Cerca nel blog

martedì 28 aprile 2015

MY SOLAR FAMILY: la sharing economy per ottimizzare il fotovoltaico


MY SOLAR FAMILY:
INNOVAZIONE TECNOLOGICA PER "ENERGY MAKERS"
PER CONOSCERE, OTTIMIZZARE E CONDIVIDERE LE PRESTAZIONI DEL PROPRIO IMPIANTO FOTOVOLTAICO DALLO SMARTPHONE O DAL WEB!

Gratuita, rivoluzionaria, interattiva: My Solar Family è l'idea di un giovane ingegnere italiano  destinata a cambiare l'impatto energetico degli impianti fotovoltaici residenziali.


​ 

Alcuni proprietari di impianti fotovoltaici privati possiedono una "Ferrari" che viaggia però alla velocità di un motorino. E il problema è che loro non lo sanno, manca la consapevolezza. Il servizio My Solar Family non riguarda certamente automobili di lusso, ma è un'innovazione tecnologica per impianti fotovoltaici ideata da una mente italiana, già Premio Green a "La Battaglia delle Idee", contest organizzato a Milano alla fine di marzo da Ninja Marketing.

My Solar Family offre assistenza tecnica gratuita per verificare che il motore di quelle potenti "Ferrari" energetiche domestiche giri al massimo, cioè per monitorare il funzionamento e ottimizzare i risultati degli impianti residenziali che producono energia pulita da fonte solare. C'è del terreno da recuperare, kWh da immettere nelle linee, occasioni da non sprecare!



Che cosa è My Solar Family?



My Solar Family è un sistema di consulenza gratuita, ideato e messo a punto tramite apposito algoritmo e brevetto da un giovane ingegnere sardo, Paolo Zurru, laureato a Bologna e con una forte esperienza gestionale dell'energia fotovoltaica in Emilia Romagna. Zurru ha concepito My Solar Family, ovvero un sito e un'applicazione per smartphone messi gratuitamente a disposizione dei cittadini per "dare una mano a coloro che hanno acquistato un impianto, comunità composta da persone determinate, ma che in alcuni casi non hanno le necessarie competenze tecniche per ottimizzare la gestione del proprio impianto, perché in questo settore, così giovane, non c'è ancora in Italia una cultura sull'uso efficiente dell'energia. E questa comunità merita di essere aiutata, perché gli energy makers sono veri innovatori".

La tecnologia viene messa liberamente a disposizione di tutti, un'attività che ha contraddistinto la sharing economy in centinaia di settori produttivi. Ora è arrivato il turno dell'energia rinnovabile!





Per nuovi contenuti, storie e approfondimenti speciali, partecipa all'incontro dedicato a My Solar Family
che si svolge il 6 Maggio dalle ore 11.00 alle ore 13.00 al The Impact Hub in via Paolo Sarpi, 8 - Milano





Come funziona My Solar Family?



Un privato installa l'impianto fotovoltaico sul suo tetto. Il sistema funziona e di questo il proprietario ne è consapevole, ma non sa se sta funzionando bene o male e quanto realmente gli rende. E sono rari i casi di proprietari in grado di rispondere a questa domanda. Con My Solar Family tutti potranno rispondere, visitando il sito www.mysolarfamily.com e utilizzando la App scaricabile gratuitamente.


Paolo Zurru spiega: "Si accede al sito o all'applicazione, registrandosi e inserendo le credenziali del proprio impianto. A questo punto il software provvede a scaricare sia un riassunto degli incentivi, ottenuto con il Conto Energia, sia le informazioni necessarie per fare l'analisi delle prestazioni. L'analisi è basata su un metodo che ho progettato e brevettato e su dati sperimentali che ho acquisito in oltre dieci anni di lavoro nella ricerca sul fotovoltaico. In pochi minuti, i proprietari sono messi a conoscenza delle prestazioni del loro impianto con un linguaggio semplice e intuitivo: se sta funzionando bene, apparirà una faccina sorridente e verde; se va discretamente, la faccina è gialla e perplessa; se il rendimento si discosta eccessivamente dal previsto, appare la faccina rossa e triste. Inoltre, questi dati vengono elaborati in tempo reale e resi comparabili con quelli di altri impianti che si trovano nella stessa città o zona ristretta, per eliminare dubbi relativi alle particolari condizioni meteorologiche di ciascuna area. Infatti, ad esempio, un impianto che si trova a 50 metri da un altro, ma che rende, a parità di condizioni, la metà, ha evidentemente un problema, forse per un albero che sta facendo ombra o perché è danneggiato. Dunque, l'obiettivo finale e concreto di My Solar Family è questo: fare in modo che il grande potenziale degli impianti fotovoltaici italiani venga sfruttato completamente".


Senza fatica il proprietario dell'impianto saprà come sta andando la macchina. Oltre a questo, sul sito web è possibile vedere la propria produzione di energia e il proprio autoconsumo. Tutto ciò, porta verso l'autonomia e indipendenza energetica della comunità più consapevole.  



NOTE DI APPROFONDIMENTO SULLO SCENARIO ECONOMICO DEL SETTORE FOTOVOLTAICO e PROSPETTIVE FUTURE:

In diversi Paesi gli impianti fotovoltaici di piccola e media taglia hanno contribuito a determinare nuovi assetti nella produzione energetica delle Nazioni. In Italia, per il momento, l'espansione del fotovoltaico ha originato una rivoluzione concettuale (i cittadini che diventano singoli produttori di energia elettrica), ma nei fatti non pienamente compiuta. Tra il 2006 e il 2013 in Italia si è verificato un vero boom del fotovoltaico: in pochi anni sono stati acquistati e installati oltre 600.000 impianti che hanno trasformato comuni cittadini in produttori di energia con la possibilità di rendersi in parte autonomi dai maggiori fornitori.

Il fotovoltaico rappresenta in questo momento l'8,7% della produzione totale italiana. Nel nostro Paese, la trasformazione da consumatori passivi a consumatori e produttori si è compiuta solo per metà: solo una parte dell'energia prodotta dall'impianto fotovoltaico viene, infatti, effettivamente consumata in loco, e la maggior parte di essa viene immessa nella rete elettrica.

L'autonomia energetica tanto auspicata è stata raggiunta solo in parte e i piccoli produttori di energia fotovoltaica hanno dovuto mantenere attivi i loro contratti per l'acquisto di energia elettrica dalle grandi utility. Inoltre, una parte degli impianti installati non sfrutta a pieno tutte le proprie potenzialità, perché i piccoli produttori privati hanno sfruttato la corsa all'acquisto (determinata dagli incentivi statali), ma pochi, poi, sono riusciti ad acquisire le conoscenze tecniche necessarie per far rendere al meglio l'impianto e massimizzare la propria autonomia energetica.


L'ingegner Paolo Zurru, ideatore di My Solar Family, afferma fiducioso che: "se i proprietari di fotovoltaico dovessero gestire il proprio impianto al meglio, produrrebbero di più e guadagnerebbero di più. La società otterrebbe immediatamente un primo vantaggio: la produzione di energia rinnovabile italiana relativa al fotovoltaico salirebbe sensibilmente e sarebbe un bel contributo in termini di produzione di energia solare, quindi pulita. Anche i tecnici manutentori avrebbero molto più lavoro. La mia sfida è quella di creare una coscienza ecologica, che abbia effetti concreti sulla produzione di energia e, al tempo stesso, creare una comunità consapevole (nel sito c'è anche un forum in cui i proprietari del fotovoltaico potranno confrontarsi), in cui gli installatori e i loro clienti possano cooperare insieme verso il comune obiettivo dell'autonomia energetica".



Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI