CAE
Oltre a sensori per la rilevazione di fenomeni atmosferici, ognuna delle 12 stazioni del progetto pilota installato da CAE è dotato di telecamere ad alta risoluzione in grado di percepire la presenza di fumo e di termocamere che individuano le variazioni di temperatura caratteristiche dei focolai nel raggio di 6-8 km.

Il controllo tuttavia non è esclusivamente demandato a sistemi automatici. La segnalazione di un possibile incendio allerta un operatore che, dalla Centrale Operativa, verifica, attraverso gli strumenti, la presenza o meno di un incendio e, nel caso, attiva il Protocollo Antincendio previsto dalla Regione.


"Questa rete di monitoraggio rappresenta perfettamente la mission di CAE, che è "realizzare i sistemi più evoluti per la tutela del territorio e le soluzioni più avanzate per la sicurezza della popolazione" – dichiara Guido Bernardi, Marketing & International Development Manager di CAE – Tuttavia gli incendi boschivi sono una calamità del tutto particolare – continua Bernardi – se si pensa che la maggior parte di essi non ha cause naturali, e per quanto si possano realizzare tecnologie sempre più all'avanguardia, l'arma più efficace è in assoluto la prevenzione e la presa di consapevolezza da parte di tutti che i boschi sono un bene comune da tutelare".

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI