Cerca nel blog

lunedì 29 giugno 2015

LA CHIMICA VERDE ITALIANA INCONTRA LE REGIONI

BIOECONOMIA E STRATEGIE SOSTENIBILI:
LA CHIMICA VERDE ITALIANA DIALOGA CON LE REGIONI SU MODELLI DI INNOVAZIONE, COMPETITIVITÀ E CRESCITA TERRITORIALE

Terni, 29 giugno 2015 – Promuovere un modello di economia circolare incentrato su filiere innovative integrate e multisettoriali, dando vita a una bioeconomia intesa come rigenerazione territoriale, elaborata partendo dalle istanze dei singoli attori locali: è l'obiettivo che il Cluster Tecnologico Nazionale della Chimica Verde SPRING ha  riaffermato oggi  a Terni nel corso dell'incontro "Dialogo tra SPRING e Regioni su Bioeconomia  e strategie sostenibili".

L'evento, ospitato presso la sede di Terni di Confindustria Umbria e organizzato con il supporto di Regione Umbria e del cluster regionale Umbria SPRING, è stato anche occasione per presentare lo stato dell'arte dei quattro progetti nazionali di Ricerca & Sviluppo finanziati dal MIUR diciotto mesi dopo il loro avvio ed è stato concluso da un intervento di Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria.

Alla presenza dei rappresentanti di
Basilicata, Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte, Sardegna e Umbria, con il rinnovato interesse della Regione del Veneto e della Puglia, e di una platea di stakeholder della filiera italiana della chimica da fonti rinnovabili, è stato evidenziato il ruolo chiave delle Regioni per la messa in opera di una strategia di bioeconomia.  Favorendo infatti l'utilizzo efficiente delle risorse, la messa a punto di processi a basso impatto ambientale e lo sviluppo di progetti di innovazione tecnologica multisettoriali, le Regioni possono garantire una crescita economica e sociale integrata e rispettosa degli ecosistemi, diventando a tutti gli effetti "Regioni Sostenibili", protagoniste di una rigenerazione territoriale che può moltiplicare su scala nazionale le competenze di bioeconomia che già esistono nel nostro Paese. 

Il Cluster SPRING, piattaforma nazionale dell'intera filiera italiana della chimica da fonti rinnovabili, forte dell'eterogeneità dei suoi 103 associati provenienti dal mondo agricolo, industriale, istituzionale, della ricerca e del no profit, si pone al servizio delle Regioni, favorendo la creazione di "ponti" intersettoriali e l'integrazione di competenze ed ambiti disciplinari per valorizzare al massimo la specificità dei singoli territori.  Tramite l'ulteriore consolidamento di strumenti di dialogo reciproco – come l'istituzione di un Tavolo Permanente tra Consiglio Direttivo di SPRING e Regioni sostenitrici - il Cluster intende facilitare il confronto in materia di programmazione locale strategica e di creazione di partnership interregionali, stimolando il dialogo con istituzioni e stakeholder nazionali ed europei. 

"Il ruolo delle Regioni, come già espresso dal Bioeconomy Panel e durante la Bioeconomy Stakeholders' Conference di  Torino lo scorso ottobre, è determinante per l'attuazione in Italia di una strategia sulla bioeconomia che parta dai territori e dai casi studi di eccellenza già esistenti, in un mercato europeo stimato in 2000 miliardi di euro e che dà impiego a oltre 22 milioni di persone, il 9% dell'occupazione complessiva dell'Unione", ha commentato Catia Bastioli, presidente di SPRING. "Il supporto istituzionale che si sta consolidando attorno a SPRING conferma che il Cluster può giocare un ruolo fondamentale non solo favorendo la ricerca e l'innovazione industriale ma anche incoraggiando attività di formazione e informazione, verso un modello integrato di sviluppo circolare che dia nuovi stimoli alla crescita competitiva e culturale del nostro Paese".

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI