Cerca nel blog

sabato 10 giugno 2017

L'installazione di stufe a biomassa in Spagna, registrando una crescita nel 2016

Elmia 2017



Anche se l'installazione di impianti tecnificati di biomassa per usi termici (stufe e caldaie a biomassa) ha superato il record per il numero di apparecchiature installate, superando i 1.000 MW, non si sono raggiunti i 1.300 MW del 2015.
In generale, secondo quanto indica l'Osservatorio per la biomassa, la potenza annuale installata con apparecchiature tecnificate di biomassa si è ridotta del 23% rispetto al 2015, nonostante mantenga i 1.020,6 MW. Il numero di impianti installati nel 2016 è 38.851, il 18% in più rispetto a quelli installati nel 2015.
Sono dati che dimostrano che la società spagnola ha ancora bisogno di molte più informazioni. Il settore delle biomasse sta lentamente penetrando il settore del riscaldamento in Spagna, ma a un ritmo più lento delle previsioni di qualche anno fa. L’Osservatorio per la biomassa riporta che all’inizio di quest’anno in Spagna gli impianti di biomassa ad alto rendimento in funzione erano 198.887, per un totale di 8.297,6 MW termici di potenza installata.
Questa tendenza in crescita sta emergendo non solo in Spagna ma in tutta Europa, dove il 16% del riscaldamento usa già biomassa. È un fatto provato: l'uso energetico delle biomasse promuove l’economia interna e locale, rivitalizza le zone rurali e permette una migliore gestione delle foreste, oltre a generare occupazione stabile e locale nelle nostre regioni. Siamo riusciti a ridurre la dipendenza dai combustibili fossili importati, ci offre una leadership tecnologica, si riduce il costo per i consumatori finali e offre un’alternativa efficiente e più economica rispetto a qualsiasi altro combustibile. Senza andare tanto lontano, è importante rendersi conto dell’importanza che sta assumendo ultimamente l’uso della biomassa: rappresenta già lo 0,34% del PIL spagnolo, circa 3.700 milioni di euro.
L'energia prodotta dalla biomassa in Spagna ci consente di non importare l’equivalente a più di 10 milioni di barili di petrolio, riducendo così le emissioni di gas a effetto serra causate dall'uso di combustibili fossili come diesel o il gas naturale.
Il 2016 ha segnato un nuovo record nelle vendite di stufe a pellet, mentre si sono installate meno caldaie a biomassa.Secondo i dati dell’Osservatorio per la biomassa, l’anno scorso in Spagna si sono installate 35.815 stufe a pellet in tutto il paese, il che equivale a un aumento del 22% rispetto all’anno anteriore. Secondo i dati raccolti, sono numerosi i marchi che superano le 1.000 unità vendute, e molti oltrepassano le 5.000 unità all'anno. La spinta alla commercializzazione in “grandi magazzini del bricolage” continua ad aumentare, con impianti con una potenza sempre inferiore ma più tecnificati: la potenza media delle stufe commercializzate nel 2016 è stata di 11,3 kW.
L’installazione di caldaie da meno di 50 kW si è ridotta del 16% rispetto al 2015. Secondo i dati raccolti, le vendite di gamma alta e di importazione sono state inferiori e la potenza media installata è stata di 34,4 kW.
Il numero di installazioni di caldaie a biomassa da 50 kW o superiori, per impianti industriali e comunitari, è diminuito del 15% e rappresenta il gruppo di impianti a biomassa che ha ridotto maggiormente la potenza installata. Le principali cause di questa riduzione sono da attribuire a un susseguirsi di eventi che non hanno favorito il cambiamento di caldaie efficienti: mesi di instabilità politica, i bassi prezzi del gasolio di riscaldamento nei primi mesi dell'anno e un inverno relativamente mite con esigenze termiche inferiori. Attualmente, già a metà del 2017, stiamo vedendo che questa tendenza sta cambiando, soprattutto a causa del prezzo del gasolio da riscaldamento che lo scorso inverno è aumentato di oltre il 50% rispetto all'anno precedente.
Expobiomasa, un evento che si afferma al ritmo del settore.EXPOBIOMASA 2017, la fiera più importante del settore nel Sud Europa, si svolgerà a Valladolid dal 26 al 29 settembre e sarà nuovamente l’occasione per fare il punto sul settore della biomassa. Più di 600 espositori provenienti da 30 paesi presenteranno le più recenti tecnologie, design, prestazioni, ecc. a 18.000 professionisti, desiderosi di vedere e acquistare attrezzature che forniscono soluzioni ad un consumatore ormai sempre più esigente e meglio informato. Secondo le previsioni, quest’anno Expobiomasa aumenterà di oltre il 20% rispetto alla scorsa edizione di due anni fa.

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI