Cerca nel blog

venerdì 15 luglio 2016

Gruppo ABB si aggiudica il primo ordine commerciale per l'innovativa tecnologia di ricarica ultra rapida in 15 secondi per consentire un trasporto pubblico a zero emissioni nella città di Ginevra

Zurigo, Svizzera, 15 luglio 2016 – Questa rivoluzionaria tecnologia non richiede linee aeree e offre una soluzione per il trasporto di massa silenziosa e a zero emissioni che rappresenta una praticabile alternativa agli autobus diesel e si pone come un modello per il futuro del trasporto urbano.

ABB ha acquisito ordini per un totale di 16 milioni di dollari da Transports Publics Genevois (TPG), operatore del trasporto pubblico a Ginevra, e da HESS, produttore svizzero di autobus, per la fornitura di sistemi di ricarica ultra rapida e di tecnologie a bordo di veicoli elettrici destinati ad equipaggiare 12 autobus TOSA (Trolleybus Optimisation SystèmeAlimentation) a completa trazione elettrica (e-bus) operanti sulla linea 23 che collega l'aeroporto di Ginevra alla periferia della città. 

Gli e-bus possono contribuire a risparmiare fino a 1.000 tonnellate di anidride carbonica all'anno se confrontate con le emissioni degli attuali autobus diesel in servizio.  

ABB fornirà e installerà 13 stazioni di ricarica ultra rapida che verranno dislocate lungo una linea di transito di autobus urbani, unitamente a stazioni di alimentazione per tre capolinea e quattro depositi. 

Si tratta della tecnologia di ricarica ultra rapida più veloce al mondo in quanto impiega meno di un secondo per collegare il bus al punto di ricarica.
Le batterie di bordo possono essere ricaricate in 15 secondi con un'immissione di 600 kilowatt di potenza durante la fermata dell'autobus. 

Un'ulteriore carica di 4-5 minuti consente una ricarica completa delle batterie presso i capolinea.  Questa tecnologia innovativa è stata sviluppata in Svizzera da ingegneri ABB. 

"Siamo orgogliosi di questa innovativa tecnologia che aiuterà a realizzare un modello di trasporto urbano di massa silenzioso a zero emissioni in accordo con la visione della Città di Ginevra. Questa tecnologia costituisce un modello per il futuro trasporto urbano e rafforza la nostra visione di mobilità sostenibile per un mondo migliore", ha dichiarato Claudio Facchin, responsabile della divisione Power Grids di ABB "Come parte integrante della nostra strategia Next Level, ci siamo impegnati a sviluppare soluzioni orientate al cliente e tecnologie a ridotto impatto ambientale".

La decisione di impiegare TOSA sulla linea 23 è stata presa a seguito del successo del progetto pilota riguardante il primo e-bus impiegato sulla linea dall'aeroporto di Ginevra al centro espositivo del Palaexpo. 

Il percorso della linea 23 sarà leggermente modificato al fine di permettere un collegamento più veloce tra Praille-Acacias-Vernet, un nuovo quartiere in costruzione in cui è prevista la realizzazione di 11.000 appartamenti ed uffici per circa 11.000 impiegati. 

Quando il progetto sarà realizzato nel 2018, gli autobus articolati ad alta capienza partiranno nelle ore di punta da entrambi i capolinea a intervalli di 10 minuti. 

Questa linea permetterà il transito di più di 10.000 passeggeri al giorno e, con la sostituzione degli autobus diesel con i TOSA e-bus, si otterrà una riduzione del rumore e delle emissioni di gas serra.

Con un'ulteriore aggiudicazione da parte di HESS, ABB fornirà 12 sistemi di propulsione per i bus, che includono convertitori di trazione e ausiliari integrati, unità di accumulo di energia a batterie montate sul tetto e sistemi di trasferimento di energia (ETS) così come motori di trazione a magneti permanenti. Entrambi gli ordini includono contratti di manutenzione e service quinquennali per assicurare affidabilità, efficienza e sicurezza del servizio.

"La decisione di 'impiegare TOSA sulla linea 23 è il risultato degli sforzi di collaborazione tra partner pubblici e privati che hanno investito in questa visione. Questo progetto innovativo apre la strada al futuro della mobilità fornendo soluzioni per un trasporto di massa sostenibile e eco-compatibile per il benessere della nostra comunità", ha dichiarato LucBarthassat, Consigliere di Stato per i trasporti e l'ambiente della città di Ginevra.

Ginevra è una delle principali città del mondo, accreditata come centro globale della diplomazia, polo finanziario e centro per le tecnologie e l'innovazione. 

E' inoltre una famosa destinazione turistica con una elevata qualità della vita. Ospita il più alto numero di organizzazioni internazionali al mondo, tra cui il quartier generale a livello globale di istituzioni come le Nazioni Unite e la Croce Rossa.

ABB fornisce una serie di tecnologie per supportare applicazioni di mobilità come ferrovie metropolitane, autobus e vetture elettriche. 

Trasporti e infrastrutture costituiscono uno dei tre gruppi di clienti serviti da ABB assieme a quello delle utility e quello dell'industria. La mobilità sostenibile è un area di grande interesse all'interno della strategia Next Level di ABB.

ABB sta celebrando i suoi 125 anni in Svizzera e ha partecipato attivamente allo sviluppo del settore dei trasporti incluso il comparto ferroviario. Un esempio recente è costituito dalle tecnologie ABB impiegate per energizzare e ventilare i 57 km del tunnel di base del Gottardo che attraversa le Alpi ed è la galleria ferroviaria più lunga al mondo.


ABB (www.abb.it) è leader globale nelle tecnologie per l'energia e l'automazione che consentono alle utility, alle industrie e ai clienti dei settori dei trasporti e delle infrastrutture di migliorare le loro performance riducendo al contempo l'impatto ambientale. Le società del Gruppo ABB operano in circa 100 Paesi e impiegano circa 135.000 dipendenti.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI