Cerca nel blog

mercoledì 18 marzo 2015

ERP Italia rinnova il suo sostegno al progetto “RAEE in Carcere”

Milano, 18 marzo 2015 - ERP Italia - tra i principali Sistemi Collettivi che si occupano della conformità normativa dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) e dei Rifiuti da Pile e Accumulatori (RPA) sull'intero territorio nazionale – conferma il suo sostegno al progetto "RAEE in Carcere" in collaborazione con diversi partner istituzionali e privati dell'Emilia-Romagna.

Il Progetto "RAEE in Carcere", promosso dalla Regione Emilia-Romagna, è volto a favorire il recupero dei rifiuti elettrici ed elettronici e, al contempo, il reinserimento socio-lavorativo di persone in esecuzione penale o che hanno concluso il periodo di detenzione, attraverso il riciclo e altre forme di recupero RAEE.

Lo sviluppo del progetto è reso possibile anche da ERP Italia che, oltre a fornire determinati quantitativi di RAEE, affidandone lo smontaggio e la separazione delle frazioni merceologiche, ha ampliato il proprio impegno sostenendo la realizzazione del sito web dedicato e la gestione della fanpage Facebook, attività condotte da operatrici provenienti dall'esperienza del carcere. 

"Siamo orgogliosi di portare avanti una collaborazione importante per lo sviluppo di questo progetto che ci vedrà affiancare altri importanti partner del settore." – dichiara Alberto Canni Ferrari, Country General Manager ERP Italia. – "Abbiamo scelto di aderire e, anzi, di ampliare il supporto a tale iniziativa perché riteniamo che si tratti di un'occasione formativa e lavorativa importante per le persone coinvolte. Il progetto ci permette, inoltre, di valorizzare in modo diverso e distintivo il nostro costante impegno per la tutela dell'ambiente." 

"RAEE in Carcere" è diventato operativo nel 2009 con la partecipazione di detenuti a tre laboratori produttivi attivi e operanti all'interno delle carceri di Bologna, Ferrara e Forlì.

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI