Cerca nel blog

giovedì 22 giugno 2017

Comuni Ricicloni: Assobioplastiche premia la Gdf-Nucleo Tutela Intellettuale e Arpa Umbria

Risultati immagini per Comuni Ricicloni: Assobioplastiche premia la Gdf-Nucleo Tutela Intellettuale e Arpa Umbria

Roma, 22 giugno 2017 – Nell’ambito della XXIV edizione di Comuni Ricicloni, il  concorso di Legambiente patrocinato dal Ministero per l'Ambiente che premia le comunità locali, gli amministratori e i cittadini che hanno ottenuto i migliori risultati nella raccolta e gestione dei rifiuti, quest’anno Assobioplastiche conferisce il suo premio alla Guardia di Finanza-Nucleo Speciale Tutela Proprietà Intellettuale e ad Arpa Umbria.

Il riconoscimento è stato consegnato oggi da Maurizio Sberna, Consigliere di Assobioplastiche, al colonnello Vincenzo Tuzi e all’ispettore Vincenzo Gargiulo per la Guardia di Finanza-Nucleo Speciale Tutela Proprietà Intellettuale  e al direttore di Arpa Umbria Donatella Bartoli; la cerimonia di premiazione ha avuto luogo nel corso della IV edizione di “Ecoforum-L’economia circolare dei rifiuti”, la tre giorni di Legambiente dedicata alle migliori esperienze del settore e all’analisi dei  casi concreti di ostacolo allo sviluppo dell'economia circolare made in Italy.

Le motivazioni dei premi
Guardia di Finanza-Nucleo Speciale Tutela Proprietà Intellettuale
Per aver contribuito - attraverso numerose azioni di accertamento e repressione delle illegalità nel settore dei sacchi asporto merci. L’attività di indagine ha innescato un processo positivo e costruttivo di stimolo per tutti i soggetti interessati alla tutela della salute e dell’ambiente.
L’iniziativa, che è stata sviluppata nell’ambito dell’applicazione della legge 28/2012 sugli shopper, ha sostenuto concretamente il percorso, sfidante, lungimirante e innovativo che l’Italia ha intrapreso in tema di circular economy e chimica verde.

Arpa Umbria
Per aver dato vita - tramite la specializzazione di un’apposita sezione dei propri laboratori – ad uno strumento di sostegno tecnico-operativo-scientifico alle quotidiane campagne di indagine condotte dagli organi accertatori quali Guardia di Finanza, Carabinieri e Comuni al fine di garantire la verifica della corretta applicazione delle norme in materia di sacchi per l'asporto merci e sacchi per la raccolta della frazione organica dei rifiuti urbani.

Secondo Marco Versari, presidente di Assobioplastiche: “L’industria delle bioplastiche, con l’agricoltura a monte e l’industria del compostaggio a valle, costituisce un vero sistema economico in grado di innescare processi di rinascita economica e sociale che significano in primis creazione di posti di lavoro e sviluppo ecosostenibile. Queste capacità, purtroppo, sono gravemente compromesse dallo stato di diffusa illegalità intorno alla legge 28/2012, con la metà dei sacchetti in circolazione fuori norma. Oggi, con questi premi, intendiamo esprimere la gratitudine delle imprese e dei lavoratori della filiera delle bioplastiche al Nucleo Speciale Tutela Proprietà Intellettuale della GDF e ad Arpa Umbria  per il loro impegno a identificare, fronteggiare e contrastare questo fenomeno di illegalità che – secondo i dati Legambiente - comporta una perdita di 160 milioni di euro per l’industria delle bioplastiche, 30 milioni di euro di evasione fiscale, 50 milioni di euro di aggravio dei costi di smaltimento dei rifiuti e ingenti danni all’ambiente e al mare”.

***
Assobioplastiche - Associazione Italiana delle Bioplastiche e dei Materiali Biodegradabili e Compostabili – è stata costituita nel 2011 e rappresenta le imprese operanti, in Italia ed all’estero, nella produzione di polimeri biodegradabili e di prodotti finiti e nella gestione del fine vita dei manufatti realizzati con bioplastiche. Assobioplastiche ha sede a Roma ed è attualmente presieduta da Marco Versari.
www.assobioplastiche.org

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI