Cerca nel blog

sabato 12 novembre 2016

L'igiene urbana green è protagonista a Ecomondo: presentato il 1° Bilancio di Sostenibilità di Gorent SpA

Ecosostenibilità, innovazione e competitività: questi i valori guida che hanno permesso a Gorent SpA, nata a Firenze nel 2002, di divenire la società leader in Italia nel settore del noleggio di mezzi a basso impatto ambientale per l'espletamento dei servizi di igiene urbana, emersi dal suo primo Bilancio di Sostenibilità presentato lo scorso 9 Novembre a Ecomondo, la Fiera Internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile.


Con oltre 100 clienti pubblici e privati, Gorent SpA conta ad oggi una flotta di 830 mezzi moderna ed ecosostenibile, con un'età media inferiore ai 3 anni, composta principalmente da veicoli Euro 6 (77%), a metano, ibridi ed elettrici, come il quadriciclo a emissioni zero Free Duck per lo spazzamento urbano di aree pedonali e centri storici.

"Con l'adozione del Bilancio di Sostenibilità, redatto secondo le Linee Guida del Global Reporting Initiative - dichiara Furio Fabbri, Presidente e Amministratore delegato di Gorent - intendiamo non solo analizzare i risultati ottenuti rispetto a responsabilità economica, sociale e ambientale d'impresa e i progetti futuri nella totale trasparenza e professionalità, ma anche definire le strategie aziendali e valorizzare i nostri asset, migliorando la comunicazione e i rapporti con il territorio. Per Gorent è fondamentale rispondere alle esigenze dei clienti in materia di noleggio di veicoli per l'igiene urbana, ma al tempo stesso rispettare l'ideale patto stretto con le future generazioni, ovvero creare valore competitivo sul mercato rispettando l'ambiente".

Responsabilità economicaNel 2015 i ricavi netti di vendita della società ammontano a oltre 15,7 milioni di euro (+12% rispetto al 2014). 
I ricavi provengono per circa il 75% da contratti di noleggio a breve o a lungo termine e per il restante 25% dalla vendita di veicoli di fine flotta. 
I ricavi complessivi per il noleggio sono cresciuti rispetto al precedente esercizio del 6%, mentre i proventi della vendita dei mezzi usati, fuoriusciti dalla flotta di noleggio, hanno registrato un incremento di oltre l'80%.
Relativamente alla ridistribuzione del valore aggiunto, il 16% è stato ridistribuito agli istituti finanziari e banche per l'ammortamento degli investimenti, il 58% per i costi del personale, il 26% nei confronti della Pubblica Amministrazione attraverso le imposte.

Responsabilità socialeIl principale sviluppo raggiunto dalla società è l'occupazione del personale direttamente impiegato, che nel 2015 è passato da 18 a 28 unità (57% uomini, 43% donne), tutte con contratto di lavoro stabile e per il 72% con un'età inferiore ai 50 anni. 
Il 93% delle risorse possiede la qualifica di impiegato, il 3,5% di dirigente e il 3,5% di amministratore. 
Il livello più basso di inquadramento è il 4°, su un contratto che prevede livelli dal 1° al 7°, e l'84% dei contratti è compreso dal livello quadro al 3° livello. Il 58% del valore aggiunto è stato ridistribuito in costi per il personale.

Alla base delle linee strategiche adottate, l'aggiornamento professionale e l'incremento di know-how: la gestione delle risorse e la loro formazione continua vengono monitorate con il Sistema di Gestione Qualità-Ambiente, che nello stesso anno ha registrato l'erogazione di 4 ore di formazione pro-capite in "Competenze e comportamenti manageriali", "Qualità" e "Ambiente e Sicurezza".
Il pieno rispetto delle normative in merito alla salute e alla sicurezza sui luoghi di lavoro del personale (D.Lgs. 81/08 e s.m.i.) ha permesso di garantire un indice infortunistico pari a 0, non essendosi verificati infortuni né malattie professionali su dipendenti o ex dipendenti.



Gorent ha applicato il metodo MBO (Management By Objectives), una valutazione del personale basata sui risultati raggiunti a fronte di obiettivi prefissati, che ha permesso ai dipendenti di usufruire una volta all'anno in busta paga di un premio, proporzionale al risultato ottenuto.

Responsabilità ambientaleGorent è la prima azienda ad aver applicato lo standard Product Carbon Footprint alla gestione della flotta: il calcolo delle emissioni di CO2eq lungo l'intero ciclo di vita del servizio (LCA), rispetto al quantitativo dei rifiuti trasportati, dei km percorsi e alla tipologia di veicolo, le ha permesso di ottenere la certificazione di conformità ISO 14067, sulla base degli standard internazionali di riferimento per gli studi LCA - norme ISO 14040 e ISO 14044, e di attuare un piano per le riduzione delle emissioni di CO2eq con interventi gestionali e tecnologici mirati all'ottimizzazione dei costi.

Le uniche emissioni in atmosfera sono legate all'uso dei veicoli dati in noleggio ai clienti, su cui l'azienda pone un controllo mediante l'installazione, sulla quasi totalità dei veicoli, del dispositivo satellitare ECOFLOT, in grado di comunicare i dati del mezzo, lo stato operativo, il consumo di carburante, le ore di presa di forza e i km percorsi.

Il Sistema di Gestione Ambientale, implementato da Gorent SpA in accordo alla norma UNI EN ISO 14001 ha registrato nel 2015 importanti riduzioni dell'impatto ambientale del parco mezzi: rispetto al 2013, -10,28% di gr CO2eq /Ton*km RSU per i veicoli leggeri (portata 5-6 mc), -35,98% per i veicoli medi (portata 7-18 mc) e -8% per i veicoli pesanti (oltre 18 mc). 
Se si confrontano le emissioni totali di CO2 riferite all'anno 2013, a parità di flotta, si evidenzia nel 2015 una riduzione di CO2eq di circa 2.690 tonnellate.

Piano Strategico 2016-2018Per sviluppare un business ecosostenibile, Gorent SpA ha adottato un piano strategico di gestione ambientale che prevede, tra i principali interventi: specifiche di Green Public Procurement - GPP per i veicoli, le relative attrezzature e manutenzione; un piano di riduzione della CO2 in accordo con lo studio sulla Carbon Footprint; corsi di formazione sugli stili di guida ecosostenibili per i clienti e sul tema dell'ecosostenibilità per il personale interno; standard tecnici per ottimizzare la raccolta differenziata e audit presso i fornitori.


Rimini, 12 novembre 2016


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI