Cerca nel blog

giovedì 4 settembre 2014

Eco-chip, l'innovativo sistema per la gestione equa ed efficiente dei rifiuti



Un team di imprese italiane ha creato un nuovo modo per gestire il problema rifiuti.

CON ECO-CHIP ARRIVA IN RETE IL RICICLO INTELLIGENTE

On line il nuovo sito dell'innovazione che rende più veloce, precisa ed equa la raccolta differenziata.


Da oggi 4 settembre all'indirizzo www.eco-chip.it è on line il nuovo sito di Eco-Chip, l'innovazione che sta rivoluzionando il modo di raccogliere, gestire e quantificare i rifiuti.
Grazie all'utilizzo di un'innovativa tecnologia di identificazione a Radio Frequenza (RFID), il sistema consente di misurare automaticamente i rifiuti che ogni utenza consegna al servizio di raccolta, di contabilizzarli in modo rapido e preciso e di tenerne traccia per tutta la filiera, senza possibilità di errore.
Il nuovo sistema permette inoltre la lettura multipla dei sacchi della raccolta differenziata e di registrare contemporaneamente più conferimenti, da una distanza minima di pochi centimetri sino a 3 metri di distanza.

Con Eco-chip, Multiutilities e Amministrazioni Pubbliche possono applicare in modo puntuale la cosiddetta "tariffa puntuale", la modalità di calcolo della tariffa d'igiene ambientale più equa perché premia chi più si impegna nella raccolta differenziata. Con l'applicazione della tariffa puntuale, chi più differenzia i rifiuti più riduce la sua bolletta. Ad ogni utenza può essere così attribuito un costo di servizio strettamente calcolato in base al rifiuto effettivamente consegnato al servizio di raccolta. Inoltre, con Eco-chip è possibile raggiungere elevati standard di raccolta differenziata, con molti vantaggi economici e ambientali, nel pieno rispetto della privacy dei cittadini.

Sul nuovo sito, in 8 semplici mosse è spiegato il funzionamento della nuova tecnologia, sono riportati i vantaggi che assicura così come le performance ambientali che è in grado di raggiungere. Qualche esempio? Nei primi 3 mesi di utilizzo di Eco-chip il Comune di Petriolo (MC) è passato dal 74,69% al 82,36% di raccolta differenziata, il Comune di Lissone (MB) dal 64,3% al 76%, il Comune di Settimo Milanese (MI) dal 55% al 65,58%, il Comune di Seveso (MB) dal 64,85% al 76%. Sul sito anche un video che illustra il funzionamento della tecnologia di identificazione a Radio Frequenza (RFID) e le nuove modalità di gestire in modo intelligente tutta la filiera dei conferimenti.

Il progetto, italiano al 100%, nasce dalla partnership di tre aziende specializzate che hanno unito le proprie competenze per creare un sistema intelligente di tracciabilità dei rifiuti. La rete di imprese è formata da Strim di San Severino Marche, software house che ha progettato le soluzioni tecnologiche, Andreani Tributi di Macerata, società specializzata nelle attività di liquidazione e accertamento dei tributi locali e Plastisac, impresa mantovana specializzata nel confezionamento. Insieme hanno creato un sistema che assicura la produzione dei contenitori muniti di tag RFID, la gestione della distribuzione di sacchi e/o bidoncini, la gestione dei conferimenti, il calcolo puntuale della tariffa, l'emissione delle fatture, la gestione delle riscossioni, in pratica un servizio completo, semplice e sicuro, che si integra facilmente a tutti i sistemi di raccolta già applicati.

Per scoprire di più su Eco-chip basta navigare sul nuovo sito www.eco-chip.it o visitare dal 5 all'8 novembre lo stand 035 del Padiglione B1 della Fiera Ecomondo di Rimini.



Link utili ai materiali di comunicazione:
 

Per maggiori informazioni:
Lorenzo Vagnozzi
Referente Strim per Eco-Chip
Via Crivelli, n°10
62027 San Severino Marche (MC)
Tel-Fax +39 0733 639238
Cell. 329 9315263

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI