Cerca nel blog

venerdì 4 novembre 2016

Bollette Riscaldamento: da ManoMano, 10 consigli utili per risparmiare

Oltre il 50% del consumo di energia elettrica e gas di una famiglia è causato dal riscaldamento.

Riducendo le dispersioni è possibile diminuire le spese dal 20 al 40%.


Milano, 4 novembre 2016 – L'inverno, come ci ha ricordato il recente passaggio all'ora solare, è ormai arrivato e con esso aumentano le spese legate all'energia elettrica e soprattutto al riscaldamento.

Specialmente nelle regioni più fredde del Paese, la spesa per il riscaldamento è la voce più salata delle bollette domestiche ma, riducendo le dispersioni, è possibile diminuire i costi dal 20 al 40%. 

Visto che oltre il 50% del consumo di energia elettrica e gas di una famiglia è causato dal riscaldamento, ManoMano, il più grande e-commerce di bricolage e giardinaggio a livello europeo, stila una lista di strategie semplici e rapide per contenere i costi relativi ai consumi invernali.

1.    Fare sfiatare i caloriferi
Accortezza importante visto che le bolle d'aria all'interno dei radiatori impediscono la circolazione dell'acqua calda e riducono l'efficienza del corpo riscaldante facendo crescere il fabbisogno di energia.

2.  Mantenere la temperatura del riscaldamento a 20°
20 gradi, con 2 di tolleranza, è il limite massimo di temperatura stabilito dalle normative nazionali per abitazioni, uffici, scuole e negozi.
Per ogni grado di temperatura oltre questa soglia, per tutto l'inverno, la spesa di riscaldamento aumenta del 6-7%.
La temperatura ideale - per riscaldare senza esagerare – si aggira intorno ai 18 °C.

CRONOTERMOSTATO TOUCH PARETE a 68,99 euro su ManoMano.it

3.    Evitare barriere nei radiatori
Non bisogna coprire i caloriferi con copritermosifoni, tende, mobiletti a incasso, etc; l'aria deve circolare liberamente sopra e intorno al radiatore altrimenti il calore non si propaga nella stanza e i consumi possono aumentare fino al 40%.
In caso di caldaie autonome con termostato, questo fattore aumenta di gran lunga il consumo di gas per riscaldare la casa.

4.    Provvedere con regolarità alla manutenzione e alla pulizia della caldaia
Risparmiare è necessario ma mai sulla manutenzione della caldaia, fondamentale per garantirne il buon funzionamento e comunque obbligatoria per legge.
In questo modo si avrà il riscaldamento sempre in piena efficienza e nel frattempo si ridurranno gli sprechi.

5.    Installare una centralina di termoregolazione della temperatura interna di casa
In questo modo si eviterà l'accensione manuale della caldaia e si renderanno automatiche le fasi di spegnimento e di accensione.

Qualora fosse possibile, installate pannelli fotovoltaici.
L'investimento si ammortizza in pochi anni e potrete usufruire delle agevolazioni fiscali.

Centralina di regolazione termica a 237,90 euro su ManoMano.it

6.    Utilizzare le valvole termostatiche
Installare le valvole termostatiche sui caloriferi per evitare l'accensione del riscaldamento durante certi orari, ad esempio durante la notte.
Le valvole termostatiche sono un semplice dispositivo che permette di regolare il consumo di acqua calda per il riscaldamento.
In caso di impianto di riscaldamento autonomo o centralizzato con contabilizzatore di calore, l'installazione di valvole termostatiche sui caloriferi consentirà di regolare in ogni stanza la temperatura ideale, risparmiando fino al 20% delle spese di riscaldamento.

7.    Abbassare le tapparelle appena fa buio
Al tramonto abbassate le tapparelle e chiudete le persiane, per conservare il calore; in questo modo viene impedita la dispersione del calore interno attraverso i vetri delle finestre.

KIT AUTOMAZIONE TAPPARELLE a 139,68 euro su ManoMano.it

8.    Non aprire le finestre quando l'impianto di riscaldamento è in funzione
Cambiare l'aria di una stanza va benissimo, ma 10 minuti sono più che sufficienti.
Meglio farlo al mattino, prima di accendere il riscaldamento.
L'aria calda tende a disperdersi verso l'esterno, quindi il calore andrebbe "sprecato".

9.    Caldaie a condensazione ad alta efficienza
Dovete cambiare il vostro vecchio impianto di riscaldamento?
Scegliete le caldaie a condensazione, di potenza adeguata alla vostra abitazione.
Sostituiscono le caldaie a gas tradizionali o gli scaldabagni elettrici.
I modelli oggi sul mercato grazie alle nuove tecnologie, consentono un risparmio energetico fino al 35% rispetto a una caldaia di vecchia generazione, eliminando gli sprechi e permettendo di ottenere rendimenti termici superiori alle caldaie convenzionali.

Caldaia a condensazione a 1184,33 euro su ManoMano.it

10.Le pompe di calore
Anch'esse permettono di ottenere un risparmio di energia elevato, pari al 40-60% nel riscaldamento invernale rispetto ai sistemi tradizionali.
La pompa di calore può essere utilizzata anche per riscaldare l'acqua sanitaria.
Utilizzando uno scaldacqua a pompa di calore ad alta efficienza - a sostituzione del vecchio scaldabagno elettrico o a gas - si può arrivare a risparmiare fino al 75% rispetto ai sistemi tradizionali.



ManoMano.it
ManoMano e MonEchelle nascono da un'idea di due colleghi di lavoro, Philippe di Chanville e Christian Raisson, entrambi diplomati presso la prestigiosa scuola francese EDHEC e appassionati del fai da te.
Il lunedì i colleghi condividevano foto e progetti del fine settimana con la frustrazione derivante dalla mancanza di scelta di materiali su internet.
L'idea imprenditoriale prende forma e nel giro di un anno nasce MonEchelle.
Oggi l'azienda conta oltre 100 collaboratori che dalla sede parigina gestiscono anche le operazioni internazionali in Italia, Spagna, Belgio e Regno Unito.

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI