Cerca nel blog

domenica 31 gennaio 2016

Ancora in aumento la temperatura della superficie terrestre: pericolo distruzione per l'intera società

 World Organization for International Relations
WOIR: ENTRO LA FINE DI QUESTO SECOLO LA TEMPERATURA DELLA SUPERFICIE TERRESTRE SALIRÀ ANCORA DI 4-5 GRADI.

La World Organization for International Relations (WOIR) lancia l'allarme: se non saranno presto implementate azioni significative i cambiamenti climatici saranno una minaccia ancora più seria che potrebbe portare ad una disruzione per l'intera società.
 

«La soglia limite potrebbe già essere raggiunta nel 2040» puntualizza Emilia Lordi-Jantus, Segretario Generale della World Organization for International Relations.

Dal continuo crescente scioglimento delle calotte polari all'aumento costante del livello del mare, le prove sono schiaccianti: il cambiamento climatico è una realtà che sembra ormai essere inarrestabile. «Ma l'attuale degrado ambientale ed il conseguente aumento delle temperature ci mostrano che esiste anche una forte e complessa correlazione tra clima/ambiente e stabilità sociale ed economica» sostiene la World Organization for International Relations (WOIR).

In effetti, lo sviluppo sostenibile e l'eradicazione della povertà sono profondamente vincolati con il cambiamento climatico e sempre più spesso dietro ai conflitti che attanagliano il mondo vi è proprio il peggioramento delle condizioni di vita e della scarsa disponibilità alimentare causata dai cambiamenti climatici e dalla gestione sconsiderata delle risorse naturali.

Se non si farà molto di più per ridurre al minimo l'impatto dei cambiamenti climatici, avverte la WOIR, la temperatura media della superficie del pianeta aumenterà ancora di 4-5 gradi centigradi entro questo secolo e si verificheranno cambiamenti climatici violenti ed improvvisi che potrebbero essere disruttivi per l'intera la società. Il livello del mare si alzerà ulteriormente e molte città costiere si ritroveranno sommerse. Gli Stati insulari rischieranno di scomparire.

«È dunque necessario agire subito e per vincere questa sfida è assolutamente essenziale ottenere il più ampio sostegno pubblico: senza azioni più significative la soglia limite potrebbe già essere raggiunta nel 2040»  afferma Emilia Lordi-Jantus, Segretario Generale della World Organization for International Relations, l'Organizzazione Mondiale per le Relazioni Internazionali.

«Nessun Paese da solo può risolvere questo problema, ma sappiamo che tutti insieme ce la possiamo fare. Dobbiamo sforzarci di più e far sì che i governi sappiano che l'intera società è preoccupata e si aspetta dei cambiamenti» aggiunge Emilia Lordi-Jantus, già funzionaria dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura (FAO) e del Programma Alimentare Mondiale (WFP), nonché membro fondatore della World Organization for International Relations (WOIR) nel 1978.

«Le decisioni che verranno prese quest'anno condizioneranno indubbiamente i prossimi 24 anni. Dobbiamo assolutamente decarbonizzare i sistemi energetici mondiali, dobbiamo fermare completamente la deforestazione, dobbiamo limitare la crescita disorganizzata ed insostenibile delle città e dobbiamo produrre la quantità di cibo necessaria per nutrire una popolazione in continua crescita» conclude per Emilia Lordi-Jantus.


LA WOIR IN SINTESI

Fondata nel 1978 per iniziativa di Emilia Lordi-Jantus, già funzionaria dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura (FAO) e del Programma Alimentare Mondiale (WFP), la World Organization for International Relations (WOIR) si prefigge di contribuire in maniera indipendente allo sviluppo e all'applicazione delle Relazioni Internazionali e di preservare così l'armonia nel mondo. La WOIR è un'organizzazione internazionale che si propone dunque di sostenere gli sforzi volti ad eliminare i motivi di conflitto tra le nazioni, promuovere la cooperazione internazionale ed operare al servizio della causa della pace e della difesa dei diritti umani. La WOIR è accreditata presso il Dipartimento per gli Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite come organizzazione internazionale non governativa (OING). (Info: www.woirnet.org)

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI