Cerca nel blog

venerdì 30 maggio 2014

GREENPEACE: SERVE UN BANDO PERMANENTE PER I PESTICIDI NOCIVI PER LE API

ROMA, 30.05.2014 - Attività in 110 città europee, oltre un migliaio di volontari coinvolti, quasi mezzo milione di firme raccolte in tutto il continente sul sito www.salviamoleapi.org. Sono i numeri della campagna a tutela delle api e degli altri impollinatori portata avanti nelle ultime settimane da Greenpeace, bilancio riassunto in un video (http://youtu.be/nh28U4uCjvQ) accompagnato dalla canzone "To bee or not to bee", della band greca Locomondo.

Dall'Italia alla Germania, dalla Spagna all'Ungheria, tutta Europa in difesa delle regine della biodiversità.


«I politici a livello nazionale ed europeo devono ascoltare le voci sempre più numerose che si alzano a tutela delle api. Non cedano alle pressioni di giganti dell'agrochimica come Syngenta, Bayer e BASF e trasformino da temporaneo in permanente il bando all'uso dei pesticidi dannosi per gli impollinatori in vigore dallo scorso dicembre» afferma Federica Ferrario, responsabile campagna Agricoltura sostenibile di Greenpeace Italia.


Circa un terzo del nostro cibo dipende direttamente dall'azione di api e altri insetti impollinatori. Senza, non avremmo prodotti che consumiamo quotidianamente come mele, mirtilli, zucchine, broccoli, cipolle, mandorle, caffè.

«L'Europa si ponga come capofila e promuova in modo deciso politiche volte ad un'agricoltura ecologica e sostenibile. É il momento di dire basta ad agricoltura industriale e pesticidi, è il momento di attuare piani d'azione a lungo termine per salvare le api e, di conseguenza, il nostro cibo» conclude Ferrario.

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI