Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 27 agosto 2016

Il futuro del trasporto è nel segno della sostenibilità. Scania guida il cambiamento


"Diventare una società maggiormente sostenibile è quanto mai urgente e dovrebbe essere una priorità per tutte le imprese, in ogni settore. Le imprese non possono avere successo in una società che fallisce", ha sottolineato Kofi Annan, l'ex Segretario Generale delle Nazioni Unite intervenuto a Parigi in occasione del Sustainable TransportForum "Driving the Shiftdi Scania

 

Alla presenza di alcuni tra i più influenti decision maker e opinionleader nel campo della sostenibilità, il Forum di Parigi si è focalizzato su come l'industria del trasporto possa aiutare a guidare il cambiamento verso un futuro sostenibile per la società. 


L'obiettivo di Scania è quello di essere leader nella transizione verso un sistema di trasporto sostenibile e il Sustainable TransportForum è stata l'occasione per mostrare come il mondo possa passare da accordi ad azioni a livello globale. 

 

"Dobbiamo piegare la curva delle emissioni di CO2 a livello globale entro 4 anni, e poi continuare a ridurre rapidamente le emissioni per arrivare ad avere un'economia mondiale priva di combustibili fossili entro il 2050. A mio parere non si tratta più di capire se l'umanità si muoverà in una direzione sostenibile, ma di comprendere se riusciremo a farlo abbastanza rapidamente. Il settore dei trasporti svolge un ruolo vitale nel processo di trasformazione che deve avvenire", ha evidenziato il Professor Johan Rockström, Direttore dello Stockholm Resilience Centre.

 

L'importanza di agire in modo tempestivo 

Guidati da Rockström, i principali relatori sono stati d'accordo nell'affermare che è urgente passare dalle parole ai fatti e che il vero ed effettivo cambiamento può essere raggiunto solo tramite la cooperazione di tuttle parti interessate. 

 

Kofi Annan, Segretario Generale delle Nazioni Unite dal gennaio 1997 al dicembre 2006, ha illustrato la sua visione su come si possa ispirare all'azione e dare vita ad un vero cambiamento per la società. Ha dichiarato inoltre di essere convinto che i presupposti perché questo accada siano già presenti. 

 

"L'Accordo di Parigi sul cambiamento climatico e l'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile sono dei considerevoli passi avanti e creano un obiettivo comune, che deve divenire al più presto una priorità per tutte le imprese in tutti i settori", ha evidenziato Annan"Le imprese non possono avere successo in una società che fallisce". 

"Gli sviluppi tecnologici consentono alle imprese di non dover più scegliere tra crescita economica e sostenibilità – possiamo averle entrambe", ha affermato Annan e ha aggiunto: "Solo le promesse che vengono mantenute sono promesse che valgono".

 

Il successo della cooperazione nella sostenibilità

Enfatizzando il ruolo delle imprese nella creazione di una società più sostenibile, Georg KellDirettore esecutivo e Fondatore del Global Compact delle Nazioni Unite e Andreas Renschler, membro del Consiglio di Amministrazione di Volkswagen AG e 

CEO di Volkswagen Truck & Bus GmbH, concordano sulla necessità che l'industria, la società e la politica collaborino.

 

"Dobbiamo mobilitare la comunità imprenditoriale globale come mai è stato fatto prima d'ora. Le imprese sono nella migliore posizione, sia dal punto di vista economico che tecnologico, per adottare nuovi modelli di produzione e consumo. Devono passare dall'essere reattive all'essere proattive. È un grande cambiamento, che segna la storia del Global Compact dalla sua fondazione", ha evidenziato Kell

 

Secondo Renschler, che ricopre anche la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione di Scania, il settore dei trasporti è uno dei protagonisti principali nel dibattito sul clima ed è anche responsabile di intraprendere la strada verso una trasformazione epocale per mezzo della connettività. 

 

"Grandi sfide si pongono davanti a noi. Così come grande è il potenziale che si accompagna alla rivoluzione digitalePer sfruttare appieno questo enorme potenziale è necessaria sia un'innovazione costante che la volontà di cambiamento. Ma soprattutto, è necessario che settori ed industrie si impegnino a collaborare tra loro", ha sottolineato Renschler

 

È fondamentale rispettare gli accordi sulla sostenibilità di Parigi

Nel corso della tavola rotonda, Anna Johansson, Ministro delle infrastrutture svedese; Olivier Capron, Direttore dei trasporti per Carrefour a Parigi; Johan Karlström, Amministratore Delegato di Skanska; e Libertad Martinez, Social e Cultural Manager della compagnia di trasporto colombiana SI99, hanno concordato sul bisogno di una profonda collaborazione, al fine di mantenere gliaccordi sulla sostenibilità di Parigi siglati lo scorso anno. 

 

Nel suo discorso al Sustainable Transport ForumHenrik Henriksson, Presidente e Amministratore Delegato di Scania, ha ricordato che il trasporto di beni e di persone è la linfa vitale della crescita economica e dello sviluppo sociale. Gioca un ruolo essenziale nel dare alla luce la visione di una società più sostenibile e nel trasformare le promesse collettive in azioni.

 

"Crediamo che eliminare gli sprechi dal sistema sia ciò che cambierà le regole del gioco nel nostro settore, sia che si tratti di sprechi di spazio, tempo o energia", ha sottolineato Henriksson, e ha aggiunto: "Il trasporto è uno dei campi in cui la rivoluzioneindustriale si sta muovendo più velocemente e Scania sta già investendo ingentemente in quest'area".

 

I veicoli connessi sono la chiave per ridurre gli sprechi

Con più di 200.000 veicoli connessi, Scania possiede la più grande flotta connessa del settore. I dati da essa raccolti dimostrano come i veicoli pesanti viaggino con una media del 60% della loro capacità di carico. 

 

È qui che l'impegno di Scania nel ridurre gli sprechi passa ad un livello successivo, utilizzando i dati dei veicoli connessi eidentificando gli sprechi e le inefficienze, attraverso dati real-time e migliorando il flusso di beni in tutti i sistemi di trasporto. 

 

Per concludereHenrik Henriksson ha affermato: "Sono impegnato in prima persona per far sì che Scania assuma il ruolo di leader nel guidare il cambiamento verso un sistema di trasporto più sostenibile. Siamo convinti che si tratti di ridefinire il ruolo del settore detrasportiÈ questo l'obiettivo di Scania!"



--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 25 agosto 2016

Regione dell’Umbria, Città di Perugia, Moovit e Busitalia – Sita Nord insieme: Tutta la mobilità dell’Umbria a portata di smartphone

 Informazioni sulle linee urbane ed extraurbane di Perugia, Terni, Assisi, Foligno, Spoleto, Città di Castello e Orvieto, gestite da Busitalia Sita Nord - Direzione Regionale Umbria, per viaggiare in tutta l'Umbria con la app Moovit. 
 
Perugia, 25 agosto 2016 – Moovit, l'app più utilizzata al mondo per il trasporto locale, ha oggi siglato un accordo con la Regione dell'Umbria, la Città di Perugia e l'azienda Busitalia, per rendere disponibili sulla app, utilizzata da 3 milioni di italiani in 86 città, le informazioni di viaggio delle linee urbane ed extraurbane di Perugia, Terni, Assisi, Foligno, Spoleto Città di Castello e Orvieto, gestite da Busitalia nella Regione Umbria.
L'accordo è stato presentato nel corso di una conferenza stampa congiunta a Palazzo dei Priori, alla presenza dell'Assessore al Commercio, Artigianato e Mobilità del Comune Cristiana Casaioli, del Country Manager di Moovit in Italia Samuel Sed Piazza, del Direttore di Esercizio di Busitalia Alessio Cinfrignini e del Responsabile Movimento per Busitalia Tino Chiappini.
Sono disponibili su Moovit, nell'area della app "Perugia e Umbria", tutte le informazioni su percorsi e orari della rete di trasporto urbano gestita da Busitalia nelle città di Perugia, Terni, Assisi, Foligno, Spoleto, Città di Castello e Orvieto. Sono inoltre disponibili i collegamenti bus extraurbani che coprono tutta l'Umbria e le linee di navigazione del Lago Trasimeno e gli impianti di mobilità alternativa (ascensori e scale mobili). Su Moovit è inoltre possibile trovare gli orari della Minimetrò, che collega la periferia ovest di Perugia con la stazione e il centro storico.

"Siamo orgogliosi di collaborare con la Regione Umbria, la Città di Perugia e Busitalia, e diamo il benvenuto alla mobilità dell'Umbria all'interno di Moovit" – ha detto Samuel Sed Piazza, Country Manager per l'Italia di Moovit, nel presentare la app – "Il nostro obiettivo è portare in tutte le Regioni d'Italia il nostro servizio, gratuito e capillare, avvicinando più utenti ai mezzi pubblici e rendendo le nostre città più smart e al tempo stesso più vivibili. Moovit è impegnata in tutta Italia al fianco delle autorità per migliorare la comunicazione con gli utenti del trasporto: utilizzando Moovit come canale di comunicazione, le aziende esercenti il servizio possono comunicare direttamente con la community di utilizzatori della app, contribuendo a migliorare le informazioni di viaggio e a soddisfare le esigenze di infomobilità di cittadini e turisti."
"Ringraziamo Moovit e Busitalia, che hanno collaborato sinergicamente per rendere possibile questo traguardo - ha aggiunto l'Assessore alla Mobilità del Comune di Perugia Cristiana Casaioli - volto non solo a migliorare l'esperienza di viaggio delle persone che ogni giorno si spostano con i mezzi per motivi di lavoro e studio, ma anche a incentivare l'uso del mezzo pubblico tra i turisti, favorendo uno spostamento più sostenibile a livello di tutta l'Umbria. Nella nostra città, che è attualmente l'unica in Umbria ad avere un sistema di monitoraggio del sistema di trasporto pubblico, sarà dunque possibile sapere in tempo reale dove si trova il mezzo pubblico, se è in ritardo rispetto agli orari previsti o quanto è distante dalla fermata. Anche i turisti che giungono in Umbria, e che già utilizzano la app in altre città del mondo, potranno ricevere direttamente sullo smartphone notifiche e aggiornamenti in tempo reale su eventuali modifiche di servizio, deviazioni di corse e potenziamenti di linee. Moovit –ha proseguito l'Assessore- arriva a Perugia in un momento per noi di grande impegno sulla mobilità, nel quale stiamo ripensando il modo di muoversi in città con il nuovo PUMS che dovrà essere approvato nel 2017. Non potevamo certo farci sfuggire proprio adesso un'occasione come questa da portare nella nostra città per soddisfare le esigenze di mobilità degli utenti."
"Il nostro obiettivo è farci trovare sempre, da chi usa i mezzi pubblici quotidianamente per studio o lavoro, ma anche da chi li usa per muoversi nel tempo libero e per turismo, perché il nostro cliente è sempre più tecnologico e connesso" – ha detto Alessio Cinfrignini, Direttore di Esercizio Gomma Busitalia Direzione Regionale Umbria – "Grazie all'accordo con Moovit, Busitalia allarga i propri confini offrendo la possibilità di programmare in tempo reale spostamenti sostenibili in tutta l'Umbria. Anche dall'estero, chi prepara il suo viaggio in Italia o nella nostra Regione, troverà tutti i riferimenti per un servizio efficiente e capillare".
Alla conferenza è intervenuto anche Francesco Cesarini, in rappresentanza dell'Associazione Idee in Movimento, che ha collaborato all'arrivo di Moovit a Perugia e in Umbria e che ha voluto sottolineare l'importanza dello strumento per la comunità studentesca della città.
Il Sindaco di Perugia Andrea Romizi e il dott. Diego Zurli, Direttore Governo del Territorio e Paesaggio, Protezione Civile, Infrastrutture e Mobilità della Regione Umbria, non presenti in conferenza come previsto a causa dell'impegno nell'ambito del post terremoto, hanno comunque rilasciato le seguenti dichiarazioni al riguardo.
Sindaco Romizi"Ho conosciuto la app Moovit sei mesi fa a un evento sulla mobilità sostenibile e subito mi sono attivato per portare anche a Perugia questo servizio, innovativo e a costo zero per la collettività, che consente di fare un ulteriore passo verso una città sempre più smart. L'Amministrazione di Perugia è da tempo impegnata in un vasto progetto di mobilità sostenibile, per incentivare tutti i mezzi di trasporto a basso impatto ambientale: mezzi pubblici, combustibili alternativi, car sharing e bike sharing elettrico. Con questa collaborazione, riusciamo a fornire un nuovo servizio, a costo zero sia per l'azienda che per i contribuenti, a tutti i cittadini che ogni giorno usano i mezzi pubblici."
Diego Zurli: "Questa applicazione costituisce un   primo importantissimo esempio di tecnologie Smart applicate al trasporto pubblico locale che speriamo possa avere presto ulteriore seguito relativamente ad altri aspetti, quali l'adozione di sistemi di integrazione tariffaria multimodale basato su bigliettazione elettronica, la connessione in tempo reale con i sistemi di infomobilità, ecc. Il Piano Regionale dei Trasporti recentemente approvato, favorisce ed auspica l'impiego crescente di tecnologie Smart, non solo con l'intento di ottimizzare l'impiego delle risorse pubbliche destinate al trasporto pubblico locale o di fornire a cittadini e turisti la massima informazione circa l'offerta dei servizi, ma anche con quello di corrispondere alle esigenze di una domanda sempre più attenta e tecnologicamente evoluta che richiede risposte al passo con i tempi.  Ci auguriamo che tali tecnologie, dopo la necessaria sperimentazione nei comuni maggiori, possano essere gradualmente implementate anche in tutti gli altri". 

Informazioni su Moovit
Moovit è disponibile gratuitamente per iPhoneAndroid e Windows Phone, ed è usata da 45 milioni di persone in più di 1.200 città, in 65 paesi del mondo, in 48 lingue. Il suo funzionamento è semplice perché combina i dati del trasporto (provenienti dalle aziende di trasporto che gratuitamente aderiscono a Moovit, oppure ottenuti grazie al contributo della Community, oppure dagli open data resi disponibili dalle pubbliche amministrazioni) con quelli forniti in tempo reale dagli utilizzatori della app, garantendo a chi viaggia un'istantanea precisa e puntuale sul loro spostamento, con i percorsi più veloci e comodi in base alla destinazione desiderata e senza inutili attese. In Italia, Moovit è diffusa in 86 città, tra cui: Agrigento, Alessandria, Aosta, Bari, Bologna ed Emilia-Romagna, Cagliari e Sardegna, Catania, Cosenza, Firenze, Foggia, Genova, La Spezia e Lunigiana, Lecce, Matera, Milano e Lombardia, Napoli e Campania, Padova, Palermo, Perugia e Umbria, Pescara e Chieti, Pisa e Livorno, Potenza, Reggio Emilia, Roma e Lazio, Sassari, Siena, Siracusa, Taranto, Torino, Trento e Belluno, Trieste e Gorizia, Udine, Venezia.


--
www.CorrieredelWeb.it

UNIONCAMERE VENETO - EUROSPORTELLO | Progetto europeo SULPITER, pianificazione sostenibile della logistica urbana per migliorare il trasporto merci regionale



SULPITER, PIANIFICAZIONE SOSTENIBILE DELLA LOGISTICA URBANA 
PER MIGLIORARE IL TRASPORTO MERCI REGIONALE
Partito il progetto europeo che coinvolge Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna

Venezia, 25 agosto 2016 - Un progetto europeo al servizio delle Pubbliche Amministrazioni per facilitare la governance del trasporto merci urbano in un contesto di sostenibilità ambientale ed energetica. 

Si chiama SULPiTER  – acronimo di Pianificazione sostenibile della logistica urbana per il miglioramento del trasporto merci regionale – ed è stato approvato nell'ambito del primo bando del programma di cooperazione transfrontaliera "Interreg Central Europe 2014-2020" per supportare i policy makers delle aree urbane funzionali di Budapest, Maribor, Brescia, Poznan, Bologna, Stoccarda e Fiume. 

Lo scopo è migliorare la comprensione del fenomeno del trasporto merci in una prospettiva di sostenibilità ambientale ed energetica

SULPiTER, partito a giugno 2016 con un budget di quasi 2,5 milioni di euro, vuole incrementare la capacità delle Pubbliche Amministrazioni a sviluppare ed adottare piani urbani della logistica sostenibile (SULPs).

L'Unione Europea investe ogni anno milioni di euro per progetti di cooperazione sociale e territoriale, ma spesso solo esperti e policy makers sono coinvolti decidendo come investire i soldi. 

Per garantire che le priorità di progetto riflettano i desideri e bisogni del territorio, SULPiTER svilupperà e applicherà strumenti transnazionali per migliorare la comprensione e la governance del trasporto merci urbano e guiderà le autorità nelle loro decisioni politiche, grazie al coinvolgimento di differenti stakeholders privati e pubblici. 

Grazie a sessioni di training, dedicate anche alle istituzioni che non sono partner del progetto, SULPiTER stimolerà cittadini europei e policy makers affinché possano formulare le loro visioni per il futuro. 

Il progetto, di cui Unioncamere del Veneto–Eurosportello è coordinatore per la parte relativa alla Building governance in urban freight, interesserà in Italia Veneto, Emilia Romagna e Lombardia.

SULPiTER introduce nelle politiche per la mobilità l'obiettivo della riduzione del consumo energetico non solo grazie a innovazioni tecnologiche, ma integrandole con le dimensioni del cambiamento organizzativo e del comportamento nel trasporto merci, nella pianificazione territoriale e governance. 

Le aree urbane funzionali studiate (logistica di area vasta) affronteranno sfide comuni come l'aumento dell'intensità e la frammentazione del flusso del trasporto merci, il significativo aumento del traffico nei nodi logistici e multimodali e il rapporto conflittuale tra la mobilità dei passeggeri e il trasporto merci nelle aree urbane funzionali.

Il partenariato transnazionale, oltre a Unioncamere del Veneto – Eurosportello, coinvolge Fondazione Istituto sui Trasporti e la Logistica – coordinatore del progetto, Municipality of 18th District of Budapest, Università di Maribor, Central European Initiative – Executive Secretariat, Brescia Mobilità, Institute of Logistics and Warehousing, Poznan, Città metropolitana di Bologna, Stuttgart Region Economic Development Corporation, Vecses, Rijeka, KLOK Logistics Cooperation Centre, Maribor. 

A questi si aggiungono una serie di partner associati: Regione Emilia Romagna, Municipalità della Città di Budapest, Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento dello sviluppo regionale tecnologico, Comune di Padova, Comune di Venezia, Comune di Treviso, Comune di Brescia, Comune di Bologna, Regione di Stoccarda, Comune di Trieste, Regione Friuli Venezia Giulia, Capodistria. 



--
www.CorrieredelWeb.it

evway partecipa ad ECOdolomites che si terrà dall’8 al 10 settembre in alcune delle località più suggestive delle nostre montagne



Milano, 25 agosto 2016. evway partecipa alla settima edizione di ECOdolomites, di cui è anche sponsor tecnico.

Il giro delle Dolomiti per veicoli elettrici, organizzato da LETSMOVE, in collaborazione con Alperia e con il patrocinio della Provincia Autonoma di Bolzano e dell'UNESCO, si terrà sulle Dolomiti dall'8 al 10 settembre 2016, toccando alcuni degli scenari e dei passi più scenografici delle nostre montagne. Continua così il percorso intrapreso da evway con la partecipazione attiva ad eventi dedicati alla mobilità elettrica e, più in generale, alla mobilità sostenibile.

Alperia ECOdolomites prenderà avvio l'8 settembre alle ore 17.00 con l'arrivo dei veicoli elettrici in Piazza del Municipio a Brunico ed il saluto di apertura delle istituzioni locali, con le informazioni agli Ev-drivers sul percorso e le ricariche delle vetture. Il tour vero e proprio partirà da Brunico la mattina del 9 settembre.

Il tragitto percorrerà oltre 3.000 metri di altitudine e più di 100 km, arrivando a Corvara la sera del 9 settembre per poi ripartire la mattina del 10 settembre, passando, nelle due giornate, per quattro dei passi più scenografici delle Dolomiti - passo Furcia, passo Campolongo, passo Pordoi e passo Sella - e per alcune delle località più belle delle nostre montagne, tra cui Corvara, San Vigilio ed Ortisei.

Visualizza il programma e la road map.

evway powered by Route220 è una piattaforma digitale (sito web + mappa + App), dedicata a chi guida elettrico, che, attualmente, fornisce la mappa professionale più completa a disposizione degli EV-Drivers.

La mappa evway individua, infatti, circa 80.000 punti di ricarica in Europa (2.000 in Italia), di cui oltre 28.000 sono attivabili con App o Key Hanger evway, tool innovativo dotato di RFID interno che permette di accedere facilmente ai punti di ricarica "intelligenti", senza aver bisogno di possedere le tante card dei diversi operatori.

E proprio per promuovere l'intermodalità dei sistemi di ricarica, evway regalerà agli EV-Drivers che parteciperanno al giro sulle Dolomiti, così come, agli utenti che, scaricando la App evway entro il 30 settembre ne faranno richiesta, il proprio Key Hanger.

Oltre a facilitare la ricerca e l'accesso alle charging stations, evway rende il tempo di attesa per la ricarica di veicoli elettrici un'opportunità. L'idea di base è, infatti, che durante la ricarica dei propri veicoli elettrici, si ha a disposizione del tempo che è possibile impiegare e valorizzare. E cosa c'è di meglio delle Dolomiti Alto Atesine per rigenerarsi anche nel fisico?

In questo cambiamento di prospettiva, sottolineato anche dallo slogan "Charge your car, live your life", sta la caratteristica distintiva di evway, che fornisce agli EV-Drivers informazioni puntuali sulle attività disponibili sul territorio e alle imprese locali (centri commerciali, alberghi, ristoranti, o altri luoghi dotati di stazioni di ricarica elettrica) un momento di promozione e visibilità.

Qualunque sia il motivo dello spostamento, vacanza, lavoro o vita quotidiana, evway diventa quindi un utile strumento di supporto e pianificazione di viaggio, offrendo, attraverso un'unica App, informazioni congiunte sulla presenza dei punti di ricarica e le altre attività contestualmente disponibili.

Scarica le foto e il video evway dedicati a Ecodolomites


About evway, powered by ROUTE220 SpA
Route220 (www.route220.it) è la start up innovativa fondata nel 2014 con l'obiettivo di migliorare l'esperienza degli utenti di veicoli elettrici, fornendo loro, attraverso la piattaforma digitale evway, servizi innovativi per la e-mobility e per il viaggiatore responsabile.



evway, disponibile via web (www.evway.net) e via App (www.evway.net/it/scarica-app.html), fornisce, inoltre, una mappatura completa e interattiva di tutte le stazioni di ricarica per mezzi elettrici, in Italia e in Europa.









--

www.CorrieredelWeb.it
Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI