Cerca nel blog

mercoledì 31 maggio 2017

G7: Bologna capitale mondiale dell'ambiente


Con #All4TheGreen oltre 70 eventi per preparare il vertice internazionale  

Dibattiti, mostre e iniziative per lanciare economia circolare e sviluppo sostenibile

BOLOGNA, 31 MAGGIO 2017 – Una grande manifestazione su ambiente e sviluppo sostenibile diffusa su tutto il territorio della città. Bologna dal 5 al 12 giugno diventa capitale mondiale dell'Ambiente con #ALL4THEGREEN, un "contenitore" di 70 eventi aperti alla massima partecipazione del pubblico per preparare, introdurre e "sensibilizzare" il G7 Ambiente 2017, la riunione intergovernativa tra i paesi più industrializzati della Terra che si terrà nella città emiliana il 11 e 12 giugno. 
Istituzioni nazionali ed enti locali, università, associazioni e imprese partecipano all'organizzazione di questo fitto programma di iniziative incentrate sulla tutela ambientale e sull'economia circolare.
Alla presentazione ufficiale del palinsesto degli eventi, oggi a Bologna, sono intervenuti: Gian Luca Galletti, Ministro dell'Ambiente; Stefano Bonaccini, Presidente Regione Emilia Romagna; Virginio Merola, Sindaco di Bologna; Francesco Ubertini, Rettore dell'Università di Bologna; Gian Luca Farinelli, Direttore della Fondazione Cineteca di BolognaGiuseppina Gualtieri, Presidente e Amministratore Delegato Tper SpA; Enrico Postacchini, Presidente Aeroporto Marconi di Bologna; Claudio Galli, Senior Advisor Herambiente; Giancarlo Tonelli, Direttore Generale Confcommercio Ascom Bologna; Fabrizio Zago, Amministratore delegato Building Energy; Luca Brivio, Responsabile Comunicazione CONAI; i rappresentanti di  Connect4Climate di Banca Mondiale
"Abbiamo immaginato questa settimana di grande mobilitazione in città - spiega il Ministro Galletti – come un'occasione unica di conoscenza e consapevolezza comune. Ci attende un G7 Ambiente con molte importanti questioni aperte e passi in avanti da compiere: ciò che deve essere chiaro è questo processo decisionale non è estraneo alla società, ma tutti ne siamo protagonisti a pari livello. Istituzioni e grandi aziende, associazioni ambientaliste, operatori e mondo dell'università, hanno scelto di unirsi in #AllForTheGreen per un obiettivo che è necessariamente comune: la cura dell'Ambiente, non solo come luogo della conservazione, ma come leva di una nuova crescita economica. Da bolognese – conclude Galletti - credo che questo sia anche un passaggio fondamentale per la mia città: perché oggi ha davvero le basi per caratterizzarsi come il luogo dell'innovazione ambientale".

"Ospitare il G7 Ambiente – dichiara il Sindaco Merola - consentirà a Bologna di spiegare al mondo quello che sta facendo in tema ambientale, a partire dal fatto che la nostra città è stata scelta recentemente per ospitare il Data Center del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine. Con l'obiettivo di rilanciare l'impegno collettivo sul fronte della mitigazione e dell'adattamento, nello scorso mese di marzo abbiamo lanciato una Call to Action dal titolo 'Collabora a Bologna Città Resiliente', i risultati saranno esposti in una mostra che accompagnerà gli eventi del G7 e resterà aperta tutta l'estate presso Urban Center. Tra gli appuntamenti segnalo la giornata di discussione che abbiamo organizzato assieme ad ANCI per arrivare alla firma della 'Carta di Bologna per l'Ambiente. Le Città metropolitane per lo sviluppo sostenibile', un documento che impegna le maggiori città del nostro paese nel raggiungimento di importanti obiettivi di qualità ambientale".

"In Emilia-Romagna – spiega il Presidente Bonaccini - abbiamo messo il rispetto dell'ambiente e un modello di crescita sostenibile al centro della nostra azione politica. Abbiamo aperto la legislatura approvando la legge sull'economia circolare, varando poi quattro atti di programmazione – il Piano regionale rifiuti, quello energetico, quello sulla qualità dell'aria e quello sulla forestazione – che fissano obiettivi che vanno oltre quelli stabiliti dalla Ue e che porteranno al progressivo azzeramento delle discariche e alla riduzione degli inceneritori, a investire 250 milioni di euro nella green economy, nel risparmio energetico e nelle fonti rinnovabili, ad avere meno traffico nelle città, rinnovando i mezzi del trasporto pubblico locale e promuovendo la mobilità elettrica, ad avere sistemi di produzione innovativi in agricoltura e a valorizzare il patrimonio boschivo. Aggiungo la scelta del consumo di suolo a saldo zero fissato nella legge regionale sull'urbanistica che approveremo entro l'autunno. Ospitare il G7 Ambiente nella nostra regione, a Bologna, conferma a maggior ragione il ruolo centrale dell'Emilia-Romagna su questi temi, sancito anche dalla recente scelta di Bologna quale sede del Data center del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (ECMWF). Risultati possibili attraverso il lavoro comune fra istituzioni, la stessa sinergia che ci porterà a firmare proprio in occasione del G7 Ambiente un importantissimo accordo con il Governo e le altre tre Regioni del bacino padano – Piemonte, Lombardia e Veneto - per il contrasto all'inquinamento".

#ALL4THEGREEN è un insieme di attività e progetti sostenuto dal programma di partnership globale Connect4Climate di Banca Mondiale con il supporto del Ministero dell'Ambiente, sotto gli auspici della Presidenza italiana del G7.
Molte le aziende che hanno aderito all'appello per lo sviluppo sostenibile di #ALL4THEGREEN fornendo un contributo e un impegno direttoEni, Building Energy, Terna, Novamont, Edison, Unilever, Gruppo Hera, Alcantara, Confcommercio Ascom Bologna, Conai con Ricrea, CiAl, Comieco, Rilegno, Corepla, Coreve.
Insieme a loro, tutte le principali realtà del territorio: Comune di Bologna, Regione Emilia Romagna, Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Città Metropolitana di Bologna, Sustenaible Development Goals, Fondazione Cineteca di Bologna, Bologna Welcome, Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna, TPER - Trasporto Passeggeri Emilia-Romagna e Città Metropolitana di Bologna con Edizioni Ambiente.
Ha partecipato attivamente alla manifestazione anche il mondo dell'associazionismo ambientalista con storiche realtà come Earth Day ItaliaLegambiente, WWF Italia.  



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI