Cerca nel blog

mercoledì 16 novembre 2016

Bilancio di Sostenibilità Ferrarelle: 165,7 mln di euro fatturato e 153,6 mln ridistribuiti. Ricendo plastica (-21%), consumi(-10%) e riciclando al 90%. Al fianco di Telethon e del FAI


Ferrarelle SpA presenta il suo primo Bilancio di Sostenibilità

165,7 mln di euro fatturato nel 2015 e 153,6 mln ridistribuiti, riducendo l'uso della plastica (-21%) e i consumi energetici (-10%), utilizzando energia pulita, riciclando il 90% dei materiali e diminuendo gas effetto serra (-10%)
In più l'impegno al fianco del Fondo Ambiente Italiano e Fondazione Telethon

Napoli, 16 Novembre 2016 – Si è svolta questa mattina a Napoli, presso Palazzo Du Mesnil, la Tavola Rotonda dal titolo La sostenibilità delle aziende e la sensibilità della rete: gli effetti delle politiche aziendali sul valore d'impresa, per iniziativa di Ferrarelle SpA e alla presenza di istituzioni, accademici e rappresentanti di aziende.           

Nel corso dell'incontro Carlo Pontecorvo, Presidente e AD Ferrarelle SpA, e Michele Pontecorvo Ricciardi, Responsabile Comunicazione e CSR, hanno presentato il primo Bilancio di Sostenibilità dell'azienda, proprietaria delle acque minerali Ferrarelle, Vitasnella, Fonte Essenziale, Boario, Santagata e Natía. 

L'occasione ha fornito anche lo spunto per presentare i dati di una rilevazione condotta da Digimind, Social Media Monitoring Company, che evidenzia la forte sensibilità degli utenti della rete circa le tematiche connesse alla Corporate Social Responsibility, fornendo uno spaccato di un'Italia sempre più attenta e consapevole del ruolo delle aziende nello sviluppo fattivo di politiche di sostenibilità.        

Ferrarelle SpA è così la prima azienda del settore acque minerali a realizzare un Bilancio di Sostenibilità, che analizza gli aspetti ambientali, sociali ed economici dell'approccio del Gruppo al tema. Il Bilancio è inoltre la testimonianza dell'impegno profuso dall'azienda per rispondere al dovere e alla necessità di restituire e creare valore per il territorio in cui affonda le sue radici, ma anche per il suo Paese e per le generazioni future tutte.

Il rispetto dell'ambiente e la riduzione dell'impatto delle attività industriali sono priorità assolute per Ferrarelle SpA perché i valori che guidano il suo agire quotidiano rispondono alla consapevolezza dell'importanza di salvaguardare, sia direttamente che indirettamente, un dono unico come l'acqua, che senza la natura non esisterebbe.

GLI HIGHLIGHTS DEL BILANCIO

SOSTENIBILITÀ ECONOMICA
La creazione del valore in Ferrarelle nasce da un'organizzazione orientata, oltre alla salvaguardia delle risorse idriche, geologiche e dell'habitat naturale dove si trovano le proprie sorgenti, anche alla soddisfazione dei consumatori e dei clienti, alla valorizzazione delle proprie persone e a garantire l'eccellenza dei prodotti e dei servizi. Ferrarelle riconosce inoltre l'importanza di un'equilibrata distribuzione del valore economico generato dalla propria attività nei confronti dei propri stakeholder, valore che gli stessi, direttamente o indirettamente, hanno contribuito a produrre. Ferrarelle riconosce inoltre nella ricerca della differenza un valore indiscutibile di successo, costruito dall'azienda con l'efficienza e l'efficacia dei suoi servizi, la qualità e la sicurezza dei suoi prodotti, l'attenzione e il rispetto verso il territorio, l'innovazione.

Il Valore economico generato da Ferrarelle SpA nel 2015 è stato di 165,7 milioni di euro, +14,7% rispetto al 2014. 

Per lo stesso anno, il Valore economico distribuito agli stakeholder è stato pari a 153,6 milioni di euro, + 15,5% rispetto al 2014, di cui in particolar modo 22,0 milioni di euro ai dipendenti, valore in crescita dell'8% rispetto al 2014, e 1,4 milioni di euro alla collettività grazie a donazioni, contributi ad associazioni e attività di sponsorizzazione


L'azienda è dotata della certificazione Sistema di Gestione della Qualità, che attesta la sua capacità di fornire con regolarità prodotti che ottemperino ai requisiti dei clienti e la volontà di accrescerne la soddisfazione tramite l'applicazione efficace del sistema. 

L'azienda è inoltre dotata della certificazione Sistema di Gestione della Tracciabilità dei prodotti e della Rintracciabilità di filiera per garantire la sicurezza alimentare del consumatore.

Nel 2015 i numeri di reclami sono diminuiti del 7% rispetto all'anno precedente  

SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE
Il rispetto dell'ambiente e la riduzione dell'impatto delle attività industriali sono priorità assolute per Ferrarelle SpA perché i valori che guidano il suo agire quotidiano rispondono alla consapevolezza dell'importanza di salvaguardare, sia direttamente che indirettamente, un dono unico come l'acqua. 

Ferrarelle si impegna attivamente per:


- la tutela del patrimonio ambientale che custodisce le sorgenti delle sue acque minerali;
- la riduzione dei consumi energetici (-9,9% rispetto al 2013 l'indice di Intensità energetica, che misura il consumo energetico complessivo per ogni litro di acqua imbottigliata) e del peso degli imballaggi, in particolare della plastica (-21% peso del PET per il formato 1,5L dal 2007 al 2015);
- l'impiego di energia pulita (il 96% dell'energia elettrica prodotta dall'impianto fotovoltaico di Riardo è utilizzata come autoconsumo e copre circa il 7% del fabbisogno dello stabilimento);
- la gestione sostenibile di rifiuti (più del 90% di riciclo dei materiali scartati dal processo produttivo) e reflui
- lo studio dell'impatto ambientale dei propri prodotti (sia attraverso la certificazione EPD sia partecipando al gruppo di lavoro europeo guidato dalla Direzione Generale Ambiente della UE per la realizzazione della PEFCR - Product Environmental Footprint Category Rule, la specifica tecnica per calcolare l'impatto ambientale per la produzione e commercializzazione delle acque minerali in bottiglia);
 - la riduzione di emissioni di gas effetto serra (-10,3% rispetto al 2013 l'indice di Intensità di emissioni di gas serra);
- la sostenibilità della supply chain, e in particolare l'impiego di pallet a km 0 grazie all'adozione del sistema del Total Pallet Management (il TPM ha consentito in un anno -50,3% di emissioni di C02, -71,4% consumi di legno e -76,5% rifiuti smaltiti in discarica)

SOSTENIBILITÀ SOCIALE
Ferrarelle partecipa attivamente allo sviluppo della vita sociale e culturale della collettività, partendo dai propri collaboratori, promuovendo condizioni di lavoro funzionali alla loro tutela e al rispetto dei loro diritti e della loro integrità psicofisica, culturale e morale, cercando di massimizzarne il grado di soddisfazione e accrescerne il patrimonio  di conoscenze ed esperienze In Ferrarelle SpA nel 2015

-il 94% dei dipendenti è assunto a tempo indeterminato
-sono state erogate oltre 4.700 ore di formazione
-sono stati spesi 118.000 € in formazione
- gli indici di frequenza e gravità degli infortuni sono prossimi allo zero in entrambi i due stabilimenti. 

Nell'ambito della CSR, Ferrarelle agisce invece nel sociale attraverso attività che hanno tutte in comune due ingredienti: l'affinità con i propri valori, la collaborazione con partner affidabili e di comprovata esperienza tra cui


FAI – Fondo Ambiente Italiano - Ferrarelle si è rivolta al FAI per un progetto finalizzato alla valorizzazione del Parco Sorgenti di Riardo, l'area di 135 ettari situata nella Valle d'Assano, nell'alto casertano, al confine con il Molise e il Lazio, che custodisce le fonti delle acque minerali Ferrarelle, Natía e Santagata, oggi patrocinato dalla fondazione. 

Le attività di valorizzazione del Parco sono state di tipo vegetazionale, agricolo e architettonico, tra cui in particolar modo il restauro conservativo di Masseria Mozzi, risalente al XVIII sec., oggi fulcro del parco e punto ristoro, e l'avvio delle coltivazioni biologiche affidate alla cura dell'azienda agricola Masseria delle Sorgenti Ferrarelle;

Fondazione Telethon - Dal 2011 il legame con Fondazione Telethon, impegnata nella ricerca contro le malattie genetiche rare, si traduce in supporto concreto lungo tutto l'anno alle numerose iniziative di raccolta fondi, tra cui gli eventi sportivi Walk of Life. Ferrarelle sostiene in particolar modo, per affinità territoriale, il TIGEM, l'Istituto Telethon di Genetica e Medicina che ha sede a Pozzuoli nello storico stabilimento ex Olivetti;

Teatro alla Scala - La partnership, avviata nel 2007, è nata da una comunione di valori tra le due realtà, in primis la passione per l'eccellenza artistica e culturale Made in Italy, che ha contribuito a forgiare l'identità dell'azienda nel ritorno all'italianità. Ferrarelle ha inoltre arricchito la partnership sponsorizzando l'opera teatrale CO2, una produzione commissionata a Giorgio Battistelli in occasione di Expo 2015 e incentrata sui temi dello sviluppo sostenibile e dei cambiamenti climatici;

Premio Malaparte - Ferrarelle sostiene dal 2012 il Premio Malaparte, uno dei più importanti riconoscimenti letterari italiani per le personalità internazionali, nato nel 1983 e riportato in vita, dopo una lunga pausa, grazie al supporto dell'azienda, unico sponsor del Premio. 

Una collaborazione che consente all'azienda di promuovere una grande tradizione letteraria italiana e al contempo di respiro internazionale e che contribuisce ad imprimere sui suoi marchi un ulteriore nuovo segno di premiumness.

Anche l'impegno nei confronti del territorio campano è per Ferrarelle fortemente sentito, perché si tratta della terra in cui l'azienda e il marchio hanno le proprie radici. 

Oltre il progetto per la valorizzazione del Parco Sorgenti di Riardo avviato con il FAI, Ferrarelle sostiene progetti e realtà espressione del fervore e dell'eccellenza dell'arte e della cultura campane, fornendo il suo contributo per alimentare l'effervescenza della vita culturale di Napoli e della regione. 

Tra questi, Ferrarelle è partner di Teatro Bellini e Teatro Diana di Napoli, è stata sponsor sociale della mostra La luce vince l'ombra. Gli Uffizi a Casal di Principe, ha sostenuto la Reggia di Caserta nell'apertura al pubblico del nuovo allestimento completo della Collezione Terrae Motus.





--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI