Cerca nel blog

mercoledì 30 marzo 2016

Trivelle, continua il silenzio mediatico sul Referendum del 17 Aprile



Referendum: a meno di 20 giorni dal voto del 17 Aprile continua il silenzio mediatico.


Queste le iniziative in programma in tutto il Piemonte.


A meno di 20 giorni dal 17 Aprile continua il silenzio mediatico sul referendum. È sempre più importante, quindi, far sentire il più possibile e in ogni modo le ragioni del SÌ.


Anche per questo la nostra campagna è sempre più ricca di manifestazioni, eventi ed iniziative volte ad informare la popolazione sulla necessità di difendere i nostri mari e dare un chiaro segnale politico a favore della produzione di energia da fonti rinnovabili e il più possibile svincolata dalle lobby delle società petrolifere.


Queste le prossime tappe della campagna per il SÌ al referendum.


Torino - Mercoledì 30 marzo, ore 21

Riunione Comitato Torinese

Presso Officine Corsare, Via Pallavicino 35


Ivrea (TO) - Sabato 2 aprile, 9

Banchetto distribuzione materiale informativo

Presso Porta Vercelli


Saluzzo (CN) - Sabato 2 aprile, ore 10

Banchetto distribuzione materiale informativo

Presso area mercatale


Casale Monferrato (AL) - Sabato 2 aprile, ore 16

Banchetto distribuzione materiale informativo

Presso Piazza Mazzini


Cuneo - Sabato 2 aprile, ore 18

Incontro con Piero Lacorazza, Presidente Consiglio regionale della Basilicata

Presso Sala della CIA - Agricoltori Italiani, Piazza Galimberti 1/c


Mondovì (CN) - Sabato 2 aprile, ore 20

Incontro con Piero Lacorazza, Presidente Consiglio regionale della Basilicata

Presso Sala delle Conferenze, Corso Statuto 11/d


Alessandria - Sabato 2 aprile

Banchetto distribuzione materiale informativo

Presso Piazza Garibaldi e Piazzetta della Lega


Torino - Domenica 3 aprile, ore 11

Banchetto distribuzione materiale informativo

Presso Piazza Castello, Musei del Polo Reale, Mole Antonelliana


Saluzzo (CN) - Domenica 3 aprile, ore 8.30

Banchetto distribuzione materiale informativo

Presso Piazza Cavour in occasione della Mezza Maratona


Ivrea (TO) - Domenica 3 aprile, 9

Banchetto distribuzione materiale informativo

Presso Festa della Primavera, Parco della Polveriera






Segui gli aggiornamenti su:


https://www.facebook.com/VotaSiperFermareLeTrivellePiemonte



--
www.CorrieredelWeb.it

Lo sviluppo sostenibile tra corretta informazione e coinvolgimento degli stakeholder


Il dibattito sul glifosato e il futuro dell'agricoltura sostenibile

 

Mentre l'UE rinvia la decisione sull'autorizzazione per l'uso del glifosato, nel dibattito tra industria farmaceutica e associazioni ambientaliste si delinea il futuro dell'agricoltura sostenibile.

 

Il glifosato è cancerogeno? Intervista a Fiorella Belpoggi, Direttrice dell'Istituto Ramazzini di Bologna

 

A poche settimane dal rinvio dell'Unione Europea della decisione sul rinnovo dell'autorizzazione di uso e commercio del glifosato, abbiamo incontrato Fiorella Belpoggi, attuale Direttrice del Centro di Ricerca sul Cancro Cesare Maltoni (Istituto Ramazzini), che sta conducendo degli studi su questa sostanza. La linea da seguire, secondo Belpoggi, dovrebbe essere il finanziamento di nuovi studi che possano portare a dati concreti, e solo successivamente prendere una decisione.

 

Autorizzazione integrata ambientale: dal Ministero dell'Ambiente le ultime istruzioni operative

 

La direttiva del 16 dicembre 2015, n. 274, pubblicata sul sito web del MATTM, chiarisce come condurre le istruttorie


Il futuro del riciclo in Italia: dai rifiuti organici al biometano


Il CIC presenta in Europa l'eccellenza italiana della gestione dei rifiuti, mentre le politiche energetiche e industriali basate sul biometano stentano ancora a decollare per via di lacune normative.


Moda e sostenibilità: vestire green è possibile

 

Nel tessile si usano troppe sostanze tossiche che inquinano e sono pericolose per la nostra salute. Vestire più green e sicuri è possibile. Camera Nazionale della Moda Italiana ha pubblicato le linee guida sui requisiti eco-tossicologici per gli articoli di abbigliamento, pelletteria, calzature e accessori.

 

Nonsoloambiente lancia una survey sul sistema dei bandi di finanziamento

 

Nonsoloambiente lancia una survey volta ad indagare quanto il tessuto imprenditoriale nel nostro Paese conosca e abbia confidenza con il sistema dei bandi di finanziamento.

 


Nonsoloambiente è un progetto di MGP & Partners
viale Montenero 17 - 20135 Milano





--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 29 marzo 2016

Grande partecipazione al “Think Green Act Tech Day”

Oltre 70 aziende, provenienti da ogni regione d'Italia hanno partecipato, lo scorso mercoledì 23 marzo,  al "Think Green Act Tech Day" organizzato da ASSIOT – Sistemi di Trasmissione Movimento e Potenza, Associazione Italiana Costruttori Organi di Trasmissione ed Ingranaggi e ASSOFLUID, Associazione Italiana dei Costruttori ed Operatori del Settore Oleoidraulico e Pneumatico.


La giornata, ospitata da Bonfiglioli presso il Polo della Meccatronica di Rovereto, era dedicata alla rassegna dei processi, dei prodotti e delle tecnologie per la trasmissione e il controllo del movimento e della potenza che permettono l'utilizzo più efficiente delle risorse e dell'energia.


Il tema dell'ecosostenibilità, filo conduttore del Think Green Act Tech Day, ha caratterizzato gli interventi dei relatori, con focus sul processo produttivo e sul contributo della componentistica, fino ad affrontare l'efficienza dell'intero sistema produttivo.


Il risparmio energetico e l'abbattimento dell'impatto di questo tipo di attività rappresentano argomenti di sicuro interesse, come testimonia la risposta delle 70 imprese italiane, attive in questo ambito, che hanno scelto di dedicare una giornata alla formazione e all'acquisizione di competenze che poi potranno condividere in azienda.


L'evento ha visto la partecipazione di Tomaso Carraro, presidente ASSIOT e di Domenico Di Monte, presidente ASSOFLUID, che hanno sottolineato l'importanza dell'ecosostenibilità all'interno dei processi produttivi.


Molto seguiti gli interventi dei relatori che hanno affrontato i numerosi aspetti del tema centrale: dalle diverse tecnologie adottabili per un risparmio di energia, all'industria 4.0, dalle progettazione meccatronica come fattore chiave per l'efficienza energetica in automazione al conseguente vantaggio competitivo, agli interventi per aiutare le PMI nell'adozione di buone pratiche per una tecnologia ecosostenibile.


In mattinata si sono confrontati con i partecipanti: Ezio Copaloni di Tyrolit SRL, Ralf Bechlenberg di Klingelnberg Italiana SRL, Enrico Landi di Samp SPA, Alessandro Massola di Schaeffler Italia SRL, Corrado Tamiozzo di Metal Work SPA, Marco Bertoldi di Bonfiglioli Riduttori SPA, Marco Benincasa e Giampaolo Giacomozzi di Varvel SPA e  Ivan Saltini di Kisssoft.


I lavori sono ripresi nel pomeriggio, dopo una pausa pranzo che è stato anche momento di networking, con gli interventi di Carlo Gorla del Politecnico di Milano, Alberto Consani di Intelli3C Srl, Gruppo Innovatec SpA e Massimo Beccarello Vicedirettore Politiche Industriali di Confindustria.

 

Al termine degli interventi i partecipanti sono stati accompagnati da Trentino Sviluppo alla scoperta delle diverse attività del Polo e delle sue prospettive.



--
www.CorrieredelWeb.it

OSSERVATORIO GOOD ENERGY AWARD 2016. Start up e ambiente:quando la sostenibilità energetica è buon business

ARRIVA A ROVERETO: OSSERVATORIO GOOD ENERGY AWARD 2016
START UP E AMBIENTE: QUANDO LA SOSTENIBILITA' ENERGETICA DIVENTA BUSINESS

A Progetto Manifattura di Rovereto, esperienze a confronto e testimonianze "green" per trasformare il proprio business il prossimo 7 aprile, con i professionisti del colosso Bernoni Grant Thornton.




Rovereto 29 marzo 2016 – Si terrà il prossimo 7 aprile, presso gli spazi di "Progetto Manifattura - Green Innovation Factory" di Rovereto, la giornata promossa da Bernoni Grant Thornton, in collaborazione con Trentino Sviluppo, per la presentazione dell'Osservatorio annuale Good Energy Award.

Al centro dell'incontro le esperienze e le testimonianze di chi ha saputo fare della sostenibilità energetica uno strumento di business, capace di ridurre i costi e migliorare la marginalità, oltre ovviamente essere una scelta di responsabilità sociale e di rispetto per l'ambiente. Ospiti a Rovereto i candidati delle prime sei edizioni dei Good Energy Award, il premio ideato da Bernoni Grant Thornton, storica realtà nazionale di consulenza fiscale, societaria e di advisory. Si tratta del primo riconoscimento pensato in Italia per premiare quelle aziende che hanno avuto il coraggio di investire in un mercato innovativo, non tradizionale, in modo responsabile verso l'ambiente, l'economia e il territorio.

L'evento, organizzato in collaborazione con Trentino Sviluppo, si terrà in un luogo d'eccezione: gli spazi di "Progetto Manifattura - Green Innovation Factory" a Rovereto, spazio "chiave" della green economy, nato per iniziativa della Provincia autonoma di Trento che ha trasformato la storica Manifattura Tabacchi in un centro d'innovazione industriale nei settori dell'edilizia ecosostenibile, dell'energia rinnovabile, delle tecnologie per l'ambiente e della gestione delle risorse naturali. Oggi Manifattura ospita cinquanta imprese-start up, un fab lab, centri di ricerca e una piattaforma di supporto composta di servizi, consulenze e infrastrutture specializzate.

Nel corso dei lavori i professionisti di Bernoni Grant Thornton illustreranno anche le opportunità derivanti dalle ultime modifiche legislative del settore, tra le quali il credito di imposta per attività di R&D collegate al miglioramento dei processi volti a ottenere gli obiettivi di efficienza energetica e di crescita sostenibile, la disciplina sul punto introdotta dal DM del 27 maggio 2015 e dalla legge di stabilità 2015, nonché i programmi regionali di incentivazione alla crescita sostenibile e la politica della Unione Europea in tema di investimenti ambientali.

***
Fondato da Giuseppe Bernoni nel 1961,il gruppo, associazione tra professionisti, vanta oltre 50 anni di esperienza nella consulenza tributaria e societaria, nazionale e internazionale, nell'outsourcing e nell'advisory. Member firm di Grant Thornton International Ltd, dispone di un team di specialisti – presenti a Milano, Roma, Padova e Trento – al servizio dei progetti e per la risoluzione dei problemi di aziende italiane e straniere.

La Provincia autonoma di Trento ha costituito Progetto Manifattura nel 2009 tramite la propria agenzia per lo sviluppo territoriale Trentino Sviluppo SpA. Progetto Manifattura è un'iniziativa che sta trasformando la storica Manifattura Tabacchi di Rovereto in un centro di innovazione industriale nei settori dell'edilizia ecosostenibile, dell'energia rinnovabile e delle tecnologie per l'ambiente. Nei nove ettari del sito, dismesso a fine 2008, imprese, centri di ricerca, strutture di formazione e pubblica amministrazione saranno stimolati ad integrare le proprie attività per porsi come riferimento a livello nazionale ed europeo nel settore delle clean tech.

Progetto Manifattura riflette l'impegno di un territorio, il Trentino, che investe ingenti energie e risorse sui temi dello sviluppo sostenibile. La volontà che esprime è quella di portare nuova vita nella vecchia fabbrica roveretana, in un ambiente disegnato per ispirare innovazione e creatività, promuovendo i principi di una crescita sostenibile in termini ambientali, sociali ed economici.

http://progettomanifattura.it/




--
www.CorrieredelWeb.it

GREENPEACE: “RENZI NON INGANNI GLI ITALIANI, IL GOVERNO STA AFFOSSANDO LE RINNOVABILI PER FAVORIRE TRIVELLE E PETROLIERI”

In riferimento all'intervento odierno del premier Matteo Renzi sul ruolo delle energie rinnovabili in Italia, Andrea Boraschi, responsabile della campagna Energia e Clima di Greenpeace dichiara:

«Renzi ha una gran faccia tosta a parlare di rinnovabili. Mentre invita gli italiani a disertare un referendum nazionale, schierandosi dalla parte dei petrolieri, non manca di vantarsi dei traguardi di un settore che il suo governo sta invece mettendo in ginocchio. Nel 2012 in Italia erano entrati in esercizio quasi 150 mila nuovi impianti fotovoltaici: nel primo anno dell'era Renzi sono stati appena 722. L'anno scorso nel solo settore eolico si sono persi 4000 posti di lavoro».

Secondo il rapporto "Rinnovabili nel mirino" recentemente pubblicato da Greenpeace, il governo Renzi è riuscito a ostacolare le energie rinnovabili in tutti i modi: cambiando in corsa contratti già sottoscritti con lo "Spalma incentivi", modificando la tariffa elettrica per frenare il risparmio energetico e finendo per causare un aumento delle nostre bollette, bloccando i piccoli impianti domestici, specialmente quelli fotovoltaici.

Nel frattempo gli incentivi ai combustibili fossili aumentano. Come riporta il Fondo monetario internazionale, nel 2014 l'Italia ha regalato alle fonti sporche 13,2 miliardi di dollari, un dato addirittura in crescita rispetto ai 12,8 miliardi del 2013. In Germania confermano incentivi per le fonti rinnovabili per oltre 23 miliardi, in Italia le penalizziamo con incentivi che non superano gli 11 miliardi.

«Renzi è chiaramente dalla parte delle lobby fossili, non inganni gli italiani. È insopportabile che si faccia vanto persino dei nostri primati sulle rinnovabili, quando ci sono migliaia e migliaia di lavoratori del settore che hanno perso l'impiego a causa delle sue politiche anti-rinnovabili. La verità è che a Renzi le rinnovabili piacciono solo quando si fanno all'estero: in Italia disturbano gli interessi delle lobby fossili», conclude Boraschi.



--
www.CorrieredelWeb.it

Etica delle imprese e lavoratori

Acquisti & Sostenibilità - Organizzazione NON-PROFIT
Via Sanzeno, 34 - 00135 Roma (RM) e Via E. Torricelli, 44 - 20831 Seregno (MB) - Italy
T. +39 0362 330516 - F. +39 0362 330516 - info@acquistiesostenibilita.org - www.acquistiesostenibilita.org
2016 © Acquisti & Sostenibilità
Tutti i diritti riservati



--
www.CorrieredelWeb.it
Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI