Cerca nel blog

venerdì 5 dicembre 2014

PRESCRIZIONI AMBIENTALI CENTRALE DI VADO LIGURE - ASSOCIAZIONI : "SODDISFATTE MA CON RISERVA"

 

ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE SU VADO LIGURE

 

"SODDISFATTE, MA CON RISERVA, PER LE PRESCRIZIONI AMBIENTALI DECISE DALLA CONFERENZA DEI SERVIZI"

 

Greenpeace, Legambiente e WWF soddisfatte ma con riserva rispetto alla decisione della Conferenza dei Servizi che sembrerebbe aver sancito il rispetto delle normative vigenti in materia di emissioni in atmosfera per quanto concerne la concessione dell'Autorizzazione Integrata Ambientale alla centrale termoelettrica di Tirreno Power a Vado Ligure.

 

Le Associazioni ambientaliste accolgono favorevolmente quanto deliberato ma per esprimere piena soddisfazione si riservano di leggere i documenti ufficiali licenziati dalla Conferenza dei Servizi per comprendere, ad esempio, se lo SME al camino E2 sia stato prescritto: dal punto di vista tecnico questo dispositivo di misurazione delle emissioni, infatti,  risulta essere l'unico in grado di garantire un adeguato ed affidabile sistema di valutazione della qualità delle emissioni.

 

"Se Tirreno Power, non ritiene possibile conformare la centrale di Vado Ligure ai migliori standard è bene che quell'impianto, su cui pesano accuse estremamente serie per la mortalità che avrebbe indotto nel territorio circostante, si fermi per sempre" affermano le tre associazioni.

 

La Procura di Savona nel decreto di sequestro dell'impianto, afferma di non ritenere  "sufficiente ai fini di cui sopra autorizzare la prosecuzione dell'attività dei gruppi a carbone subordinandola alla installazione di un sistema SME che consenta di controllare la riduzione ed il mantenimento delle emissioni nei limiti delle MTD". D'altra parte, anche la nota ISPRA del 21 febbraio 2014  esprime "la necessità di prescrivere al gestore l'installazione dello SME al Camino E2".

 

Le centrali a carbone oltre che gravemente dannose per il clima, l'ambiente e la salute dei cittadini, risultano sempre più inutili anche per il sistema energetico nazionale, caratterizzato da una forte sovra-capacità che costringe gli impianti a funzionare a scartamento ridotto o addirittura a stare fermi.

 

In Italia ci sono oltre 125.000 MW di potenza installata con una disponibilità reale (al netto delle manutenzioni e dei fattori di indisponibilità) di oltre 78.700 MW a fronte di una domanda di punta che è rimasta pressoché invariata e che non ha mai superato i 56.822 MW (massimo picco storico). Nel frattempo, secondo Terna, "ad agosto le rinnovabili hanno generato il 48,9% dell'elettricità nazionale e coperto il 45,4% della richiesta elettrica". E infatti, il sistema elettrico italiano non ha risentito affatto della mancata produzione della centrale di Vado Ligure.

 

Le associazioni sono consapevoli della necessità di accompagnare la trasformazione del sistema energetico nazionale per garantire il lavoro a chi lo perde: evidentemente, troppi errori sono stati fatti in passato e in nessun caso possiamo sottostare al ricatto "occupazione o salute". La Regione Liguria e il ministero dello Sviluppo economico devono adesso impegnarsi per un piano che punti sull'efficienza energetica e sul settore delle rinnovabili: solo da qui può emergere la possibilità di sviluppo dell'industria energetica italiana e di lavori degni e senza rischio per la collettività.

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI