Cerca nel blog

giovedì 8 ottobre 2015

Economia sostenibile: il convegno di Ceep in Expo aspettando COP21

Si è conclusa a Expo, in Cascina Triulza, la discussione sul ruolo fondamentale dei servizi pubblici nella mitigazione dei cambiamenti climatici con il parlamentare europeo Jean Lambert (relatore sulla " Green Employment Initiative"), il Prof. Samuele Furfari (Consigliere del Direttore generale della DG Energia) e Peter Czaga (Unità A.1 della DG Environment). Il convegno, promosso da CEEP e in collaborazione con Gruppo CAP, è stata l'occasione per gli operatori dei servizi pubblici di rinnovare l’appello per la conclusione di un accordo ambizioso sul clima, fondamentale l’appuntamento il prossimo 7 dicembre a Parigi per COP21, che includa impegni vincolanti in tema di mitigazione e adattamento.

L’incontro è stato aperto da Alessandro Russo, Presidente Gruppo CAP: “Acqua Potabile e depurazione sono temi strategici in previsione dei cambiamenti climatici e della sempre maggiore pressione di rifugiati per motivi legati al clima e all’ambiente. Le iniziative di cooperazione seppur fondamentali non bastano e  occorre una crescita di consapevolezza rispetto alle politiche sostenibili - afferma Russo -. E’  fondamentale la creazione di una piattaforma di sostenibilità che tenga insieme sviluppo industriale e rispetto ambientale e preveda soprattutto trasparenza e partecipazione”.

Le politiche di mitigazione devono essere strutturate sulla base dell’efficienza delle risorse e della riduzione delle emissioni di carbonio. I settori dei servizi pubblici quali i trasporti, le telecomunicazioni, l'energia, la gestione dei rifiuti e il trattamento delle acque, così come i settori di ricerca e sviluppo hanno un importante potenziale per la mitigazione dei cambiamenti climatici. La costruzione di un Emissions Trading Scheme europeo (ETS) deve quindi consentire l’individuazione del corretto costo della CO2, creando condizioni di parità per incentivare gli investimenti che favoriscano la riduzione dell’impronta ecologica dell'economia europea.
Le politiche di adattamento dovrebbero essere viste come complementari alle politiche di mitigazione, nel far fronte alle conseguenze del cambiamento climatico. Le misure di adattamento dovrebbero includere la protezione delle infrastrutture, per aumentare la loro resilienza. Le implicazioni del cambiamento climatico su settori come l'acqua, l'energia e i trasporti devono essere considerate con urgenza.
Infine, le politiche sui cambiamenti climatici non possono ignorare la sfida degli investimenti: c'è una forte motivazione economica per investire in azioni per il clima, in modo da creare la crescita sostenibile e l'occupazione di cui l'Europa ha bisogno. Inoltre, per rendere effettivo il potenziale degli investimenti in soluzioni rispettose del clima, ​​gli investimenti privati devono essere sostenuto da interventi pubblici.

Gruppo CAP
Il Gruppo CAP è una realtà industriale che gestisce il servizio idrico integrato in provincia di Milano, Monza e Brianza, Pavia, Varese, Como secondo il modello in house providing, cioè garantendo il controllo pubblico degli enti soci nel rispetto dei principi di trasparenza, responsabilità e partecipazione. Attraverso un know how ultradecennale e le competenze del proprio personale coniuga la natura pubblica della risorsa idrica e della sua gestione con un’organizzazione manageriale del servizio idrico in grado di realizzare investimenti sul territorio e di accrescere la conoscenza attraverso strumenti informatici. Gestore unico della provincia di Milano per dimensione e patrimonio il Gruppo CAP si pone tra le più importanti monoutility nel panorama nazionale.

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI