Cerca nel blog

martedì 30 settembre 2014

Cibo, ambiente e stili di vita verso Expo 2015. Al via la XXIII edizione del concorso "Immagini per la Terra"

Torna il concorso IMMAGINI PER LA TERRA:
"PER UN PUGNO DI SEMI"
Cibo, ambiente e stili di vita verso Expo 2015

Adottare buone pratiche alimentari, scoprire come le nostre scelte quotidiane possono influenzare il benessere di Paesi lontani e individuare azioni per la protezione e la valorizzazione della biodiversità. Sono alcuni degli obiettivi per studenti e insegnanti che parteciperanno alla XXIII edizione del concorso nazionale "Immagini per la terra", iniziativa di educazione ambientale promossa da Green Cross in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione e con il supporto di Acqua Lete.

Seguendo il tracciato indicato dall'Expo di Milano 2015 "Nutrire il Pianeta, energia per la vita", Green Cross mette al centro della riflessione l'alimentazione sana e sostenibile e sceglie come titolo per l'anno scolastico 2014/2015 "Per un pugno di semi". Perché questi minuscoli quanto preziosi tesori sono sempre più a rischio, al centro di speculazioni e battaglie, guerre burocratiche e legali, economiche e finanziarie.

Basta dare un'occhiata ai dati. Si stima che esistono circa 10.000 specie vegetali adatte all'alimentazione umana e all'agricoltura. Oggi se ne commercializzano poco più di 120, dodici delle quali coprono circa l'80% del fabbisogno alimentare mondiale. Secondo la FAO, anche questo numero è in calo: abbiamo già perso più del 75% della biodiversità delle sementi per colpa delle monocolture e delle pratiche industriali. E le previsioni per il futuro non sono tranquillizzanti. Si prevede che entro il 2055 a causa dei cambiamenti climatici scompariranno tra il 16 e il 22% dei parenti selvatici di colture importanti come arachidi, patate e fagioli, che costituiscono il cibo delle comunità locali.

Sono dati che testimoniano l'importanza di tutelare la biodiversità e al tempo stesso venire incontro all'esigenza, sempre più sentita, di mangiare cibi sani, privi di alterazioni e veleni. Dagli orti urbani alle piccole aziende, dai gruppi di acquisto solidale alle fattorie biologiche, la sfida per un futuro eco-sostenibile passa attraverso questi modelli di sviluppo. E con Green Cross anche le nuove generazioni potranno fare la loro parte, partecipando con la propria scuola e inviando articoli, reportage, inchieste, fotografie, spot e brani musicali che promuovano un consumo responsabile dei prodotti, delle risorse e del territorio.

In palio un premio in denaro per ogni istituto vincitore, che potrà essere impiegato a sostegno di iniziative ambientali nel nostro o in altri Paesi, contribuendo ad affermare un diritto al cibo che sia davvero di tutti.

Mobile Ticketing e Smart Parking rendono intelligente la mobilita' | 12-14 Novembre Centro Congressi Lingotto


SMART MOBILITY WORLD - SMART LOGISTICS: UNA SFIDA PER LE FUTURE SMART CITY
12-14 Novembre 2014 - Centro Congressi Lingotto - Torino

Smart Mobility World è la prima manifestazione europea  dedicata alla mobilità del XXI secolo: sostenibile, connessa e integrata in grado di offrire una visione completa sui temi Smart City, Green Mobility e Connected Cars.

Una leadership rafforzata dall'impostazione sempre più internazionale dell'evento che ha visto partecipare nella scorsa edizione buyer e visitatori provenienti da una dozzina di nazioni e dalla esclusiva conferenza internazionale "Connected Automobiles", 12 e 13 novembre dedicata alle nascenti auto e veicoli connessi.

La manifestazione si svolgerà il 13 e 14 novembre presso il Centro Congressi Lingotto a Torino ed è organizzata da ClickutilityTeam, GL events Italia-Lingotto Fiere e Innovability con il supporto della Camera di commercio di Torino, Città di Torino, Regione Piemonte e Confindustria Piemonte,
in partnership con alcune fra le più importanti Associazioni nazionali e internazionali, tra cui ANFIA, TTS ITALIA  e Cei Cives.

A Torino sono attesi oltre 3.000 visitatori professionali che si incontreranno con oltre 150 tra sponsor, espositori e partner, sono previste 28 sessioni tra convegni e workshop e centinaia di test drive su auto green sulla storica pista del Lingotto.

 
Tra le sessioni di conferenza di segnaliamo:

BS5 – MOBILE PAYMENT PER LO SVILUPPO DELLA SMART CITY (MOBILITÀ, ACCESSI, SOSTA)
Grazie alle nuove tecnologie che consentono di rendere più accessibile ed efficiente l'accesso ai servizi da parte del cittadino, si sta sviluppando la tendenza innovativa dello "Smart Payment", con cui il cittadino può pagare alcuni servizi tra cui biglietti o abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblici, parcheggi, servizi di car-sharing, di ricarica dei mezzi elettrici e l'accesso alle zone a traffico limitato. Questa sessione propone un focus su quali potranno essere gli scenari evolutivi e le nuove frontiere del mobile payment.

BS9 – SMART PARKING & SOLUZIONI INNOVATIVE PER LA GESTIONE DEGLI ACCESSI ALLE CITTÀ
Gestire la mobilità nei centri urbani e nelle relative vie di accesso oggi è una sfida complessa che richiede un equilibrio tra: esigenze di trasporto e parcheggio di residenti, attività commerciali, pendolari e visitatori, mantenendo al tempo stesso la vitalità e le peculiarità proprie di ogni centro urbano.
Per facilitare la gestione del traffico sono oggi disponibili sistemi telematici che rilevano e dirigono automaticamente il flusso di persone e veicoli. In questo ambito stanno inoltre emergendo soluzioni innovative per il pagamento, la gestione della sosta e la regolazione e il controllo degli accessi alle città.

 
Tra i relatori presenti vi segnaliamo:

Claudio Claroni, Direttore generale, Club Italia
Roberto Garavaglia, Professionista nel settore dei Pagamenti Elettronici e fondatore del blog closetopay.com
Claudio Lubatti*, Assessore alla Viabilità e Trasporti, Città di Torino
Michela Mingardo, Mobility Manager, Comune di Treviso
Valeria Portale
, Responsabile della Ricerca School of Management, Politecnico di Milano
Giuseppe Ventre, Responsabile Area Amministrazione Finanza e Controllo, ATB Bergamo
Intervento a cura di CSP – Innovazione nelle ICT
Intervento a cura di Easypark


* invitati, in attesa di conferma

Per consultare l'agenda completa, clicca qui.

 
ONE 2 ONE MEETINGS
Incontri One 2 One, questa la formula  più adatta alle esigenze delle aziende e delle istituzioni che cercano soluzioni veloci per sviluppare opportunità di business e di partnership.
Sempre più ricco il programma di incontri B2B che quest'anno si sviluppa su tre giornate:
- Mercoledì 12 e Giovedì 13, INTERNATIONAL TOSM & SMART MOBILITY BUSINESS MEETINGS
- Giovedì 13, SMART MOBILITY MATCH - EEN BROKERAGE EVENT
- Venerdì 14, TOSM - Torino Software & Systems Meeting

Per maggiori informazioni clicca qui

 
SCOPRI SMW EXPERIENCE - CLICCA QUI

REGISTRAZIONI APERTE
A Smart Mobility World parteciperanno i principali esperti e analisti e le primarie Associazioni e Istituzioni.
L'ingresso all'area espositiva e alle sessioni conferenza e' gratuito, riservato agli operatori del settore. Posti limitati alle conferenze: non aspettare, registrati ora!

 
DIVENTA SPONSOR
Richiedi maggiori informazioni per partecipare come sponsor o espositore a Smart Mobility World. Un'opportunità unica per qualificare la tua azienda come leader nel settore all'interno di un contesto che ti garantirà un sicuro ritorno dal tuo investimento, in termini di business, contatti e visibilità come key player. Richiedi maggiori informazioni per diventare sponsor o espositore!
 
AGENDA SMW MATCH REGISTRATI DIVENTA SPONSOR

Per maggiori informazioni contattare la Segreteria Organizzativa SMW:
Tel.
+39 011 66 44 204 - segreteria@smartmobilityworld.eu

 
www.smartmobilityworld.eu
ORGANIZED BY CLICKUTILITYTEAM, GL EVENTS, INNOVABILITY
PARTNER
SPONSOR

 

Energy Summit 2014 - Luca Dal Fabbro, Presidente Domotecnica: "L’efficienza energetica? Per l'Italia, il segreto per ripartire"


"L'Italia si trova di fronte ad un bivio: ripartire e lasciarsi alle spalle il peso di una crisi economica troppo lunga o restare a guardare le occasioni che passano. E l'efficienza energetica rappresenta uno dei grandi treni da non perdere per il nostro Paese". Non ha dubbi il presidente di Domotecnica, Luca Dal Fabbro, intervenuto nel corso della Tavola Rotonda "Verso la flessibilità degli impianti e le nuove tecnologie" all'interno del 14esimo Energy Summit. 

 

"L'efficienza - continua Dal Fabbro - come volano per l'economia che coinvolge non solo piccole e medie imprese e aziende fornitrici di energia, ma anche famiglie, enti pubblici e privati. Il tutto al fianco di uno sviluppo tecnologico proiettato verso generazioni flessibili e differenziate, in grado di controllare in maniera intelligente i vari flussi di energia e potenza. Ed in questo contesto,  grande impulso arriva dai sistemi di accumulo di energia, capaci allo stesso tempo di migliorare l'efficienza, sostenere l'uso di fonti rinnovabili e di gestire in modo differenziato l'energia generata. La grande opportunità fornita dall'efficienza energetica – prosegue Dal Fabbro - passa anche dal miglioramento dell'illuminazione pubblica cittadina e dalla riqualificazione degli edifici statali, degli ospedali e non da ultimo dalle scuole".

 

"La metà degli edifici scolastici italiani è stata costruita tra gli anni '60 e '80 e non mai stata oggetto di interventi di riqualificazione energetica: se si andasse ad intervenire su illuminazione e infissi, coibentazione, controllo delle temperature si potrebbe arrivare a un risparmio medio per istituto di oltre 13mila euro all'anno che su una bolletta media di 40mila euro hanno un impatto notevole – conclude il Presidente di Domotecnica – Certo si tratta di investimenti elevati con un pay-back time alto, di circa 16-20 anni, ma si tratta di uno sforzo che ci viene chiesto dall'Unione Europea. Un tassello importante verso l'efficientamento nazionale, che Domotecnica sostiene grazie alla propria rete di operatori specializzati su tutto il territorio nazionale".



lunedì 29 settembre 2014

Energy Summit 2014. Luca Dal Fabbro, Presidente Domotecnica: "L’efficienza energetica? Per l'Italia, il segreto per ripartire"


"L'Italia si trova di fronte ad un bivio: ripartire e lasciarsi alle spalle il peso di una crisi economica troppo lunga o restare a guardare le occasioni che passano. E l'efficienza energetica rappresenta uno dei grandi treni da non perdere per il nostro Paese". Non ha dubbi il presidente di Domotecnica, Luca Dal Fabbro, intervenuto nel corso della Tavola Rotonda "Verso la flessibilità degli impianti e le nuove tecnologie" all'interno del 14esimo Energy Summit. 

 

"L'efficienza - continua Dal Fabbro - come volano per l'economia che coinvolge non solo piccole e medie imprese e aziende fornitrici di energia, ma anche famiglie, enti pubblici e privati. Il tutto al fianco di uno sviluppo tecnologico proiettato verso generazioni flessibili e differenziate, in grado di controllare in maniera intelligente i vari flussi di energia e potenza. Ed in questo contesto,  grande impulso arriva dai sistemi di accumulo di energia, capaci allo stesso tempo di migliorare l'efficienza, sostenere l'uso di fonti rinnovabili e di gestire in modo differenziato l'energia generata. La grande opportunità fornita dall'efficienza energetica – prosegue Dal Fabbro - passa anche dal miglioramento dell'illuminazione pubblica cittadina e dalla riqualificazione degli edifici statali, degli ospedali e non da ultimo dalle scuole".

 

"La metà degli edifici scolastici italiani è stata costruita tra gli anni '60 e '80 e non mai stata oggetto di interventi di riqualificazione energetica: se si andasse ad intervenire su illuminazione e infissi, coibentazione, controllo delle temperature si potrebbe arrivare a un risparmio medio per istituto di oltre 13mila euro all'anno che su una bolletta media di 40mila euro hanno un impatto notevole – conclude il Presidente di Domotecnica – Certo si tratta di investimenti elevati con un pay-back time alto, di circa 16-20 anni, ma si tratta di uno sforzo che ci viene chiesto dall'Unione Europea. Un tassello importante verso l'efficientamento nazionale, che Domotecnica sostiene grazie alla propria rete di operatori specializzati su tutto il territorio nazionale".

 


Convegno Fivra/Cresme: riqualificazione edilizia e risparmio energetico_Roma, 30 settembre


 

"RIQUALIFICARE GLI EDIFICI, UNA NECESSITÀ PER IL RILANCIO DEL PAESE. Le opportunità del risparmio energetico per l'economia e il benessere dei cittadini",

 a Roma presso l'Hotel Nazionale, martedì 30 settembre

 

Con gli interventi del centro di ricerche CRESME, delle associazioni F.I.V.R.A e EURIMA (produttori di lane minerali), di ENEA e dell'Università La Sapienza di Roma, si parlerà di:

·         impatto economico degli interventi di riqualificazione

·         obblighi e incentivi legislativi per l'efficienza energetica degli edifici

·         efficienza energetica

·         sostenibilità ambientale

·         isolamento acustico ed effetti causati dal rumore sulla salute

 

A seguire, una tavola rotonda dedicata ai rappresentanti ministeriali allo Sviluppo Economico, Infrastrutture, Ambiente e Salute.

 


Cromo esavalente: una nuova tecnologia italiana lo rende innocuo


Si basa su una tecnologia tutta italiana una nuova soluzione per bonificare le aree contaminate da cromo esavalente, un inquinante molto mobile, mutageno e fortemente cancerogeno che contamina moltissimi terreni industriali abbandonati, spesso entrati a far parte delle aree urbane e, in molti casi, oggetto di riqualificazione edilizia.
Si chiama Soilution e l'ha sviluppata il Gruppo Sapio, azienda di Monza specializzata nella produzione di gas tecnici e medicinali, insieme a  Deifar, società di consulenza e progettazione di bonifiche ambientali.

La soluzione si basa su un reagente gassoso in grado di ridurre il cromo esavalente a cromo 3, decisamente più innocuo e tollerato dall'uomo. Attraverso speciali perforazioni viene iniettata direttamente nella falda e nella zona insatura di terreno una miscela gassosa non infiammabile di idrogeno e azoto, senza necessità di asportare materiale o di convogliare le acque contaminate.

La tecnologia Soilution è stata recentemente testata con successo nella bonifica di una ex galvanica a Tezze sul Brenta (in provincia di Vicenza). I risultati sono stati straordinari, e tutti scientificamente dimostrati. L'esecuzione di  ben 2184 analisi dei gas interstiziali, 84 analisi dei gas di falda e 30 analisi del terreno, ha dimostrato infatti che, partendo da una contaminazione di circa 3000 microgrammi di cromo esavalente in falda e 50 milligrammi di cromo esavalente nel terreno, il risultato è stato di meno di 5 microgrammi di cromo esavalente in falda – che è il limite di legge -  e meno di 0,34 milligrammi nel terreno.

Trattandosi di una miscela inerte e biocompatibile, quella iniettata con la tecnologia Soilution non lascia "tracce": ciò significa che non comporta variazioni degli equilibri biologici e chimico-fisici del terreno né significative variazioni dei potenziali Red-ox (detto anche "potenziale di riduzione", il potenziale red-ox è una misura della tendenza di una specie chimica ad acquisire elettroni, cioè a essere ridotta) e dei valori del Ph. Inoltre, i gas utilizzati sono altamente solubili nell'acqua di falda e si disperdono nell'aria, una volta risaliti in superficie.

Soilution risponde ai più importanti requisiti legislativi nei criteri di scelta dei metodi di bonifica previsti dal Testo Unico Ambientale D.lgs.152/2006.
In Italia, responsabili delle contaminazioni con cromo esavalente sono state soprattutto le vecchie aziende galvaniche nate nel dopoguerra, che si dedicavano alla cromatura elettrolitica dei materiali ferrosi , così da renderli più resistenti.  La forte necessità di far ripartire le industrie e la scarsa sensibilità "ecologica" di allora hanno fatto il resto e hanno contribuito a diffondere uno dei metalli pesanti più insidiosi e più difficilmente estirpabili.  Anche perché, attraverso falde acquifere e corsi d'acqua, la contaminazione locale con cromo esavalente si "sposta"  facilmente anche in aree limitrofe o lontane. Con conseguenze drammatiche sulla salute dell'uomo.

Fino a oggi, sono state utilizzate numerose tecniche di bonifica sia di tipo ex situ che in situ: dall'onerosa raccolta e conferimento in discarica dei terreni contaminati, all'intercettazione del flusso di falda con successivo trattamento delle acque emunte (pump & treat), fino a metodi più invasivi quali il Soil Flushing (una sorta di "lavaggio" del terreno inquinato), la stabilizzazione geochimica o le barriere reattive. Tutti questi sistemi sono accomunati, oltre che dagli alti costi e spesso dall'elevato impatto ambientale, anche dalla non trascurabile introduzione di  sottoprodotti chimici che permangono nella matrice del terreno e sono quindi a loro volta difficilmente smaltibili. In sostanza, le tecniche tradizionali "spostano" il problema dal terreno contaminato alla discarica o ai siti di trattamento, con scarsi risultati e con nuovi problemi.


Puliamo il mondo: il bilancio finale dei tre giorni di volontariato ambientale in Toscana



PULIAMO IL MONDO 2014 IN TOSCANA

IL BILANCIO DELLA TRE GIORNI DI VOLONTARIATO AMBIENTALE


LA TOSCANA CON 129 COMUNI PARTECIPANTI

È LA PRIMA REGIONE D'ITALIA COME % DI ADESIONI SUL TOTALE DEI COMUNI


15MILA VOLONTARI IN TUTTA LA REGIONE E

OLTRE MILLE CLASSI DELLE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE

PER RIPULIRE 200 LOCALITÀ DAI RIFIUTI E DAL DEGRADO


INCLUSIONE SOCIALE E PERIFERIA, COSTE PULITE, BELLEZZA DELLE CITTA' E RICICLO I TEMI DELLE PRINCIPALI INIZIATIVE REGIONALI


Liberare le strade, le piazze e le aree verdi che compongono le nostre città dai rifiuti e dall'incuria. Farlo tutti insieme per raggiungere sempre più persone e rendere più belle le città e la natura d'Italia. E' stato questo il messaggio di Puliamo il Mondo che, anche quest'anno, ha centrato l'obiettivo: la più grande campagna di volontariato ambientale, organizzata in Italia da Legambiente, ha coinvolto in Toscana, nell' ultimo week-end di settembre una squadra di oltre 10mila volontari, di cui la maggior parte studenti delle scuole primarie e secondarie. Il risultato di quest'anno dimostra ancora una volta la voglia di tantissime persone di fare qualcosa di concreto per il Pianeta, e di festeggiare insieme a Legambiente la ventiduesima edizione.


La Toscana ha partecipato alle giornate di Puliamo il Mondo con 129 comuni, confermandosi tra le prime regioni d'Italia per numero assoluto di adesioni e la prima come percentuale sul totale dei municipi. Sono stati distribuiti oltre 10.000 kit di pulizia e ripulite più di 200 aree disseminate in tutto il territorio regionale, grazie all'opera di decine di migliaia di volontari. Dai bicchieri di plastica alle lattine, dai mozziconi di sigarette alle bottiglie di vetro, oltre ad altri oggetti quali elettrodomestici, sanitari e ciclomori, sono state raccolte quasi 200 tonnellate di rifiuti.


Come ogni anno però i veri protagonisti di Puliamo il Mondo sono stati i ragazzi delle scuole: una partecipazione davvero straordinaria, che ha visto coinvolte oltre 1.000 classi e tantissimi ragazzi all'opera in tutta la Regione dal 26 al 28 settembre.


"Tre giorni di tempo stabile e soleggiato hanno di fatto determinato, anche in Toscana, un'edizione record di Puliamo il Mondo – dichiara Fausto Ferruzza, Presidente Legambiente Toscana – Da Massa a Siena, da Arezzo a Viareggio, da Firenze a Piombino, è stato un profluvio di eventi significativi e partecipati, che confermano ancora una volta la vitalità e il senso civico dei nostri concittadini toscani. W Puliamo il Mondo,W Legambiente!"


Inclusione sociale e periferie, verde urbano e bellezza delel città, rifiuti e coste pulite sono stati i temi principali della versione toscana di Clean up the World. "Puliamo il mondo dalle discriminazioni", è stata l'edizione speciale organizzata a Massa Carrara dove una decina di detenuti della Casa di Reclusione di Massa hanno speso uno dei loro permessi per partecipare alla campagna di Legambiente insieme ai bambini delle scuole, all'amministrazione comunale ed alcune associazioni per dire NO ad ogni tipo di discriminazione e ripulire il parco del quartiere di Castagnara. L'iniziativa si inserisce nel progetto "Periferie al Centro" che vede alcune associazioni del territorio (Emergency, AVAA, Legambiente, La Pietra Vivente, ANPI, sotto l'insegna della rete Accademia Apuana della Pace) impegnate nell'ideazione e nell'organizzazione di alcuni eventi al parco pubblico di Castagnara, con l'obiettivo di creare momenti di "adozione del quartiere" sia da un punto di vista sociale che ambientale. L'inclusione sociale è stato anche il tema di Puliamo il Mondo a Pistoia, dove il circolo di Legambiente con la collaborazione del carcere di Pistoia, Pro Loco e Agesci, in località Spedaletto hanno eseguito la pulizia insieme a cinque detenuti dell'Istituto Circondariale di Pistoia in permesso premio. A Viareggio (LU) si è svolta un'edizione straordinaria di rimozione delle lenze. Sul posto sono state raccolte lenze e/o ami che qualche pescatore dilettante abbandona dove capita, senza rendersi conto degli effetti nefasti del proprio comportamento: gli uccelli infatti spesso rimangano annodati in questi fili invisibili, talvolta mutilati o ridotti con zampe in necrosi.


Ma la tre giorni ha visto la partecipazione di tanti altri comuni di tutte le province toscane. A Siena Puliamo il Mondo, col Circolo locale, con 500 studenti delle scuole medie, istituzioni e cittadini, si è svolto nella zona delle Valli di Follonica, il cuore green della città del Palio. All'interno della cinta muraria medievale, a pochi passi da Piazza del Campo, esistono oggi ampie aree naturali che generazioni di contadini hanno coltivato preservandole dall'urbanizzazione grazie alla presenza di numerosi orti. Purtroppo molte di queste aree non sono più coltivate e con il trascorrere del tempo sono scomparsi anche molti dei percorsi di fondovalle che collegavano il centro e queste valli alle vicine campagne. Mentre nel Comune di Prato l'evento si è svolto nel quartiere di San Giusto. La scelta di questo luogo si può considerare l'inizio di un percorso che vuol portare alla valorizzazione delle aree periferiche della città. Tra i gruppi che hanno affiancato Legambiente in questa azione,"Instagramers Prato" @IgersPrato, i quali hanno promosso l'iniziativa mediante gli hashtag tematici da accompagnare agli scatti fotografici che i partecipanti potranno caricare sull'app Instragram. Il gruppo Knit Point ha abbellito, invece, con i propri manufatti alcuni punti del percorso che verrà realizzato durante la mattina. A Firenze, vista la coincidenza con la straordinaria prima edizione della Festa degli Alberi alle Cascine, Puliamo il Mondo si terrà alle Pavoniere, nei pressi delle bancarelle del mercato settimanale martedì 7 prossimo.


E tanti gli eventi in tutta la Regione dove tra l'altro sono stati organizzati incontri sulla corretta raccolta differenziata e riciclo, ma anche sullo spreco alimentare, altro tema trattato in questa edizione di Puliamo il Mondo. A pochi mesi dall'inizio dell'Expo a Milano, infatti, l'associazione ambientalista durante questo weekend ha colto l'occasione per rilanciare "Buon cibo – chi apprezza il cibo non lo spreca" diffondendo in scuole, ristoranti, mense il "Good-Food-Bag", sacchetto individuale riutilizzabile per il trasporto di cibo avanzato, ma ancora intatto, da pasti fuori casa. Una proposta importante per ridurre le 240mila tonnellate di cibo che ogni anno in Italia finiscono nei rifiuti.


Per maggiori informazioni: www.puliamoilmondo.it, www.legambiente.it


Puliamo il Mondo, con il patrocinio di Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, UPI (Unione Province Italiane), Federparchi, Uncem (Unione Nazionale Comuni, Comunità, Enti Montani), Unep (Programma per l'Ambiente delle Nazioni Unite). In collaborazione con Anci, Fiseassoambiente e Federambiente. Con il contributo e la partecipazione di Snam Rete Gas, Afidamp, Ecodom, EcoTyre, 20th Century Fox Home Entertainment, Coop, Hankook. Media partner: Rai, La nuova ecologia.




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


sabato 27 settembre 2014

Ambiente. Lo spray temporaneo per la barriera utilizzato durante il World Cup 2014 in Brasile sarebbe nocivo per la salute

 Il prodotto utilizzato dagli arbitri contiene sostanze ritenute pericolose per l'equilibrio ormonale. In Germania si sono mossi per trovare una soluzione

Le bombolette spray utilizzate dagli arbitri durante il Mondiale di calcio 2014 in Brasile per far rispettare la distanza tra palla e barriera durante i calci piazzati, sarebbero nocive per la salute."Tuev", la società che si occupa delle autorizzazioni di conformità tedesche, ha infatti stabilito che nello spray sono presenti parabeni, sostanze ritenute pericolose per l'equilibrio ormonale.I parabeni, dalla contrazione di "estere para-idrossibenzoico" sono una classe di composti organici aromatici, esteri dell'acido 4-idrossibenzoico, utilizzati da oltre 50 anni come conservanti nell'industria cosmetica, farmaceutica, e alimentare per le loro proprietà battericide e fungicide. Sono presenti, anche sotto forma dei relativi sali in diverse formulazioni di cosmetici e farmaci sia per uso topico che parenterale. 

Alcuni parabeni trovano impiego come additivi alimentari.Stanno diventando sempre più controversi, arrivando ad essere regolamentati o espressamente interdetti, ad esempio in Francia, comunque nel ruolo di interferenti endocrini per la loro capacità di mimare chimicamente gli estrogeni con possibile ricaduta in effetti sulla salute: da eventuali promozioni nell'insorgenza di tumori estrogeno-sensibili a fattore di rischio nella crescente prevalenza di pubertà precoce nelle ragazze.

Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", osserva che il prodotto nella sua forma attuale non può essere commercializzato né in Germania, né nell'Ue. Tale pericolosità per la salute metterebbe a rischio l'utilizzo delle bombolette da parte dei fischietti. Bombolette sulle quali, sempre secondo gli enti tedeschi, non sarebbero nemmeno specificate le informazioni, obbligatorie, della presenza di queste sostanze nocive. La Lega calcio tedesca ha annunciato di essere già in contatto con altre aziende per sostituire le bombolette di spray in uso.


venerdì 26 settembre 2014

Convegno Fivra/Cresme: riqualificazione edilizia e risparmio energetico_Roma, 30 settembre


In qualità di ufficio stampa F.I.V.R.A. (l'associazione dei principali produttori italiani di materiale isolante in lana di roccia e lana di vetro) vi ricordo, inviando di seguito e in allegato l'invito e il programma, il convegno che stiamo organizzando in collaborazione con il centro di ricerca CRESME:

"RIQUALIFICARE GLI EDIFICI, UNA NECESSITÀ PER IL RILANCIO DEL PAESE. Le opportunità del risparmio energetico per l'economia e il benessere dei cittadini",
che si terrà a Roma presso l'Hotel Nazionale, martedì 30 settembre

Con gli interventi del centro di ricerche CRESME, delle associazioni F.I.V.R.A e EURIMA (produttori di lane minerali), di ENEA e dell'Università La Sapienza di Roma, si parlerà di:
·         impatto economico degli interventi di riqualificazione
·         obblighi e incentivi legislativi per l'efficienza energetica degli edifici
·         efficienza energetica
·         sostenibilità ambientale
·         isolamento acustico ed effetti causati dal rumore sulla salute

A seguire, una tavola rotonda dedicata ai rappresentanti ministeriali allo Sviluppo Economico, Infrastrutture, Ambiente e Salute.


IL FUTURO DELL'ENERGIA AL 14° ITALIAN ENERGY SUMMIT. Milano, 29 - 30 settembre, 1 ottobre 2014. Partecipa il MINISTRO DELL'AMBIENTE GALLETTI

Da lunedì 29 settembre a mercoledì 1 ottobre si svolgerà a Milano la 14° edizione dell'Italian Energy Summit del Sole 24 ORE. Il Summit, a cui prenderà parte il Ministro dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare Gianluca Galletti, quest'anno dedica particolare attenzione sfide alla base del futuro energetico: mercati e relazioni internazionali, consumi e sostenibilità.



14° ITALIAN ENERGY SUMMIT

The Future of Energy

Mercati e relazioni internazionali, consumi e sostenibilità

Milano, 29 -30 settembre, 1 ottobre 2014

Sede Il Sole 24 ORE Via Monte Rosa 91

 

Programma

 

           

LUNEDÌ 29 SETTEMBRE - CONFERENZA INAUGURALE

GLOBAL ENERGY TRENDS: GEOPOLITICA DELL' ENERGIA

           

            8.45      Registrazione dei partecipanti e welcome coffee

 

Moderatore dei lavori:

Jacopo Giliberto                       Giornalista, Il Sole24 Ore                                                          

           

            9.10      Lo scenario energetico e l'impatto sul sistema industriale ed economico italiano

Fabrizio Barbaso                      Vice Direttore Generale DG Energia Commissione Europea

           

            9.30      Una politica energetica europea è possibile? Con quali obiettivi?
                        Giorgio Biscardini                    Partner, Vice President Strategy& (Formerly Booz & Company)

 

            9.45      Tavola Rotonda

                        Le nuove relazioni internazionali

-       Geo trends economici e ruolo delle dinamiche energetiche: Sfida della diversificazione nel mercato internazionale

-       Le ricadute su consumi e competitività in Italia

 

Introduzione a cura di:

Peter Kiss                                Head of Power & Utilities, KPMG Europe, Middle East and Africa (EMEA)

 

Ne discutono:

Luca Alippi                              Head of Sales Business Italy E.ON Italia

Matteo Codazzi                        Amministratore Delegato CESI

Marta Dassù                             Direttore Aspenia Aspen Institute Italia

Andy Lane                               Head of Business Development, Integrated Supply and Trading BP

Piero Manzoni                          Amministratore Delegato Falck Renewables                     

Vittorio Emanuele Parsi            Direttore Aseri

Roberto Potì                            Executive Vice President Edison

Francesco Sperandini                    Direttore della Divisione Operativa GSE   

Carlo Tamburi                          Direttore Country Italia Enel

 

11.30    Coffee Break

           

11.45    L'attività legislativa per favorire l'indipendenza energetica: luci ed ombre

            Paolo Esposito                         Partner CBA Studio legale

 

12.00    Intervista one to one:

Leonardo Maugeri                    Senior Fellow, Harvard, Chairman Ironbank Investment                                                               

12.20    Tavola rotonda OIL & GAS

Shale gas and Oil: quali impatti nelle dinamiche industriali internazionali?

-       Indipendenza energetica degli USA e gli impatti sull'Europa: quali nuovi equilibri

                                               

Moderatrice:

Sissi Bellomo                           Giornalista Il Sole 24 ORE          

 

Ne discutono:

Massimo Nicolazzi                    Presidente Centrex Italia

            Alberto Ponti                           Managing Director Head of European Utilities Team Societè Generale        

Amrita Sen                              Chief Oil Analyst Energy Aspects

 

 

 

13.00    Conclusioni

 

            13.20    Lunch

 

 

LA SFIDA DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

INNOVAZIONE, INFRASTRUTTURE E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE PER IL FUTURO DELL'ENERGIA

 

Moderatore dei lavori:

            Maurizio Melis                         Giornalista Radio 24 – Il Sole 24 Ore

 

14.15    Programmi nazionali e sinergie internazionali per l'uso efficiente dell'energia

Gianluca Galletti                      Ministro, Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare

 

14.30    La regolazione e i progetti innovativi nell'energia

Luigi Carbone                          Commissario Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico

                        

14.45    Tavola rotonda

Verso la flessibilità degli impianti e le nuove tecnologie

 

-       Riduzione dell'impatto ambientale e del consumo energetico

-       Tecnologie smart per la sostenibilità dei sistemi e di monitoraggio

-       Alleanze e sinergie fra imprese e centri di ricerca: quali fonti di investimento

-       Risparmio ed efficienza energetica: quali scenari di innovazione

 

Introduzione a cura di:

Dario Di Santo                         Managing Director Fire

 

Ne discutono:

Roberto Candela                          CEO Prysmian Electronics

Luca Dal Fabbro                       Presidente Domotecnica                                                           

Monica Frassoni                       Presidente EUASE - European Alliance to Save Energy         

           

            15.45    Financing & Regulatory: elementi essenziali per innovazione, infrastrutture ed efficienza

                        Francesco Sciaudone                Partner Grimaldi Studio Legale    

                                              

                16.00     Tavola Rotonda

Biomasse, termodinamica e geotermia: i nuovi paradigmi per lo sviluppo energetico sostenibile

            Franco Cotana                          Professore Ordinario di Fisica Tecnica Industriale             

Università degli Studi di Perugia                                     

            Ennio Macchi                           Professore Ordinario Politecnico di Milano                       

            Fedora Quattrocchi                  Esperta in politiche energetiche

 

 

            17.00    Chiusura della giornata

                                                          

 

 

MARTEDÌ 30 SETTEMBRE

MERCATO DEL GAS: TREND NAZIONALI ED EUROPEI DI SCAMBIO E APPROVVIGIONAMENTO

 

Moderatrice dei lavori:

Sissi Bellomo               Giornalista Il Sole 24 ORE                                                                                 

 

9.30      Tavola rotonda

Rotte di transito, sicurezza nell'approvvigionamento, integrazione delle reti, liquidità delle risorse per Paese: analisi dei trend e ruolo dei player infrastrutturali

Carlo Bagnasco            Amministratore Delegato Energetic Source                                                         

Simone Pietro Ferrari   Country Manager Independent Resources

Daniele Gamba            Direttore Sviluppo, Commerciale e Rapporti con l'Autorità SNAM Rete Gas   

Elio Ruggeri                 Senior Vice President Gas Infrastructures Edison  

Gianpaolo Russo          Amministratore Delegato Trans Adriatic Pipeline Italia

 

 

 

10.30    Le nuove dinamiche finanziarie: ruoli e opportunità di collaborazione tra gli operatori del settore             energetico e il sistema finanziario

            Frank Bataille              Director Credit Suisse

 

10.45    La filiera dell'energia in Italia tra regole e mercato: evoluzione industriale e strategie di sviluppo attese
Gianpaolo Chimenti
       Executive Director PwC                                                              

            11.00    Criticità e possibili soluzioni normative per l'E&P italiano

            Lorenzo Parola             Partner Paul Hastings Studio Legale

                                                                      

11.15    Coffee Break

 

11.30    Tavola rotonda

            Il gas in Italia. Integrazione, prezzo, assegnazione delle capacità

           

Introduzione a cura di:

Stefano da Empoli       Presidente I-COM                                                                                 

 

I player si confrontano:

Andrea Bolla                CEO Vivigas                                                                             

Luigi Cervone              Direttore Commerciale Power & Gas Greennetwork

Michele Messina          Direttore Generale Simp Gas                              

 

            12.45    Conclusioni a cura di

                        Valeria Termini            Commissario Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico

           

            13.00    Lunch   

           

           

MERCATO ELETTRICO

BUSINESS MODEL E INNOVAZIONE. VERSO LA CENTRALITA' DEL CLIENTE

 

Moderatore dei lavori:

Jacopo Giliberto           Giornalista, Il Sole24 Ore                                                          

 

            14.15    AU: per un consumatore attivo nel mercato

                        Paolo Vigevano            Presidente AD Acquirente Unico  

                                                                                                         

14.30     Tavola rotonda

            Mercato elettrico: nuovi scenari e nuovi rapporti tra operatori e domanda

            Introduzione a cura di:

            Carlo Stagnaro             Senior Fellow Istituto Bruno Leoni                                                                                                                     

I player si confrontano

Manuel Baritaud          Senior Electricity Analyst, Gas, Coal and Power Markets Division     

International Energy Agency (IEA)          

Alessandro Bianchi       Amministratore Delegato Nomisma Energia                                                        

Cristian Fabbri                         Amministratore Delegato Hera Comm                             

Paolo Martinotti           Direttore Energrid                                                         

Marco Merler                Amministratore Delegato Dolomiti Energia                                                          

 

15.45    Conclusioni a cura di

Alberto Biancardi         Commissario Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico          

                       

16.00    Le energie rinnovabili e i nuovi modelli di business: il futuro della produzione alternativa di energia

Nicolò Dubini               CEO Harebell                            

                                              

            16.15    Chiusura della giornata  

 

 

 

MERCOLEDÌ 1 OTTOBRE (MATTINA)

WORKSHOP

ENERGY TRADING, MERCATI E BORSE ENERGETICHE IN ITALIA OGGI

 

 

Moderatore dei lavori:

Simone Filippetti         Giornalista Il Sole 24 ORE

 

9.30      Registrazione dei partecipanti e welcome coffee

 

9.50      Introduzione

Roberto Aquilini          Vice Presidente AIGET                                                              

                                  

10.10    FloRisk Metrics: Teoria e Applicazione a Monitoraggio e Mitigazione del Rischio di Portafogli Gas &

Power

Andrea Roncoroni        Professor of Finance ESSEC Business School Paris - Singapore                                                     

10.30    Mercati energetici e gestione del rischio da parte dell'AU

Ubaldo Perla                Direttore Direzione Operativa Energia Acquirente Unico     

 

10.50    TAVOLA ROTONDA

I mercati energetici italiani nel contesto europeo: opportunità, criticità e priorità

 

Introduzione a cura di:

Paolo Luca Ghislandi    Segretario Generale AIGET                                                                                                                                          

Ne discutono:

Giuseppe Alfano          Direttore Generale, Alfano Energia                      

Massimo Bello              Vice President, Tremagi Group

Fulvio Fontini              Co-Chair Electricity Security Supply CEER                                     

Massimo Parati             Responsabile Unità Mercati Elettrici, Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico

Alberto Sartori             Responsabile Funzione Mercato Libero CVA Trading

           

12.30    Conclusioni

           

            12.45    Chiusura del Summit

 


Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI