Cerca nel blog

martedì 3 marzo 2015

WORLD WILDLIFE DAY WWF: UNA GIORNATA SPECIALE PER RICORDARE L’URGENZA DI FERMARE I CRIMINI DI NATURA

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato il 3 marzo, anniversario dell'adozione della CITES Convenzione  internazionale sul commercio di specie in pericolo -  Convention on International Trade in Endangered Species of Wild Fauna and Flora – la giornata mondiale della wildlife , #worldwildlifeday, giunta oggi alla seconda edizione, ricorda il WWF che dallo scorso ottobre ha in corso la campagna STOP AI CRIMINI DI NATURA proprio su questo tema.

Bracconaggio, deforestazione e pesca illegale sono Crimini di Natura che mettono a rischio la sopravvivenza di centinaia di specie, di cui anche l'Italia è vittima. Specie simbolo del nostro Paese, come il lupo, rischiano di essere spazzate vie dai nostri sistemi naturali. Le trappole dei bracconieri, i lacci, gli spari e i bocconi avvelenati, le reti illegali, arrivano persino nelle aree protette, mutilando e uccidendo lupi (si calcola che ogni anno siano circa 300 i lupi vittime di questi crimini)  oltre a  orsi, aquile, tartarughe marine e molte altre specie.

'Le specie protette, così come gli ambienti naturali e tutta la biodiversità  sono un valore e una risorsa che appartiene alla comunità intera. I  crimini di natura sono un vero e proprio atto contro la democrazia, contro un mondo più equo e giusto e contro un futuro sostenibile e intelligente a cui tutti aspiriamo. Chi fa bracconaggio, uccide, avvelena, estingue le specie più importanti e delicate del pianeta, come elefanti, tigri, rinoceronti ma anche lupi, orsi e aquile commette un vero e proprio atto criminale contro l'umanità e contro le generazioni che verranno. I crimini di natura producono nel mondo un fatturato di 213 miliardi di dollari l'anno, un business che alimenta i sistema criminali, il commercio di armi, e il terrorismo nel pianeta intero. Fermare questa strage di natura e animali deve essere uno degli obiettivi prioritari nelle agende di governi, istituzioni, dei media e della comunicazione tutta oltre che della intera comunità' ricorda Isabella Pratesi direttrice Conservazione WWF Italia.
Dati sui crimini di natura si trovano sul recente dossier 'NATURA CONNECTION' http://criminidinatura.wwf.it/dossier.php

Per sottolineare la necessità di tutelare specie protette come lupi, orsi, aquile e altri animali ogni anno abbattuti dai bracconieri in Italia il WWF ha lanciato in questi mesi una Petizione per   introdurre il nuovo "delitto di uccisione di specie selvatiche protette", violazione punita sinora con una semplice contravvenzione. I reati contro la fauna selvatica rappresentano il 22% del totale dei reati ambientali.

Fino ad ora sono state raccolte oltre 55.000 firme e la raccolta prosegue su http://criminidinatura.wwf.it/

PER SOSTENERE LA CAMPAGNA CRIMINI DI NATURA IL WWF CHIEDE IL SOSTEGNO DI TUTTI: l'invito è quello di AIUTARE  le centinaia di Ranger, Guardie e volontari del WWF, attivi in Italia e nel mondo, per dotarle di attrezzature tecnologiche, medicine, fuoristrada, gps, camera-traps, binocoli, radiotrasmittenti e altri equipaggiamenti indispensabili a monitorare il territorio per sorprendere bracconieri e trafficanti.

Sul sito www.wwf/criminidinatura  chiunque può INFORMARSI sul fenomeno e SOSTENERE la campagna del WWF con una donazione libera; DIFFONDERE a sua volta le informazioni e SOTTOSCRIVERE la PETIZIONE "Sanzioni più severe contro chi uccide specie selvatiche".

Per sostenere la Campagna è attivo anche il NUMERO VERDE 800.990099.

 

Roma, 3 marzo 2015


Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI