Cerca nel blog

lunedì 14 settembre 2015

Ecopneus: un parco giochi con il riciclo degli pneumatici usati

Un parco divertimenti con gomma riciclata:
la scelta green di Leolandia, in collaborazione con Ecopneus, per garantire giochi in sicurezza su pavimentazioni antitrauma e antiscivolo

Milano, 14 settembre 2015 - Un'area gioco di 400 metri quadrati con pavimentazioni in gomma riciclata da Pneumatici Fuori Uso per giocare in sicurezza: così Ecopneus -  società senza scopo di lucro che si occupa della gestione del 70% dei Pneumatici Fuori Uso presenti in Italia – ha scelto di sostenere Leolandia, il parco divertimenti del bergamasco, nel suo percorso verso la piena sostenibilità intrapreso già da cinque anni.

Grazie al supporto di Ecopneus, nella nuova area parco il "Mondo di Peppa Pig", sono state realizzate diverse superfici in gomma riciclata, utilizzando granuli dai colori vivaci per consentire ai più piccoli di immergersi nel mondo di uno dei loro cartoni più amati, giocando in massima sicurezza. Sarà qui che, durante tutto "Settembre Gustosamente Verde", il mese che Leolandia dedica all'eco-divertimento, i bambini potranno comprendere l'importanza del riciclo, tra giochi d'acqua e coloratissimi pannelli illustrativi. Seguendo il percorso "Che fine fanno i pneumatici?" ogni sabato, infatti, sarà possibile scoprire cosa può diventare un pneumatico una volta giunto a fine vita e come può divenire una nuova risorsa da utilizzare. 

Infine, sabato 19 settembre durante "Puliamo il MiniMondo", uno degli eventi più amati del parco, organizzato in collaborazione con Legambiente, saranno coinvolti 300 bambini delle scuole del territorio e un gruppo di piccoli ospiti che, divisi in squadre, puliranno "Minitalia" dai rifiuti abbandonati da un gruppo di adulti irresponsabili imparando come differenziarli per produrre nuovi beni utili alla vita di tutti i giorni.

Per pavimentare la nuova area all'interno del "Mondo di Peppa Pig" di Leolandia sono stati impiegati 22,300 kg di gomma riciclata proveniente da Pneumatici Fuori Uso. Un materiale ottimale per realizzare le aree gioco perché antiscivolo in presenza di giochi d'acqua e capace di garantire una maggiore sicurezza antitrauma in caso di caduta. Queste pavimentazioni si distinguono, inoltre, per la capacità di resistere ad urti improvvisi senza spezzarsi, garantendo una lunghissima durata nel tempo e una forte resistenza all'usura. E' grazie a queste qualità che uno dei principali impieghi dei granuli e polverini di gomma provenienti dal recupero dei pneumatici fuori uso sono proprio le aree gioco, in cui solo nel 2014 sono state impiegate quasi 8 tonnellate di pneumatici.

Dal 2011 ad oggi il 37,5% dei Pneumatici Fuori Uso raccolti da Econpeus in tutta Italia, è stato riciclato in materiali come granuli, polverini di gomma e acciaio. Un settore, su cui Ecopneus sta puntando con grande convinzione con un investimento in ricerca e innovazione - che dal 2011 ad oggi -  ha già raggiunto i 14 milioni di euro per promuovere gli sbocchi applicativi della gomma riciclata.  Questo panorama in crescita, attualmente, vede l'impiego della gomma riciclata in pavimentazioni sportive (30%), aree da gioco per bambini (13%), isolanti acustici per edilizia (5%) ed asfalti a bassa rumorosità (1%).




Chi è Ecopneus:
Ecopneus è la società senza scopo di lucro creata dai sei principali produttori di pneumatici operanti in Italia per assolvere agli obblighi di legge previsti dal D.M. 82/2011 a cui nel tempo si sono aggiunte molte altre aziende di produzione e importazione di pneumatici. Parallelamente alle quotidiane attività operative di raccolta, trasporto e trattamento finale dei PFU, è fortemente impegnata per consolidare e promuovere il mercato delle applicazioni della gomma riciclata per campi da calcio, asfalti duraturi e silenziosi, isolanti acustici, membrane impermeabilizzanti, arredo urbano, pavimentazioni antitrauma ed energia.

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI