CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news sull'Eco-Sostenibilità

Le ultime notizie di AlternativaSostenibile.iy

Cerca nel blog

giovedì 12 dicembre 2019

Greta Thunberg a Torino: Canavesio (Environment Park) "E' compito delle istituzioni e del tessuto imprenditoriale incanalare e supportare l'entusiasmo dei più giovani per nuove politiche di sostenibilità"

Di seguito la dichiarazione di Davide Canavesio, AD di Environment Park, in merito alla partecipazione di Greta Thunberg al "Friday for Future" di domani a Torino

 

 

"La presenza di Greta a Torino significa molto per la nostra città, una delle più attive in Italia e in Europa per le politiche e le iniziative legate ai temi della sostenibilità ambientale – Ha dichiarato Davide Canavesio, Amministratore Delegato di Environment Park L'esempio di Greta dimostra come nei più giovani ci sia un'attenzione nuova e più profonda nei confronti del nostro pianeta e della sua futura sopravvivenza.  Spesso però manca la giusta comunicazione tra le giovani generazioni e il mondo industriale. C'è un'incomunicabilità di base che deve essere affrontata e risolta in modo che questi due mondi interagiscano e collaborino in modo concreto per il bene di tutti quanti. Un percorso di condivisione che deve partire dalle istituzioni, così come dalle realtà imprenditoriali attente all'ambiente come Environment Park: loro è il compito di incanalare questo patrimonio di entusiasmo e supportare questa sensibilità, in modo che gli errori commessi in passato non vengano ripetuti e ci sia una visione collettiva sempre più rivolta alla ricerca di soluzioni innovative per contrastare i cambiamenti climatici".

domenica 8 dicembre 2019

Sostenibilità, parte la Campagna di Altroconsumo "Adotta un albero"

SOSTENIBILITA', PARTE LA CAMPAGNA DI ALTROCONSUMO "ADOTTA UN ALBERO"

Altroconsumo si impegna a creare, in collaborazione con Treedom, una foresta che accoglierà 10.000 alberi

Campagna televisiva RAI e una serata cinematografica a sugellare l'impegno dell'Organizzazione sui temi ambientali

In vista del Natale, al via anche "Vantaggi Extra" che prevede una serie di sconti e promozioni

 

Milano, dicembre 2019 – Mancano poche settimane al Natale e proprio in questi giorni gli italiani sono alle prese con gli addobbi del tradizionale albero. E proprio gli alberi sono protagonisti della nuova Campagna di Altroconsumo che parte oggi ed è basata sull'impegno dell'Organizzazione sui temi relativi alla sostenibilità ambientale.

Da oggi, infatti, grazie alla collaborazione con Treedom - l'unica piattaforma web al mondo che permette di piantare un albero a distanza e seguirlo online - i soci Altroconsumo potranno adottare simbolicamente e in maniera gratuita un albero. L'obiettivo finale è la realizzazione di una foresta di 10.000 alberi. I FAN Altroconsumo (basta registrarsi sul sito www.altroconsumo.it), invece, avranno la possibilità di usufruire di uno sconto del 30% per piantarne o regalarne uno. Questa attività contribuirà a finanziare direttamente piccoli progetti agro-forestali con lo scopo di apportare benefici ambientali e sociali. La filosofia dell'iniziativa è quella di dare a migliaia di contadini l'opportunità di farsi finanziare la piantumazione di alberi da frutto o alberi utili all'ecosistema locale. Tutti gli alberi vengono infatti piantati in paesi o realtà dove hanno anche un'utilità sociale. Un'iniziativa che si pone obiettivi in termini di benefici ambientali come ad esempio l'assorbimento CO2 a livello globale ma anche benefici sociali ed economici alle comunità coinvolte nel progetto.

 

Al via una nuova Campagna Adv sui canali RAI

A sugellare l'impegno dell'Organizzazione dei consumatori, dall'8 al 21 dicembre partirà una nuova Campagna pubblicitaria sulle reti RAI (agenzia creativa Pic Nic) che vedrà protagonista l'iniziativa organizzata in collaborazione con Treedom.

"Con questo spot vogliamo far emergere l'impegno di Altroconsumo su temi ambientali e di sostenibilità che da sempre fanno parte dei valori su cui si fonda la nostra Organizzazione" spiega Andrea Altichieri, Responsabile Marketing di Altroconsumo "La Campagna che abbiamo lanciato è particolarmente adatta a questo scopo: in pieno stile Altroconsumo offre una soluzione concreta ad una importante problematica collettiva".

 

A Milano una serata cinematografica con l'attore Neri Marcorè

Il 16 dicembre, in collaborazione con CHILI e HotCorn, è prevista anche una serata cinematografica dedicata ai soci e FAN Altroconsumo che si svolgerà a Milano presso The Space Cinema ODEON in cui sarà proiettato il film "La Fattoria dei nostri sogni", film pluripremiato che racconta la storia vera di una coppia in fuga dalla città per inseguire il sogno di una vita: costruire dal nulla un'enorme fattoria. La proiezione del film sarà anticipata da un'intervista a Neri Marcorè, attore attento ai temi ambientali e di sostenibilità.


Arriva "Vantaggi Extra": sconti per soci e FAN

La Campagna Altroconsumo in vista del Natale si sostanzia anche di una serie di vantaggi e sconti a cui è possibile accedere in via esclusiva e per un periodo limitato di tempo per poter sfruttare per i propri acquisti. "Vantaggi Extra" è un nuovo servizio che garantisce a soci e FAN di Altroconsumo di accedere a sconti su numerosi prodotti e servizi, con partner affidabili: dagli elettrodomestici alla carta di credito a condizioni speciali, dalle assicurazioni ai viaggi.



--
www.CorrieredelWeb.it

#ItaliaDelRiciclo2019: D’Amico di Ecolamp: «Necessario investire per uno sviluppo più rapido, controlli più efficaci e nella comunicazione al cittadino»

#ItaliaDelRiciclo2019
D'Amico di Ecolamp: «Necessario investire per uno sviluppo più rapido, controlli più efficaci e nella comunicazione al cittadino»

   

Roma, 6 dicembre 2019 - È stata presentata questa mattina, a Roma, la decima edizione del  Rapporto "L'Italia del Riciclo", realizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con FISE Unicircular ed il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il Ministero dello Sviluppo Economico e dell'ISPRA. 


Il Rapporto, unico nel suo genere, presenta la situazione complessiva del sistema del riciclo dei rifiuti in Italia e per questa speciale edizione mette in luce i trend del settore nell'ultimo decennio ed evidenzia le principali criticità affrontate dal comparto sia in ottica nazionale che con uno sguardo al contesto europeo


Tra i soggetti che hanno dato il loro contributo per la realizzazione del rapporto c'è anche il consorzio Ecolamp, specializzato nella raccolta e nello smaltimento dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE).

 

«Il rapporto L'Italia del Riciclo giunge quest'anno alla decima edizione e copre un periodo lungo il quale il sistema dei consorzi per il recupero e lo smaltimento dei RAEE ha visto il proprio avvio e il proprio consolidamento. Ad oggi, la raccolta differenziata dei RAEE, in Italia, ha raggiunto livelli importanti, grazie ad una crescita costante nel corso degli anni. A partire dal 2019, tuttavia, al sistema RAEE è richiesta un'accelerazione che consenta di toccare un nuovo ambizioso traguardo, del 65%, ancora lontano da raggiungere – commenta Fabrizio D'Amico, Direttore Generale del consorzio Ecolamp –. Cosa può fare il nostro Paese? È necessario investire per uno sviluppo più rapido, iniziando con il colmare il divario tra Nord e Sud nella disponibilità di infrastrutture di raccolta, reagire con maggiore tempestività e far funzionare un sistema di controlli che contrasti efficacemente fenomeni diffusi come i flussi illegali di RAEE e la presenza sul mercato di numerosi free-rider, Produttori che evadono gli obblighi di Responsabili Estesa previsti dalla normativa, non pagano il contributo ambientale per la gestione dei loro rifiuti e ottengono, oltretutto, un indebito vantaggio competitivo. In questo senso abbiamo riscontrato alcuni efficaci interventi da parte dell'Agenzia delle Dogane, con il blocco alle frontiere di apparecchiature elettriche ed elettroniche, importate da soggetti non in regola con gli adempimenti RAEE. Un ulteriore tassello, fondamentale, per far crescere la raccolta è legato al ruolo dell'informazione e della comunicazione, attraverso cui incrementare la consapevolezza del cittadino circa l'esistenza di un sistema virtuoso di soggetti, il sistema dei consorzi RAEE, che gestendo in modo professionale i RAEE conferiti correttamente alimenta la cosiddetta economia circolare e lo sviluppo sostenibile del Paese»

Image

Fabrizio D'Amico, Direttore Generale del consorzio Ecolamp 



IL CONSORZIO ECOLAMP
Ecolamp è il consorzio senza scopo di lucro dedito alla raccolta e al trattamento delle Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche giunte a fine vita (RAEE). Nato nel 2004 per volontà delle principali aziende nazionali e internazionali del settore illuminotecnico del mercato italiano, oggi riunisce oltre 200 produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Dal 2015 Ecolamp è tra i soci fondatori di Eucolight, l'associazione europea nata per dare voce ai Sistemi Collettivi RAEE specializzati nei rifiuti di illuminazione. Ecolamp porta avanti con impegno numerose attività per sensibilizzare cittadini e operatori del settore, coinvolgendo l'unione pubblica sul tema del corretto riciclo dei RAEE. Oggi Ecolamp, in un'ottica di economia circolare, garantisce il recupero di oltre il 95% dei materiali di cui questi rifiuti sono composti e il corretto smaltimento delle sostanze inquinanti, evitando che vengano disperse nell'ambiente.




--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 5 dicembre 2019

Green jobs, domani a Firenze flash mob e conferenza sul clima

Firenze, 5 dicembre 2019                                                                                Invito stampa

 

Metti in circolo il cambiamento

 

Domani conferenza sul clima e flash mob a Firenze

 

Il 6 dicembre alle 15 conferenza sul clima del noto ricercatore Giorgio Vacchiano

a seguire (17.30) a piazza del Duomo un flash mob dedicato all'economia circolare

 

Via alle attività di formazione ai green jobs al Campus di Firenze organizzato dall'associazione LVIA nell'ambito del progetto "Metti in circolo il cambiamento". Il progetto di educazione alla cittadinanza globale, a cui collaborano 11 partner, coinvolge 60 giovani provenienti da Piemonte, Toscana, Emilia Romagna e Sicilia.

L'appuntamento clou con "Metti in circolo il cambiamento" sarà a Firenze domani, 6 dicembre, alle ore 15.00 presso la Biblioteca delle Oblate (via dell'Oriuolo, 24) per la conferenza "I cambiamenti climatici: istruzioni per l'uso", aperta al pubblico e curata dal noto ricercatore forestale Giorgio Vacchiano; a seguire alle 17.30 i ragazzi di Metti in circolo il cambiamento daranno vita ad un flash mob nella centralissima piazza del Duomo in tema di economia circolare e per la giustizia climatica. La performance riprodurrà la rappresentazione del modello di economia lineare produci-consuma-scarta, per poi passare al modello virtuoso dell'economia circolare e riutilizzando il materiale che poco prima, invece, era stato mandato in discarica. Il flash mob si concluderà con la realizzazione del simbolo dell'infinito che traspare anche dal logo del progetto.

 



--
www.CorrieredelWeb.it

COREPLA: Macchinette mangia-plastica: la raccolta che premia! Dalla sperimentazione di Potenza al progetto nazionale

Innovazione, premialità e tracciatura del rifiuto, queste le parole chiave pronunciate oggi dai promotori del progetto "Eco stazioni" realizzato da Comune di Potenza, Acta Spa e Corepla, Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica.

Alla presenza del Sindaco Mario Guarente e dell'Assessore Comunale all'Ambiente Alessandro Galella, il Presidente Corepla Antonello Ciotti e Presidente Acta Roberto Spera hanno presentato i primi risultati della sperimentazione nata per promuovere la raccolta differenziata tra i cittadini di Potenza, invitandoli a nuove modalità di conferimento degli imballaggi in plastica, piccoli elettrodomestici e pile.

La sperimentazione è risultata efficace, con caratteristiche di replicabilità del servizio, così Corepla lancia l'estensione del "modello Potenza" all'intero territorio nazionale

Scopo del progetto è identificare Comuni e convenzionati interessati alla modalità di raccolta selettiva di bottiglie e flaconi e disponibili a partecipare in partnership con Corepla alle operazioni di tracciatura e certificazione dei flussi logistici ed economici collegati alla presenza sul proprio territorio di eco stazioni.

Nella foto, da sinistra: l'Assessore Galella, il Sindaco Guarente, il nostro Presidente Ciotti e Roberto Spera di Acta.



--
www.CorrieredelWeb.it

Ford e McDonald’s insieme per la sostenibilità


Ford e McDonald's insieme per la sostenibilità

 

 

CHICAGO e DEARBORN, Michigan, 5 dicembre 2019 - Ford Motor Company e McDonald's USA presto daranno ai modelli dell'Ovale Blu la "carica del caffè",  trasformando un elemento molto familiare nella routine mattutina, i chicchi di caffè, in componenti per le automobili, come l'alloggiamento dei fari.

 

Ogni anno, durante la lavorazione di milioni di chicchi di caffè, l'involucro si stacca naturalmente durante il processo di tostatura. Insieme, Ford e McDonald's possono offrire una nuova vita a una parte significativa di quel materiale. Le aziende hanno scoperto, infatti, che il rivestimento del chicco può essere convertito in materiale durevole per rinforzare alcune parti del veicolo. Riscaldandolo a temperature elevate a basso ossigeno, mescolandolo con plastica e altri additivi e trasformandolo in pellet, il materiale può essere modulato in varie forme.

 

Il composto così ottenuto soddisfa le specifiche di qualità necessarie per parti come gli alloggiamenti dei fari e altri componenti interni. I materiali risultanti saranno circa il 20% più leggeri e richiederanno fino al 25% in meno di energia durante il processo di lavorazione. Secondo Ford, le proprietà termiche del componente ricavato dall'involucro sono significativamente migliori rispetto al materiale attualmente utilizzato. Questa è la prima volta che Ford usa gli scarti di lavorazione dei chicchi del caffè per convertirli in componenti di veicoli.


 

"L'impegno di McDonald's nei confronti dell'innovazione ci ha molto colpito ed è assolutamente in linea con la nostra visione sul futuro e le azioni messe in atto per la sostenibilità", ha affermato Debbie Mielewski, Senior Technical Leader Ford, Sustainability and Emerging materials research Team. "Questa è una priorità per Ford da oltre 20 anni, e questo è un esempio di economia circolare, in cui diverse industrie lavorano insieme, scambiandosi materiali che altrimenti sarebbero semplicemente prodotti collaterali o di scarto".

 

Si prevede che McDonald's destinerà una parte significativa della sua miscela di caffè nel Nord America a Ford, per essere incorporata nelle parti del veicolo.

 

"Come McDonald's, Ford si impegna a ridurre al minimo gli sprechi ed è sempre alla ricerca di soluzioni innovative per raggiungere tale obiettivo", ha dichiarato Ian Olson, Senior Director, Global Sustainability, McDonald's. "Trovando un modo per utilizzare l'involucro del chicco di caffè come risorsa, stiamo migliorando il modo in cui le aziende possono aumentare la loro partecipazione all'economia circolare".

 

La collaborazione tra Ford e McDonald's è l'ultimo esempio degli approcci innovativi che entrambe le aziende adottano nella gestione dei loro prodotti e dell'ambiente stesso.

 

Ford continua il proprio impegno per concretizzare l'obiettivo di utilizzare materie plastiche riciclate e rinnovabili a bordo dei propri veicoli a livello globale, sviluppando una gamma crescente di materiali sostenibili.

 

McDonald's ha intenzione di utilizzare il 100% di materiali provenienti da fonti rinnovabili, riciclate o certificate per la produzione dei suoi packaging, entro il 2025. Inoltre, McDonald's sta aiutando a sviluppare una tazza riciclabile e/o compostabile attraverso il NextGen Cup Consortium and Challenge. Entrambi gli sforzi fanno parte dell'iniziativa Scale for Good di McDonald's, un impegno globale a utilizzare la sua importanza e influenza per favorire cambiamenti significativi.

 

McDonald's e Ford intendono continuare a esplorare nuovi modi per utilizzare i materiali di scarto come risorsa, promuovendo, allo stesso tempo, i loro obiettivi di sostenibilità.



--
www.CorrieredelWeb.it

Consorzio NIP: Certificazione ambientale ed emergenza idrica

Tutela dell'ambiente al primo posto per il Consorzio NIP di Maniago: confermata la Certificazione Ambientale ISO 14001

 

Maniago, dicembre 2019. Concluse le verifiche da parte dell'organismo accreditato Kiwa Cermet Italia, il Consorzio NIP ha ottenuto la conferma della Certificazione Ambientale UNI EN ISO 14001 perseguita dal Consorzio in maniera volontaria e autonoma nel 2006.

L'audit ha esaminato il rapporto ambientale aggiornatodisegnando un quadro preciso di tutti i servizi gestiti ed erogati dal Consorzio ai propri insediatiaccertando la conformità ai requisiti applicabili della norma di riferimento relativamente all'idoneità delle strutture, alle procedure di controllo degli appaltatori selezionati, alle metodologie operative adottate al rispetto degli obblighi di conformità.

Tra i vari servizi verificati da Kiwa Cermet Italia in ottica ambientale, ci sono anche la gestione del servizio idrico integrato nelle 5 Zone Industriali, la manutenzione del verde e la pulizia delle aree comuni, la manutenzione degli impianti fotovoltaici e dei presidi antincendio, il servizio di illuminazione pubblica, quello di sgombero neve e antighiaccio, nonché la manutenzione delle strade.

"La Certificazione Ambientale – ha affermato l'ing. Paolo PivatoResponsabile Tecnico e Ambientale del NIP  conferma l'impegno del nostro Consorzio a farsi garante in prima persona di uno sviluppo socio-economico sostenibile, in quanto da sempre la politica ambientale è per noi un asset strategicoDa parte del NIP c'è la massima collaborazione e trasparenza anche nella gestione delle emergenze, come nel caso di quella idrica, sulla quale proprio ieri abbiamo organizzato un incontro di aggiornamento e coordinamento con le aziende".  

"L'impegno profuso in questi anni dal Consorzio NIP – dichiara la dott.ssa Adriana Baffetti, Responsabile degli Schemi di Certificazione Ambientali di Kiwa Cermet Italia – è riscontrabile dai miglioramenti ottenuti nell'applicazione delle procedure digestione ambientale messe in campo, ad esempio, per quanto riguarda le attività di sorveglianza e di audit svolte nei confronti dei fornitori/appaltatori che operano direttamente nell'erogazione dei servizi o nella capacità di gestire in modo proattivo tutte le richieste che provengono dagli stakeholder in materia di tutela ambientale".



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *