Cerca nel blog

martedì 21 aprile 2015

LA SOSTENIBILITA' AMBIENTALE SEMPRE PIU' AL CENTRO DELLE STRATEGIE AZIENDALI

22 aprile – giornata mondiale della terra



L'impegno del gruppo sanpellegrino va in questa direzione e si traduce in importanti risparmi nei processi produttivi:

  • meno emissioni di gas serra
  • meno acqua
  • piu' energie rinnovabili

Milano, 21 aprile 2015 – Il Gruppo Sanpellegrino, tra le più significative realtà nel campo del beverage in Italia, ha come priorità la ricerca di soluzioni in grado di coniugare progresso e sostenibilità ambientale, pilastri portanti del suo percorso di corporate social responsibility.

L'Azienda ha, infatti, messo in campo diverse iniziative volte a incrementare il risparmio energetico e idrico durante i processi produttivi, e a ridurre l'impatto ambientale del packaging, attraverso operazioni di light-weighting e l'uso di materiali al 100% riciclabili, come il PET, così come dei trasporti, creando un sistema logistico che ottimizza i carichi e privilegia il trasporto su treno.



In occasione della Giornata Mondiale della Terra, che si celebra ogni anno il 22 aprile, Sanpellegrino rende noti gli importanti traguardi raggiunti per dare concretezza al suo impegno e alle numerosi azioni intraprese a tutela delle risorse naturali che ci circondano.



Proprio con l'obiettivo di misurare l'impatto globale di questo percorso di sostenibilità, il Gruppo ha adottato nel 2008 uno strumento di calcolo interno chiamato GEF – The Global Environmental Footprint. GEF è uno strumento di Life Cycle Assessment, ovvero misura l'impatto ambientale determinato direttamente o indirettamente dai prodotti durante tutte le fasi del loro ciclo di vita: dall'acquisto delle materie, al processo produttivo negli stabilimenti, fino al trasporto presso i clienti.



Dai dati emerge come, tra il 2007 e il 2013, il Gruppo Sanpellegrino - per quanto concerne l'acqua minerale distribuita in Italia - abbia ridotto le proprie emissioni di gas serra del 29% per ogni litro di acqua minerale imbottigliato.


Complessivamente, sommando i risparmi dei singoli anni, il Gruppo ha evitato la produzione di 469.280 tonnellate di CO2 eq, come se venissero tolte dalla circolazione 20.000 autovetture[1] per sei anni, per un totale di 120.000 autovetture.



Per raggiungere questo importante risultato, due sono stati i fattori predominanti:

il processo di imbottigliamento all'interno degli stabilimenti, in cui si è realizzato un abbattimento di gas serra pari al 56% per ogni litro imbottigliato, grazie ad una gestione ottimale del consumo di energia e all'uso di quella rinnovabile. 


Infatti, Sanpellegrino, in sei anni, all'interno dei suoi stabilimenti ha diminuito l'utilizzo di energie non rinnovabili del 47%, per ogni litro di acqua minerale imbottigliato, apportando miglioramenti nell'efficienza produttiva e utilizzando energia ricavata da fonti rinnovabili certificata GO (Garanzia di Origine)[2].   


un minor impatto ambientale del packaging, -28% di gas effetto serra emesso per litro imbottigliato, grazie a quattro fattori principali: riduzione del peso degli imballaggi, maggior peso percentuale sui volumi prodotti dei formati più grandi, miglior efficienza dei fornitori nella produzione delle resine di PET e incremento dei tassi di raccolta/riciclo della plastica grazie al sistema CONAI/COREPLA.

ridotto del 22% i volumi di acqua impiegati durante l'intero ciclo di vita dei prodotti, sempre per ogni litro imbottigliato. Questo risultato è attribuibile soprattutto al risparmio di acqua durante l'imbottigliamento, grazie all'ottimizzazione del processo produttivo e a best practice di risparmio idrico.




"Qualità del prodotto, gestione responsabile delle risorse e valorizzazione dei territori in cui operiamo sono gli asset principali del nostro agire, con l'obiettivo di rendere il patrimonio idrico che custodiamo disponibile e di qualità per le generazioni presenti e future. Proprio grazie a questo utile strumento - GEF - siamo in grado di quantificare il nostro impegno in tali ambiti, con la certezza di migliorare, anno dopo anno, e di raggiungere obiettivi green sempre più ambiziosi", afferma Daniela Murelli, Direttore Corporate Social Responsibility del Gruppo Sanpellegrino. Molte sono le aziende che stanno investendo in questa direzione, infatti, secondo l'Unido - Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale - il giro d'affari globale in sei settori green (efficienza energetica, gestione sostenibile delle risorse idriche, mobilità sostenibile, energia, uso efficiente dei materiali, gestione dei rifiuti e riciclo) era nel 2005 di 990 miliardi di euro, mentre nel 2020 sarà più che raddoppiato, arrivando a circa 2.200 miliardi di euro.





SANPELLEGRINO

Sanpellegrino è una tra le più significative realtà nel campo del beverage in Italia, con acque minerali, aperitivi analcolici, bibite e tè freddi. I suoi prodotti, sintesi di benessere, salute ed equilibrio, sono presenti in oltre 145 paesi attraverso filiali e distributori sparsi nei cinque continenti. Sanpellegrino, azienda leader nel settore delle acque minerali, è da sempre impegnata nella valorizzazione  dell'acqua, bene primario per il Pianeta, e lavora con responsabilità e passione per garantire a questa risorsa un futuro di qualità.


[1] 55 km percorsi al giorno in Italia nel 2012 per automobile. Fonte: European Commission JRC "Driving and parking patterns of European car drivers - a mobility survey", 2012

[2] Certificazione elettronica che attesta l'origine rinnovabile delle fonti utilizzate dagli impianti qualificati IGO.

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI