Cerca nel blog

giovedì 16 aprile 2015

Un campo in gomma riciclata per la classe vincitrice del Progetto Educational di Ecopneus e Legambiente

                                                               

 

 

Bari, 16 aprile 2015                                                                                       

 

 "Per un corretto riciclo dei pneumatici a fine vita":

il concorso che premia le scuole

per il miglior videospot sul riciclo dei Pneumatici Fuori Uso

 

Un campo in gomma riciclata alla scuola che realizza il miglior spot sulle buone pratiche, legate al corretto recupero dei Pneumatici Fuori Uso. Parte così il concorso "Per un corretto riciclo (o trattamento) dei pneumatici a fine vita" di Legambiente ed Ecopneus, società senza scopo di lucro principale responsabile della gestione dei Pneumatici Fuori Uso in Italia, che chiama i ragazzi a lanciare un messaggio di speranza e cambiamento per la propria terra, realizzando un video sul riciclo e sul corretto recupero dei pneumatici fuori uso.

 

Dopo lo scorso anno nella Terra dei Fuochi, l'iniziativa giunge alla sua terza edizione, approdando in Puglia, dove i ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado della Regione lavoreranno insieme ai docenti per costruire un messaggio positivo sui benefici derivanti dalla corretta gestione dei PFU che ciascuno può e deve alimentare, acquistando legalmente pneumatici nuovi e contrastando la vendita in nero, causa di danni all'ambiente e perdita dei benefici legati alla valorizzazione di un materiale prezioso come la gomma da riciclo.


A giudicare i video del concorso - che dovranno avere la durata di 3 minuti e pervenire entro il 4 maggio – sarà, dunque, una giuria di esperti composta da rappresentanti di Legambiente, Ecopneus, Ministero dell'Istruzione e Ministero dell'Ambiente.


Al termine, la classe vincitrice si aggiudicherà un impianto sportivo scolastico (palestra o impianto outdoor) in gomma riciclata da pneumatici fuori uso, ma è previsto anche un secondo e terzo posto in classifica a cui spetteranno arredi per l'interno e l'esterno della scuola, realizzati con gomma riciclata da PFU.


"Con questo concorso vogliamo sensibilizzare studenti e insegnanti sui benefici derivanti da una corretta gestione dei pneumatici fuori uso che, in caso di abbandono, provocano ingenti danni all'ambiente" spiegano Vanessa Pallucchi, Responsabile Scuola e Formazione di Legambiente nazionale e Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia. "Recuperare pneumatici usurati significa valorizzare un materiale prezioso come la gomma che può essere utilizzata per realizzare asfalti gommati, superfici sportive, materiale per l'isolamento, arredo urbano e pavimentazione antitrauma. Grazie ai premi messi in palio da Ecopneus possiamo contribuire a migliorare la qualità degli edifici scolastici presenti in Puglia".

 

"Con 806.140 tonnellate di PFU raccolte dal 2011 al 2014, Ecopneus gestisce il 70% del sistema nazionale di rintracciamento, raccolta e recupero dei pneumatici fuori uso, un sistema che, nel suo complesso, deve garantire a regime il recupero del 100% dei PFU generati ogni anno – ha dichiarato Giovanni Corbetta, Direttore Generale di Ecopneus –. Accanto all'impegno operativo sul territorio, Ecopneus affianca da sempre attenzione al tema della sensibilizzazione e formazione, in particolare delle giovani generazioni, perché parallelamente alle attività quotidiane si alimenti un terreno di etica e legalità che contagi tutti, cittadini ed imprese. Solo la scelta quotidiana di ciascuno contro l'illegalità potrà, infatti, contrastare ed eliminare definitivamente i flussi di abbandono illegale che ancora persistono in tutta Italia".

Il concorso aperto alle scuole pugliesi di primo e secondo grado, in realtà, per molte di loro, rappresenta la conclusione di un percorso educativo che ha avuto inizio con l'anno scolastico: da ottobre i ragazzi, accompagnati dagli educatori ambientali di Legambiente, quindi, hanno partecipato ad eventi, organizzato iniziative, effettuato attività didattiche sul riciclo, fino a visitare gli impianti di frantumazione per vedere cosa accade ai Pneumatici Fuori Uso, quando vengono gestiti correttamente.

Il progetto che, solo in Puglia, ha coinvolto 35 classi è finalizzato alla sensibilizzazione dei ragazzi sulle problematiche del territorio, legate alla gestione dei rifiuti e,  nello specifico, al ciclo legale dei pneumatici fuori uso, dall'acquisto al recupero finale.  Un modo per mostrare ai ragazzi il risultato concreto della gestione di una corretta filiera del rifiuto che, grazie al contributo dei cittadini e di tutti soggetti responsabili del ciclo di gestione, fino al riciclo garantito da Ecopneus, viene trasformato in un bene, nuovamente utile per tutti.

 

Per conoscere il regolamento:

www.legambientescuolaformazione.it


Chi è Ecopneus

Ecopneus, società senza scopo di lucro, è una delle organizzazioni che si occupa dal 2011 della gestione dei Pneumatici Fuori Uso (PFU) in Italia. Operando in base al D.M. 11 aprile 2011 n°82, gestisce i PFU generati in fase di sostituzione dei pneumatici nel mercato del ricambio, curandone la raccolta, la successiva frantumazione e l'avvio al recupero. Il decreto che regolamenta l'attività dei produttori e importatori di Pneumatici e delle loro forme associate, prevede che ogni anno il 30% dell'eventuale avanzo di gestione debba essere destinato a prelievi da stock storici al fine rimuovere l'ampio numero di siti oggetto di abbandoni ancora esistenti in Italia e comunicato al Ministero dell'Ambiente.


Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI