Cerca nel blog

venerdì 8 agosto 2014

LA LEGGE ITALIANA FUNZIONA: CALA L’INCIDENZA DEI FRAMMENTI DI SHOPPER NEI RIFIUTI MARINI RISCONTRATI DA GOLETTA VERDE



Secondo l'indagine di Goletta verde sul marine litter dei mari italiani, quasi il 90% dei rifiuti marini è plastica, ma i sacchetti della spesa pesano meno del 30%

Novara-Venezia, 8 agosto 2014 - Sono quasi 700 i rifiuti rilevati sulle tratte costiere italiane prese in considerazione da Goletta Verde e Accademia del Leviatano durante il monitoraggio del marine litter che assedia i nostri mari. Dopo 87 ore di osservazione dei rifiuti galleggianti nei mari italiani e 1700 km di mare analizzati, questo è il risultato: rifiuti per lo più plastici con una percentuale di quasi il 90%.

Nota positiva sulla presenza dei frammenti di sacchi e sacchetti nei rifiuti marini, che si è ridotta in modo rilevante: nel Mar Tirreno, dove Goletta Verde ha riscontrato una densità di rifiuti pari a 26 ogni kmq con il 91% di rifiuti di plastica, balzano al primo posto le bottiglie (bevande e detergenti) che rappresentano il 34% seguita dalle buste di plastica (29%) che, invece, fino all'anno scorso avevano il sopravvento con il 41% dei residui individuati.

Significativo il raffronto con il Madre Adriatico sulle cui coste si affacciano paesi che non hanno adottato il provvedimento di divieto della commercializzazione dei sacchi non biodegradabili e compostabili: sono stati riscontrati, dal progetto di Goletta Verde con l'Accademia del Leviatano, 27 rifiuti galleggianti ogni kmq di mare con al primo posto le buste di plastica (41%) seguita dai residui di prodotti per la pesca (reti e polistirolo) al 21%.

Come noto, con l'introduzione del bando in Italia, l'immissione in commercio delle buste (biodegradabili e non) ha registrato una forte contrazione complessiva, da 180.000 a 118.000 tonnellate pari a una riduzione del 35% rispetto ai valori del 2010, (dati Plastic Consult). Questo, oltre a migliorare la qualità della raccolta differenziata in Italia, incide in modo rilevante sulla riduzione del rischio di inquinamento dell'ambiente marino come evidenziato anche da questa indagine pluriennale.

"Le attività svolte dalla Goletta Verde sono a nostro parere fondamentali per restituirci un quadro organico e chiaro dei principali fattori di rischio nel marine litter - sottolinea Andrea Di Stefano, responsabile Progetti Speciali di Novamont, azienda che ha sostenuto le attività di ricerca di Goletta Verde -. Le bioplastiche stanno dimostrando un crescente ruolo a sostegno di una riduzione del rischio come evidenziato dalle ultime ricerche scientifiche svolte da Hydra Institute che hanno permesso di verificare che il Mater-Bi si decompone  per circa il 90% in 8 mesi in quei luoghi dell'ambiente marino in cui le plastiche disperse tendono ad accumularsi. Successive prove di biodegradazione supervisionate dall'Istituto Italiano dei Plastici (IIP) indicano che la plastica biodegradabile Mater-Bi(R) di quarta generazione ha raggiunto una biodegradazione superiore all'80% in circa 220 giorni. Le prove di laboratorio simulano le condizioni ambientali del fondo marino e della battigia, habitat in cui finiscono molti rifiuti plastici. Questo è il primo passo di un iter che porterà alla definizione di un processo di certificazione da parte di IIP".

                                                                                                                                                                ***

Novamont è leader nello sviluppo e nella produzione di materiali e biochemicals attraverso l'integrazione di chimica, ambiente e agricoltura. Con 370 addetti (circa il 20% dei quali impegnato in attività di R&S), ha chiuso il 2013 con un turnover di 136 milioni di euro ed investimenti costanti in attività ricerca e sviluppo (6,2% sul fatturato 2013); detiene un portafoglio di circa 1.000 brevetti. Ha sede a Novara, stabilimento produttivo a Terni e laboratori di ricerca a Novara, Terni e Piana di Monte Verna (CE). Opera tramite sue consociate a Porto Torres (SS), Bottrighe (RO), Terni e Patrica (FR). È presente attraverso sedi commerciali in Germania, Francia e Stati Uniti e attraverso propri distributori in Benelux, Scandinavia, Danimarca, Regno Unito, Cina, Giappone, Canada, Australia e Nuova Zelanda.

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI