Cerca nel blog

domenica 19 marzo 2017

XYLELLA: COLDIRETTI, STRAGE ULIVI NON SI FERMA, TRATTORI IN MARCIA

PAESAGGIO SPETTRALE, TAGLIATA DEL  20% PRODUZIONE DEL SALENTO

 

Una storica marcia di centinaia di trattori per fermare la strage di ulivi provocata da errori, omissioni, ritardi, e strumentalizzazioni che hanno favorito l'avanzare dalla Xyella Fastidiosa che ha disseccato ormai migliaia di ulivi in Puglia. L'iniziativa è della Coldiretti che a Lecce  ha chiamato a raccolta migliaia di coltivatori, cooperative, vivaisti provenienti da tutta la Puglia a quasi 5 anni dall'insorgere della malattia.  Era l'ottobre del 2012 - ricorda la Coldiretti - quando fu data la prima segnalazione di anomali disseccamenti su un appezzamento di olivo, i primi sintomi della Xyella fastidiosa, una lunga agonia che, oltre a seccare gli alberi prima a Lecce e, poi, a Taranto e a Brindisi, ha profondamente cambiato il tessuto economico e sociale pugliese.

 

Nei cartelli dei manifestanti della Coldiretti si legge tra l'altro "Fa piu' danni la burocrazia della Xylella", "Senza gli Ulivi la Puglia muore", "Riprendiamo il nostro territorio" per denunciare gli ostacoli alla lotta ad una delle peggiori fitopatie al mondo e consegnato uno scenario spettrale.

 

Tra Lecce, Brindisi e Taranto secondo le stime della Coldiretti almeno 140mila di ulivi sono stati compromessi dalla Xylella fastidiosa con gli agricoltori che sono senza reddito da anni. La gestione della malattia ha portato ad una diminuzione del 20% della capacità produttiva del Salento e il conto rischia di salire se verrà perpetuato l'errore di non agire nelle aree dove la Xylella non è ancora insediata e dove ogni singolo focolaio va affrontato secondo normativa.

 

Serve con urgenza secondo la Coldiretti un nuovo provvedimento di declaratoria di stato di calamità naturale, a valere sulla Legge 102/2004, che ricomprenda anche le aree dichiarate infette negli ultimi 2 anni, in modo da poter completare a stretto giro l'istruttoria delle pratiche per consentire ai coltivatori di poter essere sostenuti della risorse del Fondo di solidarietà nazionale. Vanno inoltre erogati i fondi destinati a rimborsare l'estirpazione obbligatoria delle piante che giacciono incredibilmente nelle casse , in attesa di una manovra di assestamento di bilancio. A ciò va aggiunta - chiede la Coldiretti - la moratoria su crediti, mutui e contributi, in modo da far 'respirare' le aziende vicino al collasso.

 

Occorre guardare al futuro e continuare il pressing sull'Unione Europea per consentire la possibilità di reimpianto di nuovi uliveti resistenti nell'area affetta da Xylella fastidiosa, resa possibile – sottolinea la Coldiretti -  all' impegno nella sperimentazione che non va limitata a pochi ettari. Le aziende agricole del territorio colpito devono diventare parte integrante di un sistema di caratura internazionale – conclude la Coldiretti - dove tutta la ricerca mondiale possa trovare le condizioni migliori per mettere in sinergia conoscenze e metodologie di approccio, sgombrando il campo dagli equivoci di cui si nutre chi oggi specula sul destino della Puglia.



Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI