Cerca nel blog

sabato 11 aprile 2015

WiGreen 2015: la sostenibilità “pratica” tra economia, responsabilità sociale e falsi miti




Milano, 11 aprile 2015Si è concluso con successo il III Open Day WiGreen svoltosi oggi presso la Sede de Il Sole 24 Ore a Milano. Dagli interventi dei più autorevoli esperti su questioni di ampio respiro, dall'etica all'economia, sino allo speciale EduLab, laboratorio di sostenibilità pratica, da cui è emerso come sia possibile risparmiare e dare una mano all'ambiente tramite piccoli gesti quotidiani.

UN MONDO PIÙ SOSTENIBILE? QUESTIONE DI SISTEMA

Dalla scelta della dieta, che privilegi un consumo di carne non eccessivo, come quella mediterranea, ad un attento e consapevole utilizzo delle risorse. Pensiamo anche solo agli spostamenti in macchina. L'auto usata una volta alla settimana per 40 Km costa al portafogli 3400€ in un anno. Meglio il car sharing, per chi vive di spostamenti entro i 5 Km. "Ma in Italia siamo ancora lontani da un car sharing davvero sostenibile" ha asserito il Prof. Davide Reina, esperto di Green Marketing dell'Università Bocconi. "In Germania, esistono vere e proprie piattaforme multiveicolo, con bici elettriche per gli spostamenti brevi e postazioni con auto elettriche installate in città in base alla densità demografica. Questa è vera innovazione."

Ma la consapevolezza deve essere innanzitutto istituzionale e politica, con interventi concreti che aprano nuove prospettive di sviluppo per il paese. "La sfida verso la green economy implica certamente il consolidamento delle filiere green già sviluppate e in via di sviluppo (dalle fonti rinnovabili, alla protezione dell'ambiente all'industria del riciclo) e lo sviluppo di nuove, ma anche e soprattutto la conversione delle filiere brown in filiere green (dal manifatturiero, al chimico, al siderurgico) verso una società a basso contenuto di carbonio ed efficiente dal punto di vista dell'utilizzo delle risorse e delle materie prime" ha spiegato il Dr. Roberto Morabito, Responsabile dell'Unità di Tecnologie Ambientali, ENEA.

PIÙ VERDI...MENO AL VERDE! ECCO LA GIORNATA ECOLOGICA IDEALE

Tanti piccoli accorgimenti 'domestici' possono contribuire a un futuro più sostenibile, anche per le nostre tasche.
Dal mattino alla sera, nel proprio bagno o in cucina, per la strada o al supermercato, in auto o in bicicletta, una vita sostenibile significa avere più euro a disposizione e anche ridurre le emissioni inquinanti.

Qualche esempio: "rinunciare all'acqua minerale e bere dal rubinetto riduce gli imballaggi in plastica e abbatte la spesa familiare di oltre 200 euro ogni anno. Scegliere un frigorifero efficiente rispetto a un vecchio modello permette di dimezzare i consumi e in 10 anni di utilizzo garantisce un risparmio vicino ai 500 euro. Spegnere la luce e gli elettrodomestici in stand by fa risparmiare oltre 400 Kg di CO2." ha raccomandato Beba Minna, giornalista di Altroconsumo.
                                  
La scelta e la cura degli elettrodomestici rappresentano sicuramente un fattore chiave. La massima efficienza energetica, infatti, ci alleggerisce le bollette: un frigo A+++ ci fa risparmiare, ad esempio, circa 65€ l'anno. Moltiplicando il dato per i 15 anni di vita media di un frigo e il n° di elettrodomestici in casa, si capisce come queste scelte su larga scala siano rilevanti per l'ambiente, così come per il bilancio annuale delle famiglie.
Ma un altro dato che fa riflettere è il consumo domestico di acqua. "170 litri al giorno ciascuno, pari ad una vasca da bagno di grandi dimensioni, di cui il 39% per l'igiene personale. Un test per verificare se il rubinetto è efficiente? Deve riempire una bacinella da 6 litri in meno di 2 minuti. Altrimenti è bene acquistare un riduttore della portata del getto".

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI