Cerca nel blog

mercoledì 26 agosto 2015

Continua crescita di BUILDING ENERGY attraverso l’iniezione di 30 milioni di euro per lo sviluppo

Le nuove risorse erogate dal fondo internazionale Three Hills Capital Partners finanzieranno la costruzione e lo sviluppo di impianti da fonti rinnovabili negli Stati Uniti, in Sudafrica ed Est Europa.



Milano, 26 agosto 2015 — Firmato l'accordo tra Building Energy e il fondo paneuropeo Three Hills Capital Partners per la sottoscrizione integrale di obbligazioni per un importo pari a 30 milioni di Euro. 

Il bond è quotato nel sistema multilaterale di negoziazione gestito da Borsa Italiana, segmento professionale ExtraMot Pro. 

L'emissione, strutturata con il supporto di Intermonte SIM, prevede il rimborso alla scadenza dopo cinque anni dalla data di emissione. Il fondo internazionale, specializzato nel sostenere management team di successo nei loro progetti di crescita, avrà anche una partecipazione di minoranza nel gruppo.

L'investimento sarà interamente destinato a sostenere il piano strategico industriale che prevede, nei prossimi due anni, la costruzione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili su scala globale per oltre 430MW che entreranno in esercizio a partire dal 2017.

"La raccolta di nuove risorse contribuirà ad aumentare la flessibilità finanziaria dell'azienda e ad accelerare la crescita negli Stati Uniti, in Sudafrica e Est Europa, mercati in cui l'azienda è presente con numerosi impianti in fase di sviluppo e costruzione – ha dichiarato Fabrizio Zago, Amministratore Delegato di Building Energy – Ci siamo recentemente aggiudicati gare a livello internazionale per la realizzazione di uno dei più grandi impianti biomassa dell'Africa da 16MW, di un parco eolico da 140MW, di un mini-idroelettrico da 4.7MW in Sudafrica e del primo parco fotovoltaico da 10MW in Uganda. Nelle prossime settimane comincerà la costruzione di un parco eolico da 30MW in Iowa, della seconda fase degli impianti solari presso Cornell University nello stato di New York, oltre ad un impianto solare da 45MW in Panama. Questi progetti fanno parte della pipeline di sviluppo di Building Energy che, ad oggi, conta progetti per oltre 2200MW".

"L'investimento in Building Energy testimonia il focus di Three Hills Capital Partners nell'individuare e supportare storie di successo, guidate da management team ambiziosi con una forte vocazione allo sviluppo internazionale - ha dichiarato Mauro Moretti, fondatore di Three Hills Capital Partners -  Siamo determinati nel supportare la visione di Fabrizio Zago ed il team intorno a lui che negli ultimi anni sono riusciti a costruire un business model integrato, ed unico, nella filiera dell'energia rinnovabile con forte esposizione ai mercati emergenti e gli USA."

L'operazione è stata curata da Intermonte e PwC e supportata dagli advisor legali Studio Chiomenti per Building Energy e Linklaters e Clifford Chance per Three Hills Capital Partners.

BUILDING ENERGY
Building Energy è un produttore di energia indipendente da fonti rinnovabili presente in 4 continenti. L'azienda è verticalmente integrata sulla catena del valore, dallo sviluppo di progetti alla vendita di energia. Con una pipeline complessiva in 24 paesi di oltre 2.200MW, ed asset generativi in costruzione nei prossimi due anni per oltre 430MW (progetti Near Notice to Proceed e Backlog), si posizione come uno dei maggiori player nel panorama internazionale del settore dell'energia rinnovabile.

THREE HILLS CAPITAL PARTNERS
Three Hills Capital Partners e' una piattaforma di investimento paneuropea nata nel 2013 con base a Londra. Attraverso i due fondi in gestione, Three Hills SICAV – I e Three Hills Decalia, e' focalizzata su investimenti in strumenti di capitale privilegiato. Ad oggi conta circa Euro 200 milioni di asset in gestione con partecipazioni in aziende di successo operanti nel mid-market tra le quali Aquafil, Dedalus, Hunter e Byron.

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI