Cerca nel blog

mercoledì 29 ottobre 2014

Ponte sullo Stretto. WWF: “miliardo di euro, investimento ‘ingiustificato’, nessuna penale prevista”

Il WWF richiama la lettera inviata delle Associazioni al Presidente del Consiglio Renzi

 

"Non si capisce a quale titolo compaia nell'aggiornamento al DEF oltre un miliardo di euro destinato al Ponte sullo Stretto di Messina, come viene denunciato dal gruppo alla camera di SEL – ha dichiarato Stefano Lenzi, responsabile relazioni istituzionali del WWF Italia -  E' da tempo che vengono accreditati dai media contatti tra il Presidente del Consiglio dei Ministri Renzi e i vertici dell'ormai sciolta Stretto di Messina SpA (l'ex presidente Zamberletti e l'ex amministratore delegato Ciucci). Le indiscrezioni sulla riapertura del file del ponte sarebbero giustificate in ambito governativo dal rischio di penali, ma non è così: noi sappiamo che alla luce dei rapporti contrattuali tra Società Stretto di Messina e il General Contractor non esiste alcuna penale da pagare e pertanto l'investimento di oltre un miliardo di euro è assolutamente ingiustificato".

 

A questo proposito il WWF ricorda la lettera inviata al premier insieme alle altre Associazioni FAI, Legambiente, Italia Nostra e Man, il 3 ottobre scorso in cui si richiamava che nel Contratto 2006 e nell'Atto aggiuntivo del 2009 non c'è alcun meccanismo che faccia scattare le penali nell'assenza di un progetto definitivo che sia completo delle integrazioni richieste a conclusione della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale e di una decisione del CIPE.


Ma soprattutto le Associazioni avevano rivelato, come scritto nella lettera inviata a Renzi e ai ministri competenti (in primis Maurizio Lupi, Ministero delle infrastrutture e trasporti), che anche il commissario liquidatore della SDM SpA i vertici del Ministero in incontri del 29 gennaio scorso con il Commissario liquidatore della Stretto di Messina SpA, consigliere Vincenzo Fortunato e del 20 febbraio scorso con il Capo di gabinetto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Giacomo Aiello e con il responsabile della Struttura di Missione delle infrastrutture strategiche dello stesso Ministro Ercole Incalza  è emersa la comune convinzione che, alla luce dei rapporti contrattuali tra SDM SpA e il GC, non ci sia alcuna penale da pagare.

 

Nela lettera le associazioni hanno anche ricordato, infine, due punti fondamentali:

1.      la vicenda deve considerarsi conclusa anche a causa delle inadempienze da parte del General Contractor Eurolink, che non ha rispettato il termine del primo marzo 2013 per presentare atti aggiuntivi che dimostrassero la sostenibilità economico-finanziaria dell'opera, non rispettando quanto stabilito dal decreto legge n. 187/2012 "Misure urgenti per la ridefinizione dei rapporti contrattuali con la Società Stretto di Messina ed in materia di trasporto pubblico locale"

2.       questo ha portato alla cessazione dei rapporti convenzionali e  concessori, come stabilito per legge, e al commissariamento della Stretto di Messina SpA avvenuto nel maggio 2013, nonché a stanziare nella Legge di Stabilità 2013 300 milioni di euro per chiudere qualsiasi pendenza in atto.

 


Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI