Cerca nel blog

mercoledì 8 luglio 2009

Kyoto Club: Solare termodinamico, opportunità per l'industria italiana" - Roma, 16 luglio

Solare termodinamico, un'opportunità per l'industria italiana. Un convegno a Roma

Il Kyoto Club organizza a Roma, giovedì 16 luglio, un convegno dedicato allo sviluppo della tecnologia solare termodinamica e al ruolo che l'industria italiana potrà giocare a livello internazionale in questo settore.

Il solare a concentrazione o termodinamico avrà un ruolo determinante nello sforzo alla "decarbonizzazione" delle economie industrializzate e, con oltre due milioni di posti di lavoro al 2050, sarà uno dei settori trainanti della terza rivoluzione industriale ed energetica. L'affermazione è tratta dal recente rapporto "Global Concentrating Solar Power Outlook 09" pubblicato e redatto da Greenpeace insieme a Estela (European Solar Thermal Electricity Association) e SolarPACES.

Nel report si stima che, nel caso di uno scenario avanzato, il solare termodinamico potrebbe riuscire a fornire il 7% circa dell'elettricità mondiale al 2030 e il 25% al 2050, con una produzione pari a circa a 7.800 TWh (miliardi di kWh). La capacità installata potrebbero toccare quota 1.500 GW.

In questo ambito si pone "Desertec", l'ambizioso progetto che ha l'obiettivo di produrre elettricità da un enorme impianto solare termico a concentrazione nel deserto del Sahara con una potenza di circa 100 GW. Almeno una ventina di aziende tedesche si incontreranno a Monaco di Baviera il 13 luglio per presentare e discutere il progetto che dovrà essere supportato dalla creazione di una potente di rete distribuzione dell'energia elettrica con l'Europa.

Sull'onda dell'interesse della conferenza di Monaco, il Kyoto Club organizzerà a Roma, il prossimo 16 luglio, un convegno che farà il punto sulle prospettive del solare termodinamico per il nostro sistema di imprese, dal titolo "Solare termodinamico - Desertec. Un'opportunità per l'industria italiana".

Desertec mira a soddisfare, entro la metà del secolo, il 15% della domanda elettrica europea, con investimenti che sfioreranno i 400 miliardi di euro.

A fronte delle enormi potenzialità di sviluppo delle tecnologie solari in Europa e nei paesi africani della sponda sud del Mediterraneo, anche la nostra industria vuole prepararsi a giocare un ruolo importante.

L'iniziativa del Kyoto Club si propone, quindi, di mettere a fuoco le condizioni necessarie per favorire il coinvolgimento dell'industria italiana nell'ambito di progetti che prevedono nei prossimi anni installazioni per migliaia di megawatt.

Saranno presenti al convegno del 16 luglio rappresentanti del Governo, della ricerca e delle industrie impegnate nel settore.

Approfondimenti presentati al convegno:

• Situazione attuale a livello di impegno industriale (ricerca e produzione)

• Attività delle Regioni (iniziative esistenti e previsioni nei Pear)

• Potenzialità in Italia al 2020

• Possibilità di inserirsi nel mercato internazionale

Solare termodinamico - Desertec. Un'opportunità per l'industria italiana

Roma, giovedì 16 Luglio 2009

Sala del Refettorio, Camera dei Deputati - Palazzo San Macuto (via del Seminario 76). Orario 9-13

Programma (pdf)

La partecipazione al convegno è gratuita. Per accedere alla sala i signori devono indossare la giacca.

E' necessario effettuare la registrazione scrivendo a: i.pinardi@kyotoclub.org

________________________________________________

Leonardo Berlen

Comunicazione Kyoto Club / Responsabile Qualenergia.it

tel. 06 45439791 fax 06 45439795 cell. 320 9447253

e-mail: l.berlen@kyotoclub.org

www.kyotoclub.org - www.qualenergia.it


Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI