Cerca nel blog

venerdì 5 settembre 2014

Acqua. Bere quella riciclata?



Roma, 5 Settembre 2014. Bere acqua riciclata, cioe' quella delle acque reflue domestiche? L'esperimento e' stato condotto a San Diego (USA) e, sembra che l'acqua riciclata sia addirittura migliore di quella precedente. Si parte dal presupposto che l'acqua potabile scarseggia ed e' sempre piu' costosa, quindi, occorre riciclare quella esistente proveniente da precedenti usi. L'idea non ci entusiasma e, visto lo stato degli acquedotti italici, non ci convince. Vediamo perche'.
L'agricoltura assorbe il 70% dei prelievi idrici, l'industria il 20%, gli usi domestici e altri solo il 10%. Gli attuali sistemi di produzione agricola perdono il 40% di quello che prelevano; per gli altri usi, il 40% dell'acqua si spreca per le perdite dei sistemi di trasporto e distribuzione (2,5 miliardi di euro). Dunque il problema principale sta nel settore agricolo e non in quello delle famiglie. E' chiaro, quindi, che si dovranno incentivare sistemi diversi di irrigazione, come, per esempio, quello a goccia invece che quella a pioggia e per gli usi industriali si potrebbe riciclare l'acqua depurata (questa si'), oltreche' risistemare gli acquedotti.
Per il nostro Paese non rileviamo motivi per il ricorso all'acqua potabile riciclata che, oltretutto, avrebbero bisogno di impianti di depurazione. Ovviamente, ogni Paese ha i propri problemi per quanto riguarda l'approvvigionamento idrico sia per gli usi agricoli, industriali o domestici. Si tratta, pero', di investire in ricerca e sviluppo. Nel deserto del Negev (Israele), adottando particolari tecniche di coltivazione, si e' sviluppata una fiorente attivita' agricola che produce uva, ortaggi e fiori.
Insomma, prima di ricorrere all'acqua potabile riciclata sarebbe opportuno rivedere i nostri sistemi di utilizzo di quella che abbiamo a disposizione.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc


Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI