Cerca nel blog

giovedì 21 maggio 2015

ECOREATI. SERENA PELLEGRINO: L’ITALIA INQUINATA HA FINALMENTE DIRITTO DI PAROLA NEL PRETENDERE TUTELA E GARANZIE.

"L'approvazione della legge sui reati ambientali è una grande vittoria. È il frutto di una condivisione generosa ed estesa dentro e fuori dal Parlamento, ma come ogni battaglia per i diritti e per il progresso civile implica che venga ripetutamente sostenuta."
Lo dichiara la parlamentare Serena Pellegrino, capogruppo SEL in Commissione ambiente e prima firmataria della proposta di legge, unificata a quelle di Realacci (PD) e Micillo ( M5S), approvata dal Senato. 
"L'inserimento degli ecoreati nel codice penale non solo è un grande traguardo ma anche un passaggio ineludibile del complesso percorso per salvare l'Italia e gli italiani dallo scempio del patrimonio ambientale e per  mettere sotto tutela la salute delle persone e l'integrità del territorio. Ora più che mai dobbiamo proseguire, abbiamo uno strumento da rendere più efficace, da coordinare con altri provvedimenti, da stabilizzare con le opportune integrazioni e chiarimenti." 
"Il laboratorio che ha visto la sinergia di 25 associazioni, in primis Legambiente e Libera, e tre gruppi parlamentari, SEL, PD e M5Stelle, è un esperimento che può essere ripetuto anche su altri provvedimenti che gli italiani attendono da anni, come il reddito minimo garantito o il reddito di cittadinanza. Tutto questo non avrebbe potuto accadere con l'attuale maggioranza. Oggi  - conclude Pellegrino - siamo certamente più saldi nelle nostre convinzioni: le norme approvate determinano nuove certezze giuridiche, che dalle sedi giurisdizionali ricadranno nella vita quotidiana del nostro Paese, rafforzano un percorso etico e morale  e una più forte assunzione di responsabilità nella considerazione degli interessi collettivi.  L'Italia inquinata ha finalmente diritto di parola nel pretendere e  tutela e garanzie."

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI