Cerca nel blog

lunedì 11 novembre 2013

Meno 7 giorni a Idee Pedalabili 2013



Sulla retta via nelle Terre di Siena: una Carta Etica per vivere la strada in sicurezza.


Tutto pronto a Sovicille città delle Terre di Siena, in Val di Merse per la III edizione del convegno Idee Pedalabili il cui tema è la sicurezza delle persone nella circolazione stradale, finalità principale d'ordine sociale ed economico, perché la vita delle persone ha un valore che non si può ridurre ad un "costo" da mettere a confronto con altri costi (come quelli degli interventi per la messa in sicurezza delle strade). I principi sono etico (che sancisce l'importanza assoluta della vita umana e della salute rispetto ad ogni altra cosa), di responsabilità (che sancisce la condivisione della stessa tra chi viaggia e chi gestisce strade e traffico) e di sicurezza (che chiede di tenere i considerazione la possibilità di errore).
È necessario incoraggiare a un migliore comportamento mediante il rispetto più rigoroso della normativa esistente, armonizzando le sanzioni a livello europeo, ricorrendo alla formazione continua dei conducenti privati e professionali, incoraggiando campagne d'istruzione e di sensibilizzazione degli utenti. Non si trascurano inoltre i limiti di velocità, che possono essere definiti a seconda della tipologia di strada (urbane, extraurbane, ecc). Non va dimenticato che in ambito urbano possono avvenire molti incidenti, e che a velocità superiori a 30 km/h l'impatto di un'auto con un pedone inizia a produrre conseguenze molto gravi. Si sente la necessità di una drastica rivoluzione dei principi delle regole della strada, che non riguarda solo la bicicletta, ma la necessità di ripensare i centri urbani a misura di pedoni e ciclisti.

Si presenterà un quadro di proposte condiviso tra Enti locali e mondo dell'associazionismo che consenta di recepire ed attuare nelle città dei cambiamenti in contemporanea alla revisione strutturale del Codice della strada. Forte sarà la sollecitazione al Governo affinché si impegni ad approvare quanto prima una riforma organica del Codice, che conduca ad una razionalizzazione dei contenuti ed all'introduzione di nuove regole a favore della mobilità nuova. Rispetto al 2011, gli incidenti sono diminuiti del 9,2%, i feriti del 9,3% e i deceduti del 5,4%. Tra il 2001 e il 2012 la riduzione delle vittime della strada è stata pari al 48,5%, con una variazione del numero dei deceduti da 7.096 a 3.653. La categoria di veicolo più coinvolta in incidente stradale è quella delle autovetture (66,3%); inseguono i motocicli (13,6%), gli autocarri (6,5%), le biciclette (5,2%) e i ciclomotori (5,0%). L'analisi del sottoinsieme dei conducenti deceduti e feriti in incidenti stradali per categoria di veicolo mostra come la frequenza più alta di persone decedute riguardi le auto e i motocicli per gli uomini (rispettivamente 1.001 e 767 morti, complessivamente il 77,3% sul totale dei decessi) e quasi esclusivamente le auto per le donne (177 decedute, 65,8% sul totale decessi tra le donne).
Rispetto al 2011, aumentano del 2,5% i conducenti di biciclette vittime di incidenti stradali e del 2,7% i feriti. Le biciclette, infatti, continuano a rappresentare il terzo veicolo, in graduatoria, dopo auto e motocicli, con il maggior numero di conducenti deceduti. Va rilevato che la proporzione di donne decedute alla guida di una bicicletta, sul totale delle conducenti morte in incidenti stradali, è più elevata rispetto alla stessa percentuale calcolata per gli uomini (10,4% e 19,3% rispettivamente per gli uomini e per le donne). La proporzione dei ciclisti vittime in incidenti stradali, sul totale dei conducenti deceduti, inoltre, risulta più elevata di quella registrata per i ciclomotori.
Si registra, ad ogni modo, una diminuzione rispetto al 2011 del numero sia di morti sia di feriti. Se il 95% degli incidenti è imputabile al comportamento scorretto degli utenti della strada, si continuerà a pagare con il sangue la domanda di mobilità del Paese finché non si attuerà una riforma del sistema educativo dei conducenti: serve un percorso di formazione continua che parta dalle scuole, si consolidi nelle autoscuole e si aggiorni periodicamente con i corsi di guida sicura, prevedendo abilitazioni progressive per auto più potenti.

Questo, in estrema sintesi, il Rapporto Aci-Istat sugli incidenti stradali nel 2012, dal quale emerge come nel nostro Paese la diminuzione delle vittime prosegua costantemente, ma ancora con troppa lentezza. Soprattutto facendo il confronto con l'Europa e con l'obiettivo comunitario del dimezzamento delle vittime entro il 2020. Gli Enti, le varie associazioni degli utenti della strada, le istituzioni anche locali sono invitati a Idee Pedalabili ad unirsi affinché con il loro contributo si arrivi alla definizione di una "Carta Etica", in cui si vi sia una presa di coscienza collettiva del problema, del comportamento degli utenti vulnerabili, come pedoni e ciclisti, che debbono essere tutelati, della sicurezza dei veicoli e infrastruttura stradale.
"L'80% degli incidenti si verifica da oltre 20 anni nel 20% dei luoghi. - così Ennio Cascetta, presidente del Comitato Scientifico della Fondazione Filippo Caracciolo - Tradotto in chiave propositiva significa che se si intervenisse sulla messa in sicurezza delle infrastrutture pericolose, soprattutto le strade extraurbane a doppio senso e le strade urbane, in tempi rapidissimi e con investimenti contenuti si potrebbe ridurre drasticamente il numero dei morti e feriti."

Il convegno Idee Pedalabili si apre sabato 16 con l'omaggio a Siena città candidata a Capitale della cultura 2019 e seguirà con una tavola rotonda moderata dal Biciclub Terre di Siena che presenta i contenuti del patto di Civiltà fra gli utenti della Strada anche in vista del varo del nuovo Codice della strada. Il pomeriggio è molto variegato perché vede interventi di rappresentanti degli storici eventi cicloturistici (Eroica, Valtellina Extreme, Grand Tour Val di Merse, Grand Tour Unesco, Grand Tour dell'Umbria, Chianti Classic, Gravine Trulli e Gargano) e reading di brani selezionati fra le ultime novità di successo editoriali dedicate al viaggio in bicicletta (con brani di Albano Marcarini, Raffaello Ginanneschi, Claudio Marinangeli, Tony Lonero e F. Simpatico). A chiusura del convegno la consegna del PREMIO "IDEE PEDALABILI" (etica, legalità ed impegno civico nello sport) assegnato all'Audax Bike Cilento ed alla Fondazione Angelo Vassallo, il "Sindaco pescatore" ucciso dalla camorra: un ambientalista convinto, amato dai suoi concittadini per essere stato esempio di rigore nel rispetto della legge, con modi severi e fermi, che però ora permettono di mantenere intatta la bellezza di uno dei comuni più caratteristici del Cilento. Domenica 17 la giornata sarà dedicata alle escursioni in bici o a piedi. Si pedala da Rosia e Sovicille verso Murlo e si cammina nei sentieri di Murlo fino ai "5 poderi della Misericordia" dove verrà offerto il pasta party con resumè finale.

Scarica i programmi degli eventi collaterali legati a Idee pedalabili.
Prenotazioni presso Circolo Arci Rosia entro venerdi 15 novembre (15 ? cena + pasta party domenica). Cell. 335 1726486 oppure 0577 345092 - www.rosiabike.it - info@rosiabike.it.

Programma della "Cena della legalità" - Sabato 16 novembre ore 20.00 circolo Arci Rosia e premiazioni del Campionato e Challenge Extreme ARI. Contrasti a ruota libera in ottava rima con Chechi e Burroni.

Programma "Passeggiando in Val di Merse" - Alla scoperta dei colori e saporti dell'autunno a cavallo fra Crete e Val di Merse (Domenica 17 novembre).

Programma Grand Tour della Val di Merse in bicicletta - Domenica 17 novembre.

Programma
SABATO 16 novembre presso l'Auditorium Banca Cras di Sovicille
Presiede Jacopo Ruotolo, BiciClub Terre di Siena.
Ore 9.00 - Saluti delle Autorità e degli Sponsor.
Ore 9.30 - Omaggio a Siena, Città candidata a Capitale Europea della Cultura 2019. Stefano Bisi ne discute con i rappresentanti del Comitato, con il Sindaco, l'on. Luigi Dallai, con Fabio Bardelli e Luca Bonechi (ambasciatori ciclisti in Spagna).
Ore 10.15 - Un Patto di Civiltà tra gli utenti della Strada. Conduce Marco Bonarrigo. Luca Bonechi, Roberto Sgalla e Loredana Capannoli riportano a memoria gli obiettivi del BiciClub Terre di Siena, le regole del Codice della Strada, le novità del Codice dei Conducenti ed i contenuti del Patto di Civiltà. Di questo e di altro ne discutono nella tavola rotonda:
Filippo Fossati Parlamentare, Vincenzo Ceccarelli Assessore della Regione Toscana, Marco Macchietti Assessore della Provincia di Siena, Stefano Scaramelli Sindaco di Chiusi, Lucia Vecere dirigente ACI, Jacopo Ruotolo BiciClub Terre di Siena, Gianluca Santilli dirigente FCI, Alberto Fiorillo Presidente Rete Mobilità Nuova, Salvatore Signorelli dirigente ANVU, Lorenzo Franzetti fondatore di Cycle!
Ore 12.00 - Interventi a "ruota libera".
Ore 12.30 - Performance: Fernanda Pessolano, artista e Presidente di "T con 0".
Ore 13.00 - PAUSA BUFFET.
Ore 14.30 - Riassunto della mattina in ottava rima con Mauro Chechi e Francesco Burroni.
Ore 15.00 - Strada Dolce Strada: le Ciclovie a ? 0 ed i brevetti ARI del 2014. Conduce Fabio Bardelli. Fermo Rigamonti, patron della 1001Miglia presenta il progetto di percorsi permanenti dell'ARI ed i brevetti 2014 con interventi dei vari organizzatori:
Mario Zangrando (Valtellina Extreme), Giancarlo Concin (Grand Tour dell'Ortles), Andrea Rossi (Grand Tour Valdimerse), Paolo Marrucci (Grand Tour Unesco), Emanuele Nepi (Chianti Classic), Valter Ballarini (Grand Tour dell'Umbria), Carlo Sulas (Gravine,Trulli, Gargano) e Furio Giannini (L'Eroica).
Ore 16.00 - Racconti di viaggio. 5 brevi racconti di viaggio con la guida di un grande scrittore e cicloviaggiatore, Enrico Caracciolo:
- "Francigena, cercando la bellezza ovunque" con Raffaello Ginanneschi
- "La mia bici va a potassio" con Albano Marcarini
- "Eroica Japan" con Claudio Marinangeli
- "Ride to Finish, il viaggio della vita" con Tony Lonero.
- "A piedi in Bretagna", con F. Simpatico.
Ore 17.00 - Attenzione ciclisti in giro: con Marco Pastonesi, giornalista della Gazzetta dello Sport.
Ore 17.30 - Protagonisti a due ruote: Etica e cultura nello sport, conduce Marco Bonarrigo che dialoga sul futuro del ciclismo agonistico ed amatoriale con personaggi del mondo sportivo tra i quali: Luigi Sgarbozza, Daniele Righi, Gianluca Santilli, Giancarlo Brocci e Davide Ceccaroni.
Ore 18.30 - PREMIO "IDEE PEDALABILI"
Etica, legalità ed impegno civico nello sport, conduce Chiara Lanari. Il premio 2013 è assegnato all'Audax Bike Cilento ed alla Fondazione Angelo Vassallo, il "sindaco pescatore" ucciso dalla camorra. Oltre a Dario Vassallo e a Giancarlo Benivento, saranno presenti l'on. Susanna Cenni e alcuni promotori di "Riprendiamoci Suvignano": Anna Betti (Ass.Provincia) Serenella Pallecchi (ARCI) e Jacopo Armini (Sindaco Monteroni).

Ufficio Stampa e Comunicazione
T 039 877935 - F 039 9716227 - Officine Kairos - redazione@officinekairos.it.


Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI